5 modi per dormire meglio: dalle posizioni giuste alle ore necessarie per il riposo

Vuoi riposare al meglio e svegliarti fresca e piena di energie? Scopri quante ore bisogna dormire, la posizione ideale e gli errori da non fare per per dormire indisturbata e svegliarti pronta per affrontare una nuova giornata.

 

Quando si parla di riposo è importante trovare il giusto equilibrio per dormire al meglio, senza svegliarsi stanchi e stressati. Ecco 10 modi che ti aiuteranno a riposare senza dover fare i conti con l’insonnia.

Loading...

1. Il giusto tempo: per quante ore si deve dormire? La risposta cambia a seconda dellìetà: The National Sleep Foundation infatti ha realizzato una infografica che mostra le ore necessarie ad ogni persona. Se i bambini da 0 a 3 mesi devono riposare dalle 14 alle 17 ore per giorno, dai 4 mesi agli 11 si passa dalle 12 alle 15 ore per giorno, per scendere poi fino alle 14 ore quando nell’età compresa tra il primo e secondo anno di vita. Man mano che l’età aumenta, diminuiscono le ore necessarie per il riposo: dai 18 ai 64 anni per esempio, sono solamente 9 le ore necessarie per dormire bene.


2. Le fasi del sonno: conosci tutte le fasi del sonno? Durante la notte infatti il sonno si divise in diverse fasi: la prima è quella del sonno leggero e della veglia, che si trasforma in una fase di sonno più profondo dove il respiro inizia a stabilizzarsi e i muscoli a rilassarsi. Dopodiché arriva la fase del sonno profondo, dove è molto difficile svegliarsi e ci si addentra poi nella fase  in cui si recuperano le energie e ci riposa maggiormente. L’ultima fase è la fase REM, dove il corpo è immobile ma il cervello è attivo e si fanno i sogni più bizzarri.


3. La posizione: non tutte le posizioni sono uguali per dormire e alcune di esse possono addirittura peggiorare il tuo dolore. Se per esempio hai male al collo, dormire su un fianco o sulla schiena è la posizione perfetta, mentre se dormi a pancia in giù potresti aumentare il tuo dolore. Dolori alle spalle? Il modo peggiore per dormire è quello di riposare su un fianco senza cuscino, mentre troverai sollievo se dormi sulla schiena, utilizzando un cuscino per non caricare il peso sulle spalle. Se il tuo problema è il mal di testa invece, non dovresti dormire con le mani dietro la testa oppure a pancia in giù: la posizione migliore infatti è  prona, con le braccia lungo i fianchi.


4. I consigli per dormire meglio: problemi di insonnia? Prova a bere del tè prima di andare a dormire: può aiutarti a rilassarti. Allontana i dispositivi tecnologici come iPhone e iPad e concentrati su un libro: la lettura infatti può aiutarti a scaricare la tensione. Allontana tutte le fonti di luce, dallo schermo della tv alla finestra che potrebbero disturbarti durante le prime fasi del sonno. Fare una doccia calda prima di andare a dormire può essere d’aiuto per rilassarti e sciogliere le tensioni della giornata.


5. Gli errori da non fare: alcune cattive abitudini rovinano il nostro sonno: ovviamente è da evitare il caffè, che potrebbe bloccare i neurotrasmettitori e causare l’insonnia. Se hai un animale domestico che dorme nella tua stessa stanza, potresti avere problemi a dormire bene, a causa di rumori e movimenti durante la notte. Posiziona la cuccia in un’altra stanza per dormire meglio. Cerca di attivare una sveglia soltanto, posizionandola lontano dal letto in modo che tu sia obbligato a scendere per spegnerla: se invece attivi diverse sveglie, potresti avere un risveglio traumatico che ti farà sentire stanca per tutto il giorno.

Fonte: donna.fanpage.it

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.