I CIBI CHE CI CURANO

fruit

 Conosciamo tantissimi piccolo disturbi che costellano la nostra quotidianità, come dolori mestruali, cefalee, tensioni addominali.

Alcuni di questi possono essere ridotti o addirittura risolti con la dieta giusta.

Loading...

Vediamo i casi più comuni.

1.  DEPRESSIONE:

spesso e volentieri utilizziamo delle forme verbali “sono depresso” “mi sento depresso“, quando ci sentiamo tristi, o quando percepiamo una tristezza immotivata persistente, che provoca disagi psichici e fisici (stanchezza eccessiva, insonnia, incapacità d svolgere le normali attività, riduzione degli interessi e senso di angoscia).
Generalmente associamo questo disturbo alla componente femminile magari relazionata a qualche vicenda personale o piccoli traumi, delusioni, litigi.

I fattori ambientali-esterni influenzano i nostri neurotrasmettitori (sostanze prodotte dal cervello per la trasmissione di impulsi nervosi) .

Nei casi di depressione accentuata, si alterano i sistemi di serotoninanoradrenalina edopamina (ormoni del buonumore)

CHE COSA PORTARE IN TAVOLA:

–      Non rinunciare ai carboidrati complessi forniti da panepastariso e cereali in genere: sono la principale fonte di energia per l’organismo, necessaria  per combattere la stanchezza e ritrovare la vitalità. Inoltre, sotto l’azione della luce, si trasformano inserotonina, una delle sostanze che innalzano il tono dell’umore.

È bene privilegiare il consumo degli alimenti ricchi di Magnesio , che contribuisce alla regolazione della trasmissione dei segnali nervosi e combatte i fenomeni di stanchezza, disturbo del sonno, ansia, scarsa concentrazione.

In generale è un ottimo depressivo. Lo ritroviamo anche in:

_ vegetali verdi (spinaci, lattuga, bietole)
_ cipolle,
_ melanzane
_ carote
_ frutta a guscio (noci, arachidi, e anacardi)
_ Legumi (fagioli, soia)
_ Frutta fresca (pesche, fragole, ciliegie, uva)

ATTENZIONE A …CIBI SI:

agli alimenti ricchi di Vitamina C (agrumi, kiwi, peperoncino, peperoni, pomodori, cavoli, broccoli, lattuga);

ed E (olii vegetali, germe di grano, frutta a guscio, latticini) che riducono i sintomi depressivi ;

e di zinco (carni, uova, pesce, latte e derivati, cereali) la cui carenza provoca disturbi dell’umore.

2. DOLORI MESTRUALI: 

Dismenorrea : le mestruazioni dolorose, tanto da impedire in alcuni casi, le normali attività.

e cause: predisposizione costituzionale / anomalie dell’utero, come problemi infiammatori, endometriosi, contrattilità della muscolatura uterina scatenata dall’azione di ormoni o mediatori (prostaglandine).

A volte però dipende da periodi di forte stress o tensioni nervose, infatti, fanno diminuire la produzione di alcuni neurotrasmettitori del cervello, tra cui le betaendorfine, che funzionano come analgesici naturali.

CHE COSA PORTARE IN TAVOLA:

–      Contenere il consumo di alimenti ricchi di grassi animali (carni, latticini) che influenzano la produzione di prostaglandine nell’organismo.

–      Favorire il consumo di ω – 3, grassi presenti nel pesce azzurro, tonno, olii vegetali.

–      I carboidrati complessi (pane, pasta, riso) hanno un effetto calmante.

–      Il magnesio risulta molto utile: esercita un’azione antispastica e rilassante sull’utero.

–      Non devono mancare le vitamine del gruppo B, in particolare la B1 e la B6, che assicurano il corretto funzionamento del sistema nervoso e sembrano diminuire i sintomi dolorosi.

–      La B1 è contenuta in spinaci, piselli, cereali integrali e fegato.

3. MAL DI TESTA:

 tutti dolori tipici che interessano la regione cranica.

Tra le più comuni:

emicrania, cefalea tensiva e cefalea a grappolo.

Solitamente è considerato un fastidio prettamente femminile, invece colpisce in egual modo , ma sicuramente influenza più la donna, soprattutto nel periodo fertile a causa delle variazioni ormonali; estrogeniprogesterone e vari ormoni femminili sembrano coinvolti nell’emicrania.

CHE COSA PORTARE IN TAVOLA:

–      Un aiuto può provenire da cibi e micronutrienti, come lo zenzero, che ha azione antinfiammatoria, antinevralgica, antistaminica e antiossidante.

–      Per la prevenzione degli attacchi sono utili le vitamine del gruppo B, che riequilibrano il sistema nervoso, in particolare la B1 (nella soia, legumi, noci carne di maiale);
B2: latte, fegato, uova e vegetali a foglia verde;
B6 : cereali integrali e patate.

–      Effetto positivo anche con magnesiozinco (broccolo, sedano, spinaci, zucchine, peperoni rossi, latte e uova) e acido folico (prezzemolo, lattuga, spinaci, verdura a foglia verde, legumi e fegato), che intervengono a avari livello influenzando il sistema nervoso, vascolare e meccanismo del dolore.

ATTENZIONE A …CIBI NO:

a causare più spesso gli attacchi di cefalea, in particolar modo emicrania, sono: alcol e superalcolici, formaggi, cibi in scatola o affumicati, piselli, cipolle, noci, avocado, banane mature, cioccolato.

Ovviamente le reazioni sono soggettive.

4. OSTEOPOROSI:

è una condizione caratterizzata da una riduzione della massa minerale ossea, ovvero la quantità di minerali contenuti nello scheletro, i quali conferiscono robustezza.

È una condizione tipicamente femminile, in quanto l’apparato scheletrico è meno robusto di quello maschile. Inoltre vivendo più a lungo è maggiormente soggetto al naturale deterioramento causato dall’età.

Dopo la menopausa la donna è esposta a una perdita accelerata di minerali, a causa della diminuzione degli estrogeni (ormoni che regolano la formazione nuovo osso e favoriscono l’attività degli osteoblasti).

CHE COSA PORTARE IN TAVOLA:

l’alimentazione corretta giova un ruolo fondamentale nella prevenzione.

–      È bene introdurre quotidianamente i giusti quantitativi di calcio, in quanto è il componente principale minerale dell’osso.
Maggiore quantità di calcio, maggiore robustezza dell’osso.
Lo troviamo principalmente nei prodotti lattiero caseari e  nell’acqua che beviamo.

Dott.ssa Valeria Crea

Fonte – articolo su rivista

per approfondire : http://www.programplus.it/insalutecongusto

Condiviso da: http://www.dionidream.com/i-cibi-che-ci-curano/

 

 

nuovo-logo-paginaRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere. Ecco il link della pagina: Pianeta blu   -Pianetablunews lo trovate anche su su twitter

 

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth
Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.