Nevralgia intercostale: a volte è colpa di ansia e stress

nevralgia intercostale

In Italia sono in molti a soffrire di dolori nella zona del torace, condizione nota come nevralgia intercostale. I sintomi tipici della nevralgia intercostale sono i dolori osteoarticolari e i crampi muscolari, spesso localizzati in prossimità di schiena e addome. Anche i dolori al petto e alle braccia possono dipendere da questa condizione, insieme alla sensazione di intorpidimento o formicolio delle estremità del corpo.

Sebbene la correlazione tra questo tipo di dolori e delle patologie gravi sia piuttosto rara, il più delle volte questa condizione preoccupa chi ne è colpito, in quanto alcuni sintomi possono essere confusi con quelli caratteristici dei problemi cardiaci.
Vediamo quindi come distinguere le due situazioni e com’è possibile ridurre questi dolori.

Loading...

Come distinguerla dai problemi cardiaci e da cosa è causata

Generalmente, al manifestarsi di dolori al petto e alle braccia, si pensa subito a un problema cardiaco. Vi sono però delle nette differenze che intercorrono tra la nevralgia intercostale e i dolori dovuti a problemi cardiaci gravi.

Prima di tutto la tipologia di dolore è diversa: in caso di problemi cardiaci si accusano delle fitte acute, mentre le nevralgie intercostali causano crampi nella zona del diaframma. Questi ultimi solitamente restano localizzati in un unico punto del corpo e, al contrario di quanto accade per i problemi di natura cardiaca, difficilmente si percepisce dolore sia al braccio che al petto.

Quali sono le cause che possono scatenare i dolori intercostali? Traumi fisici da allenamento, posture scorrette e banali colpi di freddo possono scatenare dolori di questo tipo, ma sono soprattutto l’ansia e lo stress le cause di questo tipo di disturbo. Alti livelli di ansia e stress causano infatti una forte tensione, che comporterà un’eccessiva contrazione muscolare. Altre cause potrebbero essere i calcoli biliari, il reflusso gastrico e alcune patologie di origine scheletrica.

 

I rimedi per combattere i dolori intercostali

 

I rimedi utili dipendono sempre dalla natura di questi dolori, per questo motivo è meglio evitare di fare autodiagnosi approssimative e consultare il proprio medico.

Se i dolori sono causati da banali colpi di freddo, basterà restare a riposo e tenere la zona al caldo con indumenti di lana o una borsa dell’acqua calda oppure assumere degli antidolorifici da banco. In caso di problemi a livello muscolare, invece, è consigliabile utilizzare dei prodotti naturali a base di arnica.

In presenza di problemi come nervosismo, ansia e stress, invece, infusi a base di erbe come la passiflora e attività rilassanti come lo yoga possono essere di grande aiuto. In quest’ultimo caso, naturalmente, dei trattamenti di questo tipo contrastano solo la manifestazione del sintomo e non ciò che lo scatena; si consiglia dunque di consultare uno psicoterapeuta per risolvere situazioni di ansia gravi.

 

In conclusione, i dolori intercostali possono avere origini diverse, data la zona estesa e piuttosto complessa. Per questo motivo è sempre consigliabile sottoporsi a una visita specialistica, per avere una diagnosi certa e limitare il disturbo in maniera efficace.

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...