Una tazza di caffè potrebbe essere la nuova chiave per combattere l’obesità

Uno studio ha dimostrato che bere caffè è più di un rituale per svegliarsi. Può anche aiutare a combattere alcuni problemi di salute.

Per gli amanti del caffè, la buona notizia è arrivata: il suo consumo potrebbe essere legato alla perdita di peso.

Diversi studi hanno associato il consumo di caffeina alla perdita di peso corporeo e un maggiore dispendio di energia , ma non era noto se potesse attivare altri processi che aiutano a perdere peso più velocemente.

Loading...

tazza di caffè con con chicchi di caffè a parte

Ecco perché un nuovo studio ha esaminato l’effetto della caffeina su alcune cellule di grasso. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Scientific Reports ed è stata guidata dal Dr. Michael E. Symonds e dalla Dott.ssa Virginie Sottile, entrambi dell’Università di Nottingham , nel Regno Unito.

Cosa hanno trovato?

Il caffè stimola il tessuto adiposo bruno, comunemente chiamato grasso bruno, che è responsabile per aiutare le persone a rimanere magre . Questo perché una delle sue funzioni principali è generare calore corporeo bruciando zucchero e grassi.

Essi hanno scoperto che bere caffè stimola la temperatura della regione sovraclaveare ed è  indicativo della termogenesi (capacità di generare calore nel corpo) .

Sostengono che la caffeina può promuovere la funzione del tessuto adiposo nella termotutralità e può potenzialmente essere utilizzata terapeuticamente negli esseri umani adulti .

Diverse tazze di caffè

Aspettative

In una conversazione con il National Geographic , la dott.ssa Symonds ha dichiarato : “Le possibili implicazioni dei nostri risultati sono piuttosto ampie, poiché l’obesità è un grave problema di salute per la società e abbiamo anche una crescente epidemia di diabete. Quindi, il grasso bruno potrebbe potenzialmente essere parte della soluzione per affrontarli. “

Fonti:

National Geographic

Università di Nottingham

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...