Il frutto killer che uccide ogni anno centinaia di bambini

Una ricerca ha dimostrato che il litchi fruit causa ogni anno la morte di centinaia di bambini malnutriti delle campagne indiane.

Ogni anno in India nel mese di maggio le temperature diventano torride: con il caldo, però, non si verificano solo malori tra gli anziani ma anche, e in gran numero, tra i bambini, molti dei quali vengono trasportati con la massima urgenza in ospedale dai genitori, i quali fino alla sera prima vedevano i figli in condizioni assolutamente normali per poi invece riscontrare, nel giro di qualche ore, gravi peggioramenti delle loro condizioni di salute. Ogni anno, a causa di questi improvvisi malori, centinaia di bambini perdono la vita: finora i medici sono stati concordi nel ritenere che le cause dei decessi andassero ricercate nei colpi di calore, oppure nelle infezioni causate da topi e pipistrelli che infestano le case degli indiani, oppure ancora nelle eccessive quantità di pesticidi utilizzati dagli agricoltori.

Cosa è il litchi fruit

Loading...

Ebbene, in verità una ricerca condotta Centro Nazionale per il Controllo delle Malattie ha individuato un colpevole a sorpresa: non il cardo, non i roditori, bensì il litchi fruit, un tipo di ciliegia che se ingerita a stomaco vuoto da bambini malnutriti può provocarne il decesso nel giro di pochissime ore: “Per anni – ha raccontato l’epidemiologo Padmini Srikantiah – ci siamo interrogati sulle cause della morte di centinaia e centinaia di bimbi, che venivano trasportati di genitori in ospedale e spesso decedevano davanti ai nostri occhi. Oggi finalmente abbiamo capito”.

Gli scienziati hanno scoperto che nei semi del Litchi Fruit è presente una tossica che, se ingerita a stomaco vuoto da bambini con grave malnutrizione, provoca la morte nel 40% dei casi. In presenza di queste tossine – spiegano i medici – “la sintesi del glucosio è gravemente compromessa”, e ciò porta a un pericolosissimo abbassamento del livello di zuccheri nel sangue e all’infiammazione del cervello nei bambini.

Davide Falconi

Fonte: www.fanpage.it

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.