I ricercatori rivelano il primo pesce a sangue caldo

L’oceano profondo è un posto piuttosto freddo. A meno che non sei una balena a sangue caldo o una tartaruga liuto, le probabilità sono di trovare un animale a sangue freddo  lento e pigro come  quando si tenta di risparmiare energia. Non è così per l’opah o pesce re. Potrebbe non sembrare un candidato per i pesci più veloci del mare, ma queste creature, pur vivendo fino a 305 metri di profondità, sono in grado di tener testa al tonno e al pesce spada.

Ma a differenza di questi altri pesci che devono tornare in superficie per riscaldare i loro corpi , l’opah ( lampris guttatus ) è in grado di rimanere in profondità. I ricercatori del National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) hanno scoperto il modo in cui gestiscono questo. Essi riferiscono che l’opah è,  incredibilmente, il primo pesce completamente a sangue caldo.

Loading...

Quasi nulla si sa su questa creatura ad immersioni profonde, tranne che è un predatore sorprendentemente efficace. I ricercatori ora pensano che questo è dovuto perché il sangue caldo può circolare nell’intera massa, e quindi mantene una temperatura corporea superiore a quella dell’acqua circostante. Questo dà al pesce un vantaggio competitivo rispetto alla sua preda più lenta come calamari e altri pesci.

“Prima di questa scoperta ho avuto l’impressione che questo era un pesce lento, come la maggior parte di altri pesci in ambienti freddi”, dice Nicholas Wegner, autore principale dello studio pubblicato su Science . “Ma perché può scaldare il corpo, e si scopre che può essere un predatore molto attivo che insegue le prede agili come calamari e può migrare per lunghe distanze.”

Il biologo Owyn Snodgrass, co-autore dello studio, la preparazione per contrassegnare una opah o pesci luna. Ctrdito immagine: NOAA Fisheries West Coast / flickr CC BY-NC-ND 2.0

Il modo in cui gestisce questo è sbattendo le grandi pinne pettorali come ali, che riscaldano i muscoli e il sangue che circola. Questo viene quindi pompato attraverso il resto del corpo, accelerando il suo metabolismo. Non solo questo impulso permette al pesce di mantenere elevate velocità di nuoto, significa anche che l’animale può elevare la temperatura circostante sui suoi occhi e il cervello, mantenendo la loro funzione a bassa temperatura e profondità.

I ricercatori hanno prima realizzato che qualcosa di strano stava succedendo mentre guardavano le branchie della creatura. Hanno notato che erano di un design insolito, i vasi sanguigni che portano il sangue caldo dal cuore alle branchie sono adiacenti a quelli che portano il sangue freddo dalle branchie al resto del corpo, e così li riscaldano. Questa impostazione è nota come sistema di scambio di calore in controcorrente , e significa che il calore generato dal corpo può essere riciclato anziché perso nell’acqua.

Anche se questo sistema è visto in altri animali adattati ad ambienti freddi, come nei piedi di volpi artiche e pinguini, “non è stato mai visto in branchie di un pesce “, dice Wenger. “Si tratta di una innovazione recente di questi animali che dà loro un vantaggio competitivo.”

Il team ha poi deciso di etichettare alcuni pesci  per monitorare e controllare la loro temperatura e quella dell’acqua circostante. Hanno trovato che il pesce aveva una temperatura muscolare media di 5 o C o superiore a quella dell’acqua. Mentre altri predatori a nuoto veloce, come gli squali e tonni, sono in grado di riscaldare alcune parti del loro corpo , come la testa e muscoli, l’opah è unico in quanto si riscalda anche i suoi organi interni.

Normalmente è un predatore solitario, ma negli ultimi anni, i pescatori hanno cattura più pesci luna che mai. I biologi sono sicuri che cosa può causare questo improvviso aumento del numero. Forse la loro popolazione è in crescita, o modifiche delle condizioni oceaniche li stanno favorendo. In entrambi i casi, sembra che le profondità dell’oceano hanno ancora un sacco di misteri  da risolvere.

Immagine Top: NOAA Fisheries West Coast / flickr CC BY-CC-ND 2.0

Fonte:http://www.iflscience.com/plants-and-animals/researchers-reveal-first-warm-blooded-fish

 

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.