Rivoluzione a Foggia: creato l’involucro naturale commestibile contro conservanti e ogm

universita foggia

Un team di ricercatori dell’Università di Foggia ha messo a punto delle nuove merendine per i bambini. Ipocaloriche e ecosostenibili i nuovi snack presentano anche la particolarità di una una pellicola “involucro” che potrà essere mangiata insieme alle merendine stesse.

La professoressa Carla Severini, coordinatrice della ricerca, spiega: “Grazie a questa pellicola commestibile, le merendine avranno un interessante risvolto positivo anche sull’ambiente perché permette di ridurre al minimo il packaging dei singoli snack”.

Loading...

«Il problema maggiore dal punto di vista dell’impatto sull’ambiente è quello dei secondi e terzi imballaggi», continua la Severini. “Nei prodotti da forno, infatti, spesso si riscontra la necessità di evitare la reidratazione del prodotto o, dove è necessario, di inserire una atmosfera protettiva – tipo azoto – all’interno della confezione. E gli imballaggi si moltiplicano. I nostri prodotti, invece, possono essere confezionati, molto semplicemente, in un solo materiale che sia in grado di fare da barriera al vapore d’acqua: grazie alla ricopertura superficiale, infatti, il prodotto è protetto di per sé da migrazioni interne di umidità, che potrebbero portare al suo indurimento o alla formazione di condensa dentro la confezione, cosa che comprometterebbe la conservabilità del prodotto”.

La pellicola edibile consente di confezionare i prodotti in maniera semplice, anche in presenza di ossigeno, senza bisogno, ad esempio, di ricorrere al sottovuoto.

«Il prodotto resta morbido e fragrante per tutto il periodo di conservazione – puntualizza Carla Severini – la pellicola lo protegge dalla disidratazione e dà al prodotto la stessa durata di quelli che già sono in commercio».

carla severini

Merendine più leggere, meno caloriche, un dettaglio importante anche per le donne «che reggono meno l’etanolo», specifica la prof. Severini.

Se l’obesità infantile, di cui le merendine sono fra i principali accusati, si ridurrà, sarà merito dunque dell’Università di Foggia.

Gli stessi ricercatori di Agraria si sono aggiudicati anche un altro brevetto, per un nuovo metodo di acidificazione dei vegetali, in particolare pomodori, ma anche altri ortaggi (l’acidificazione è necessaria contro le alterazioni microbiche). Il metodo consente la riduzione dei costi di processo e la semplificazione delle operazioni in azienda. Il lavoro, condotto nell’ambito di un tirocinio di laurea, è già pronto per il trasferimento tecnologico alle aziende di trasformazione.

Se messa in pratica, la speciale glassa inventata dai foggiani potrebbe presto rivoluzionare il settore del commercio alimentare contro gli sprechi, in modo più sostenibile e soprattutto contrastando la terribile avanzata degli ogm, che in casi come questi molto probabilmente non avrebbero ancora motivi di essere commercializzati.

Fonti:

www.lastampa.it

www.lagazzettadelmezzogiorno.it

www.ambienteambienti.com

Condiviso da:http://www.globochannel.com/2014/02/06/rivoluzione-a-foggia-creato-linvolucro-naturale-commestibile-contro-conservanti-e-ogm/

 

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter.

Segui anche il nostro blog http://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.