Gli ingredienti della cucina naturale: la menta

La menta (genere Mentha) è una pianta erbacea perenne che si declina in molte specie, e quelle più diffuse sono la piperitaromanamentuccia e acquatica. Ha un sapore leggermente piccante e un forte aroma.

Nota fin dall’antichità, questa pianta trova un largo uso sia in cucina, per scopi alimentari, che per le sue proprietà terapeutiche.

Ippocrate ne faceva uso come afrodisiaco, mentre i Greci e i Romani la usavano come profumo. Grazie all’azione leggermente cicatrizzante, nel passato se ne ricavava una pasta da apporre sulle ferite, mescolandola con olio d’oliva. Oggi ha anche impiego contro l’influenza e il mal di pancia, combatte il meteorismo ed i disturbi gastrici, oltre alla nausea e al vomito, insonnia, mal di testa, mal di denti, disturbi epatici e digestivi.

Composta prevalentemente da acqua, fibre, ceneri, proteine e carboidrati, la menta presenta una buona concentrazione di sali minerali, in particolare potassio, magnesio, rame, manganese, sodio e fosforo; discreta è anche la quota di vitamine, soprattutto quelle del gruppo A, B, C e D.

Le proprietà della menta dipendono dalla presenza di un alcoolestratto dall’essenza di menta, il mentolo, che è molto utilizzato per preparare cosmetici, profumi e medicinali per il suo potere rinfrescante e per le proprietà spasmolitiche; inoltre ha un’azione antisettica che la vede impiegata anche nella realizzazione di caramelle e per alleviare il mal di gola.
Il mentolo è pure un analgesico pur limitandone l’uso per gli effetti collaterali sul sistema nervoso.

In cucina la menta viene usata per insaporire tanti tipi di

pietanze,salse salate, zuppe e vellutate, nella pasta e nei secondi sia dicarne che di pesce, e soprattutto nei dolci e nelle bibite: dal gelatoai ghiaccioli , dai cocktail agli amari, tutte sfruttano il suo aspettodissetante e rinfrescante e la sua azione digestiva. Basti pensare al famoso  alla menta dei paesi medio-orientali, servito caldissimo aiuta a combattere il senso di sete e ‘rinfresca’ grazie alla menta.

E’ molto presente in particolare nella cucina tunisina e algerina, dove per esempio viene utilizzata per rinfrescare il taboulé e il bulgur,oppure per profumare le melanzane e le zucchine grigliate.

VI PROPONIAMO UNA RICETTA CON LA MENTA: Vellutata fredda di cetriolo e menta

Dal punto di vista terapeutico, grazie alle sue proprietà la menta può essere utile a fine pasto come digestivo oltre ad assolvere una funzione antisettica ed antispasmodica.
In particolare è indicata per chi soffre il mal d’auto o mal di mare, berne un infuso di foglie fresche 2-3 giorni prima del viaggio e anche durante il viaggio aiuta a prevenire nausea e vomito.

La menta poi ha larga applicazione anche nei cosmetici. Ad esempio, sotto forma di infuso è perfetto cometonico e astringente e se la pelle è arrossata, ha anche un effetto rinfrescante. Si prepara un decotto da mettere in una boccetta di vetro sterilizzata con 6 gr (circa 2 manciate) di foglie di menta fresca infuse in 100 ml di acqua bollente per 20 minuti e poi filtrata.

Di Elle

Fonte: www.tuttogreen.it 

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews