Proteine ​​fossili scoperte all’interno di un dinosauro di 195 milioni di anni fa

Trovare le ossa è molto più facile che trovare del materiale organico che rimane su di loro. E’ per questo motivo che la nuova scoperta è così eccitante: i ricercatori hanno scoperto tracce di  proteine  di collagene in un fossile di dinosauro di circa 195 milioni di anni fa.

I più antichi frammenti di collagene scoperti, appartengono a fossili di 75 milioni di anni fa. La scoperta estende  di circa 100 milioni di anni le testimonianze di tessuti molli conservati a disposizione dei paleontologi,e potrebbe offrire uno sguardo unico sulla biologia di altri dinosauri che popolavano la Terra in quel momento.

lufengosaurus huenei

La scoperta è stata fatta da ricercatori presso l’Università di Toronto, in Canada, in una costola di un lufengosaurus huenei, un erbivoro dal collo lungo che attraversava quello che oggi è il sud-ovest della Cina durante il periodo Giurassico inferiore.

Loading...

“Queste proteine sono i mattoni per la costruzione dei tessuti molli degli animalisono interessanti per capire come sono stati conservati”, ha detto uno dei ricercatori dello studio, il paleontologo Robert Reisz.

Metodo non invasivo

Con l’aiuto dei colleghi in Cina e Taiwan, i ricercatori canadesi analizzano i campioni fossili con un dispositivo che utilizza la spettroscopia a infrarossi o fasci di luce diretti per identificare il materiale – in questo caso, collagene e proteine ricche di ferro – senza contaminare i campioni.

Precedenti scoperte di collagene hanno chiesto lo scioglimento delle ossa fossili, ma questo approccio non invasivo potrebbe aprire la strada per trovare ulteriori rifiuti organici in futuro.

Protetto dal sangue

Trovare qualsiasi tipo di  tessuto molle è molto raro, in quanto generalmente decade naturalmente, lasciando solo la spina dorsale.

Gli scienziati ancora non sanno perché alcune proteine e collagene sono in grado di sopravvivere così a lungo, ma in questo caso essi credono che i vasi sanguigni hanno contribuito a formare una “camera” che tiene il materiale isolato.

I ricercatori suggeriscono che le piccole particelle ricche di ferro lasciate dal sangue che scorre attraverso le costole possono essere state la fonte di ematite che si legano alle proteine aiutandole a proteggersi dai danni del tempo.

Evoluzione

Una delle idee che la scoperta ci può dare è come i dinosauri si sono evoluti per arrivare alle specie di uccelli che ancora vediamo oggi sulla Terra.

Si ritiene che questo processo ha avuto luogo solo in 10 milioni di anni, un tempo molto breve in termini evolutivi.

Detto questo, non aspettatevi presto uno parco a tema stile Jurassic Park  – questi pezzi di materia non sono sufficienti a fornire il DNA, che secondo gli scienziati decade naturalmente nel giro di mezzo secolo.

Cautela

E ‘ancora presto per trarre conclusioni su questo materiale organico e sul suo significato – Alcuni esperti dicono che ulteriori analisi della scoperta sono necessari.

Ma il futuro sembra promettente.

“Trovare le proteine in un fossile di 195 milioni di anni di dinosauro è una scoperta incredibile”, ha detto Stephen Brusatte dell’Università di Edimburgo nel Regno Unito, che non era coinvolto direttamente nella ricerca. “Sembra quasi troppo bello per essere vero, ma il team ha utilizzato tutti i metodi a sua disposizione per verificare la  scoperta, e sembra pratico.”

I risultati della ricerca sono stati pubblicati in un articolo sulla rivista Nature Communications. [ ScienceAlert ]

Fonte:hypescience.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter

Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà un finestrella.

Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.