L’oggetto Hoag è una galassia dentro una galassia dentro una galassia, e nessuno sa perché

Oggetto Hoag

Ci sono molte bizzarre galassie nell’universo, ma l’oggetto di Hoag può facilmente essere in cima alla lista.

Prende il nome perché è stato scoperto dall’astronomo Arthur Hoag nel 1950 e fino ad oggi stupisce gli scienziati di tutto il mondo. Questo perché comprende una galassia all’interno di una galassia all’interno di una galassia.

Loading...

L’oggetto bizzarro

L’oggetto di Hoag è una rara struttura a forma di anello lunga 100.000 anni luce (cioè leggermente più grande della nostra Via Lattea). Si trova a 600 milioni di anni luce dalla Terra.

Il telescopio spaziale Hubble ha recentemente acquisito nuove immagini della galassia e ciò cheha intrigato i ricercatori: un anello luminoso con miliardi di stelle blu che formano un cerchio circondato da una sfera rossastra più piccola e più densa.

Nel buio divario tra loro, stava emergendo un’altra galassia ad anello.

Cosa sta succedendo qui?

Gli astronomi non possono spiegare perché l’oggetto di Hoag sia così com’è.

In effetti, le galassie a forma di anello sono già abbastanza rare: rappresentano meno dello 0,1% delle galassie conosciute nell’universo.

Quindi queste sono strutture notevolmente difficili da studiare.

Teorie

Cosa ha causato la divisione dell’oggetto di Hoag in due galassie (la terza è semplicemente quella di appoggiarsi nel posto giusto al momento giusto)?

Lo stesso Hoag creò una teoria al momento della scoperta dell’oggetto, che in seguito si dimostrò errata. Pensava che la peculiare formazione potesse essere solo un’illusione ottica creata dall’effetto lente gravitazionale – un effetto illusorio che si verifica quando un oggetto massiccio, come un ammasso di galassie, viene posizionato tra un osservatore e una sorgente luminosa distante, creando un curvatura nello spazio-tempo.

Un’altra teoria ha suggerito che l’oggetto era inizialmente una galassia a forma di disco più comune che si è scontrata con un vicino galattico creando un “buco” nella sua pancia. Se negli ultimi tre miliardi di anni si fosse verificato un tale shock, gli astronomi potevano vedere i loro resti usando i radiotelescopi. Non hanno trovato nulla, tuttavia.

Questa ipotesi non può essere completamente esclusa, tuttavia, poiché la collisione potrebbe essere stata molto tempo fa, senza lasciare prove per noi per trovarla.

Detto questo, è probabile che l’oggetto di Hoag rimarrà un mistero per sempre. [ LiveScience ]

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...