Gli scienziati in Cina hanno creato in laboratorio i primi embrioni in parte umani,in parte scimmia

Gli scienziati hanno fatto un salto controverso e creato i primi embrioni di chimere di scimmie umane al mondo in un laboratorio,  secondo il quotidiano spagnolo El País che ha recentemente parlato con Juan Carlos Izpisúa Belmonte, un biologo di origine spagnola che afferma di aver guidato la ricerca in Cina coinvolgendo la creazione di embrioni in parte umani, in parte scimmia.

L’idea alla base di ciò comporta l’iniezione di cellule staminali embrionali umane nell’embrione di un’altra specie. Se le cellule mettono radici con successo e tutto va secondo il piano, il risultato è un embrione di scimmia che ha determinati tessuti o organi con cellule umane incorporate. A differenza di un ibrido, il DNA di ogni cellula non sarà una miscela di geni umani e di scimmia. Invece, una chimera uomo-animale contiene una miscela di cellule umane e cellule animali all’interno dello stesso organismo.

Dal momento che non esiste ancora uno studio peer-reviewed sul lavoro, i dettagli sono abbastanza sottili sul terreno. Ma sulla base di precedenti ricerche di bioingegneria, è probabilmente lecito ritenere che le chimere fossero terminate nella fase dell’embrione. Si ritiene inoltre che il team abbia utilizzato la modifica del gene CRISPR per garantire l’accettazione delle cellule staminali umane. 

Loading...

Izpisúa di solito lavora sulla ricerca sulle cellule staminali presso il Salk Institute in California, ma ha condotto ricerche in Cina per evitare problemi legali e rigide normative in materia di bioingegneria. Questo è lo stesso team di scienziati che ha anche creato il primo embrione chimera suino-umano al mondo nel 2017. Quella volta, le cellule staminali umane alla fine non sono riuscite a funzionare correttamente nell’embrione successivo. Poiché le scimmie e gli umani sono più strettamente correlati, le possibilità di successo sono teoricamente più alte.

Forse ti starai chiedendo (e non ti incolpiamo) perché qualcuno vorrebbe farlo? Gli organi prodotti con questa tecnica sarebbero una risorsa preziosa per gli scienziati che desiderano studiare lo sviluppo degli embrioni, le malattie e la funzione degli organi. Inoltre, ci sono speranze che gli animali chimera possano essere usati per creare un organo personalizzato per il trapianto umano, liberando così i pazienti dalla necessità di donatori umani. 

Inutile dire che questo argomento è pieno di problemi etici,  legali  e a una buona dose di polemiche. La Chiesa cattolica romana ha affermato  che gli embrioni uomo-animale sono”mostruosi” e che dovrebbero essere vietati, mentre i legislatori hanno precedentemente mostrato preoccupazione sul fatto che  la ricerca offuschi le linee di ciò che deve essere umano, sia legalmente che filosoficamente. Data la vicinanza evolutiva di scimmie e umani, il progetto è ancora più probabile che scateni contese. Tuttavia, sembra improbabile che Izpisúa sia dissuasa da tali critiche. 

“La storia ci mostra  ancora che, nel tempo, le nostre scale etiche e morali cambiano e mutano, come il nostro DNA, e ciò che ieri era eticamente inaccettabile, se crea una svolta per il progresso dell’umanità, diventa una parte essenziale della nostra vita oggi “, ha detto Izpisúa a El País nel 2017

Fonte: www.iflscience.com 

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...