Nuovo telescopio osserva entità terrestri altrimenti invisibili con movimenti intelligenti

Un nuovo rapporto pubblicato nell’ultimo numero del Journal of Modern Physics ha rivelato una scoperta sorprendente – un telescopio di nuova concezione con lenti concave ha osservato, per la prima volta, le entità nel nostro ambiente terrestre che sono invisibili ai nostri occhi e ai tradizionali  telescopi galileiani con lenti convesse. Ancora più sorprendente è il fatto che queste entità sono state osservate che si spostavano in modo ‘intelligente’ nel cielo notturno ciò suggerisce la sorveglianza non autorizzata della zona.

Rivoluzionario Nuovo Santilli Telescope

La scoperta è stata fatta dal dottor Ruggero Santilli, un esperto altamente considerato in matematica,  cosmologia e la fisica, che è stato nominato per i premi Nobel per la fisica e la chimica. Il dottor Santilli ha sviluppato un nuovo tipo di telescopio che è stato progettato per osservare la luce nell’antimateria. Questa forma di luce ha un indice di rifrazione negativo, richiedendo così lenti concave , piuttosto che le tradizionali lenti convesse utilizzate nei telescopi convenzionali.

Top: Un telescopio Galileo convenzionale con lenti convesse progettati per osservare ordinaria materia-luce.  In basso: Il nuovo telescopio Santilli con le lenti concave progettate per osservare l'antimateria-luce.

Un telescopio convenzionale con lenti convesse progettate per osservare l’ordinaria luce e materia. In basso: Il nuovo telescopio Santilli con le lenti concave progettato per osservare la luce l’antimateria. Credito: Dr. Santilli

Utilizzando un paio di telescopi convenzionali e il Santilli , il dottor Santilli ha trovato la prima prova conosciuta dell’apparente esistenza nel nostro universo di galassie di antimateria, asteroidi di antimateria e raggi cosmici di antimateria. Questi risultati sono stati pubblicati sulla rivista Clifford Algebre e le loro applicazioni nel 2014.

Loading...

Rilevazione delle entità terrestri invisibili

Nel suo documento, rilevamento apparente con nuovi telescopi a lenti concave di invisibili entità terrestri (ITE), il dottor Santilli riferisce  il suo nuovo telescopio ha trovato molto più di quanto ha anticipato:

“Il 5 settembre 2015, alle 09:30 l’autore rivolge una coppia di  telescopi galileo di 100 mm e telescopi Santilli nel cielo notturno sopra Tampa Bay, in Florida, come si vede dalla orientamento NE della terrazza della stanza 775 dell’Hotel Vinoy Rinascimento San Pietroburgo … Le prove sono state semplicemente destinati per la ricerca di galassie di antimateria e, di conseguenza, i telescopi erano rivolti verso il cielo, ma improvvise nuvole fermano i test e l’autore orienta la coppia di telescopi orizzontalmente sopra Tampa Bay.

Con sua grande sorpresa, entità ancora ben visibili non identificate sono apparse subito nella schermata della fotocamera collegato al telescopio Santilli. 

Questa scoperta inattesa ha innescato un uso sistematico della coppia di telescopi Galileo e Santilli , questa volta, per la ricerca di soggetti, che qui chiamano Enti terrestri invisibili, che sono invisibili ai nostri occhi, così come per i nostri strumenti ottici con lenti convesse, ma sono altrimenti completamente visibile attraverso il telescopio Santilli con lenti concave, e si trovano nel nostro ambiente terrestre “.

Le osservazioni del dottor Santilli sono state fatte più di Tampa Bay in Florida.

Le osservazioni del dottor Santilli sono state fatte di più a Tampa Bay in Florida (nella foto).(Dominio pubblico)

Entità terrestri invisibili del primo tipo (ITE-1)

Dopo la sua prima osservazione, il dottor Santilli effettua i test e le osservazioni sistematiche, e venne a individuare due diversi tipi di entità invisibili Terrestri (ITES), anche se riconosce che altri tipi possono essere identificate in futuro. Entrambi i tipi sono stati verificate dai colleghi, e la loro esistenza è stata rivelata per la prima volta in una conferenza  al St. Pietroburgo Astronomy Club il 25 settembre, 2015.

Egli definisce il primo tipo (ITE-1) come entità che:

  1. non sono visibili all’occhio umano o  strumenti ottici convenzionali con lenti convesse, ma sono altrimenti completamente visibili attraverso telescopi Santilli con lenti concave;
  2. esistono nel nostro ambiente terrestre, piuttosto che in spazi astro-fisici profondi; e
  3. lasciano “immagini scure” sullo sfondo delle fotocamere digitali collegate a telescopi Santilli.

Il dottor Santilli fa notare che le entità si muovevano lentamente ruotando. Questo particolare tipo di movimento esclude impurità nella lente del telescopio o nella telecamera come possibili interpretazioni.

Egli osserva inoltre che “l’emissione di luce nell’antimateria non significa che l’impresa si compone di antimateria, perché l’esistenza delle entità all’interno della nostra atmosfera implicherebbe una catastrofica esplosione a causa dell’annientamento di materia e antimateria.”

“In breve”, scrive il dottor Santilli, “sembra che ITE-1 è composto da materia-entità nel nostro ambiente terrestre raggiungono la locomozione attraverso l’acquisizione di antimateria al loro interno con l’utilizzo conseguente di propulsione materia-antimateria, e raggiungono l’invisibilità tramite l’emissione dell’antimateria-luce come una sorta di scarico. “

Fotografie di ITE-1s.  A sinistra e centro: Catturato dal dottor Santilli nel cielo notturno sopra Tampa Bay, in Florida, il 5 settembre 2015. A destra: Catturato dai K Brinkman nel cielo notturno sopra St Petersburg, in Florida, il 20 settembre, 2015.

Fotografie di ITE-1s. A sinistra e centro: Catturato dal dottor Santilli nel cielo notturno sopra Tampa Bay, in Florida, il 5 settembre 2015. A destra: Catturato dai K Brinkman nel cielo notturno sopra St Petersburg, Florida il 20 settembre 2015. Crediti: Dr Santilli.

 

Entità terrestri invisibili del secondo tipo (ITE-2)

Egli definisce il secondo tipo (ITE-2) come entità che:

  1. non sono visibili all’ occhio umano o a strumenti ottici tradizionali con lenti convesse, ma sono altrimenti completamente visibile attraverso telescopi Santilli con lenti concave;
  2. esistono nel nostro ambiente terrestre, piuttosto che in spazi astro-fisici profondi; e
  3. lasciare “immagini luminose” sullo sfondo delle fotocamere digitali collegate a telescopi Santilli.

A differenza degli ITE-1, che lasciano immagini scure causate da un tipo di luce equivalente a antimateria-luce, ITE-2 sembrano essere composti di materia che lasciano immagini luminose causate da luce normale, che possiedono invisibilità a causa della “conversazione della loro indice di rifrazione da un valore positivo a un valore negativo “.

Il dottor Santilli osserva che le ITE-2 pulsano e si spostano sistematicamente avanti e indietro, suggerendo che “conducevano la sorveglianza non autorizzata dell’Area esclusivamente visibile con il telescopio Santilli Tampa “.

Fotografie di ITE-2s.  Catturato dal dottor Santilli nel cielo notturno sopra Tampa Bay, in Florida, il 5 settembre 2015.

Fotografie di ITE-2s. Catturate dal dottor Santilli nel cielo notturno sopra Tampa Bay, in Florida, il 5 settembre 2015. Credito: Dr Santilli.

Fotografia di un ITE-2 che mostra il suo movimento.  L'entità consiste di luci di differenti colori che si muovono in modo sincrono pulsante e secondo una traiettoria complessa nei 15 secondi di esposizione, compreso un punto in cui il movimento interrotto per pochi secondi, per riprendere successivamente.

Fotografia di un ITE-2 che mostra il suo movimento. L’entità consiste di luci di differenti colori che si muovono in modo sincrono pulsante e secondo una traiettoria complessa nei 15 secondi di esposizione, compreso un punto in cui il movimento interrotto per pochi secondi, per riprendere successivamente.

Nel suo rapporto pubblicato nel giornale americano di Fisica Moderna, il dottor Santilli spiega le applicazioni significative e potenziali di questa scoperta rivoluzionaria:

“La stesura di questo documento è stata motivata dal fatto che ITE-1 e ITE-2 si comportano in un modo che suggerisce fortemente la conduzione della sorveglianza non autorizzata dei nostri, impianti civili, industriali e militari sensibili, garantendo in tal modo la loro conoscenza sociale.

Su basi scientifiche, la documentazione presentata in questo documento stabilisce oltre ogni dubbio credibile l’esistenza di due nuovi tipi di luce che sono totalmente fuori di qualsiasi possibilità di trattamento con conoscenza fisica del 20 ° secolo …

Per motivi industriali, i risultati presentati in questo documento stabilisce, anche oltre ogni dubbio credibile, l’utilità di telescopi Santilli, non solo fondamentalmente per nuovi progressi astrofisici, ma anche per le questioni relative alla sicurezza personale, industriale e nazionale. “

Foto di presentazione:  principale:  Tampa Bay in Florida (nella foto). Fonte:  Matthew Paulson /Flickr. Nel riquadro: Fotografia di un ITE-2. Credit: Dr Santilli.

Riferimento:

Ruggero Maria Santilli. Rilevamento apparente via nuovi telescopi con lenti concave di altrimenti invisibili entità terrestri (ITE). American Journal of Fisica Moderna. Numero speciale: Problema II: Fondamenti di Meccanica Adronica.

Dottor Ruggero Santilli

Il dottor Ruggero Santilli è nato e cresciuto in Italia, dove ha conseguito il dottorato di ricerca, la più alta istruzione possibile in matematica e fisica, nonché una cattedra di fisica nucleare all’Istituto Avogadro di Torino. Nel 1967, il dottor Santilli è stato invitato dall’Università di Miami in Florida per condurre una ricerca per la NASA. Nel 1968, si iscrisse alla facoltà di Boston University, sotto il supporto parziale dalla US Air Force, dove insegnava fisica e matematica da corsi di preparazione al seminario post-dottorato. corsi. Dal 1974 al 1977 è stato visiting scientist al MIT e dal 1978 al 1983 è stato membro del Dipartimento di Matematica dell’Università di Harvard sotto il supporto da parte del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti per studiare una generalizzazione della meccanica quantistica e della chimica necessari per le nuove energie pulite e combustibili. Dal 1984. Il dottor Santilli è stato l’autore di circa 250 articoli tecnici e 18 posto Ph.D. monografie di livello in matematica, fisica, della cosmologia, la superconduttività, chimica e biologia pubblicati in tutto il mondo. Egli è il fondatore ed editore di tre riviste in matematica e fisica e curatore di molte altre. Il dottor Santilli è il destinatario di numerosi premi prestigiosi e fin dagli anni ’80, è stato raccomandato dagli studiosi di tutto il mondo per le nomination per il Premio Nobel per la fisica, così come in chimica. Dal 2007 al 2013 il dottor Santilli è stato il capo scienziato di Magnegas Corporation, che ha sviluppato un nuovo combustibile gassoso con combustione completa . Attualmente, il dottor Santilli è il Presidente del Consiglio e capo scienziato della nuova società quotata in borsa, Thunder Energie Corporation, che sta sviluppando la più pulita  combustione possibile e più efficiente dei combustibili fossili o sintetici.

Fonte:http://www.ancient-origins.net/news-science-space/breaking-news-new-telescope-observes-otherwise-invisible-terrestrial-entities-020715

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

 Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.