Dal petrolio emerge la ‘Jurassic Park’ del Venezuela

Venezuelana paleontologo Ascanio Rincon mostra il cranio di un gliptodonte trovata a Caracas, in Venezuela il agosto 30, 2013

Il  paleontologo   venezuelano Ascanio Rincon mostra il cranio di un gliptodonte trovato in Venezuela, a Caracas il 30 di agosto 2013. Sotto il suolo ricco venezuelano si trovano più fossili che petrolio: i paleontologi hanno trovato tracce di un armadillo delle dimensioni di una Volkswagen, un coccodrillo più grande di un autobus, un mastodonte di sei tonnellate e una tigre dai denti a sciabola.

Nel ricco sottosuolo venezuelano , i paleontologi hanno scoperto tesori che rivaleggiano con il petrolio: un armadillo gigante delle dimensioni di una Volkswagen, un coccodrillo più grande di un autobus e una tigre dai denti a sciabola.

I sondaggi del terreno delle compagnie petrolifere hanno scoperto un tesoro di fossili risalenti dai 14 mila a 370 milioni di anni fa.

Molti dei 12.000 esemplari registrati di epoche diverse sono ora conservati in un minuscolo ufficio dell’Istituto venezuelano di ricerca scientifica.

Loading...

Un forte odore di petrolio riempie la stanza appena Ascania Rincon apre il cassetto di uno schedario per rivelare il femore di un gigante, di sei tonnellate di un  di 25.000 anni fa, alla fine dell’era glaciale.

Turbato dal significato dei reperti, il capo del laboratorio dell’Istituto di Paleontologia è intento a realizzare il suo prossimo obiettivo: individuare fossili umani per la prova della vita dell’uomo preistorico nella zona.

“Siamo vicini.  Abbiamo già trovato punte di lancia”, ha detto a AFP. “Quello che manca è un’indicazione affidabile che l’uomo cacciava la  che stiamo trovando. Mancano solo i fossili umani. ”

Situato nel nord del Sud America, il Venezuela ha una complessa  con ricchi   brulicanti di vita preservata da molto tempo.

Paleontologo Ascanio Rincon mostra ossa di animali phehistoric trovati in Venezuela, a Caracas il agosto 30, 2013

Il paleontologo Ascanio Rincon mostra ossa di animali preistorici trovati in Venezuela, a Caracas nel mese di agosto 2013. 

Il  spiega che la maggior parte dei fossili sono concentrati in una vasta area a nord del fiume Orinoco, dove l’Oceano Atlantico è nato 200 milioni di anni fa,

Circa otto milioni di anni fa, l’Orinoco si è  formato, seguito dall’istmo di Panama (o Istmo di Darien, che collega Nord e Sud America), da tre a cinque milioni di anni fa.

I fossili rinvenuti nel corso delle indagini comprendono un pollo spennato che sembrava un iguana, bradipi di tre metri(10 piedi) pellicano gigante che vivevano sulla terra 12 milioni anni fa, a differenza dei loro parenti moderni che vivono sugli alberi.

Per preparare un fossile per la classificazione possono essere necessari anni. Gli esperti possono impiegare  quattro anni dopo la sua scoperta per identificare una tigre dai denti a sciabola, un beniamino della raccolta doppiato Homotherium venezuelensis.

Paleontologo Ascanio Rincon mostra ossa di animali phehistoric trovati in Venezuela, a Caracas il agosto 30, 2013

Il paleontologo Ascanio Rincon mostra ossa di animali preistorici trovati in Venezuela, a Caracas nel mese di agosto 2013.

Una volta che un fossile viene trovato, gli esperti devono rimuovere il sedimento, trasportarlo, lavarlo e confrontare attentamente a esemplari esistenti.

Nel mese di settembre, l’istituto prevede di annunciare la scoperta in una zona remota del paese di una nuova specie, Rincon ha detto con orgoglio, senza rivelare tutta la sorpresa.

“Immaginate un puzzle di 5.000 pezzi e hai 200 pezzi e si sta cercando di interpretare e trarre una conclusione che potrebbe contribuire in qualche modo alla scienza,” ha detto.

Il laboratorio di Rincon, che annovera solo cinque ricercatori, ha il supporto statale e privata, ma mancano le risorse logistiche e tecnologiche di operazioni simili in altri paesi.

Paleontologo Ascanio Rincon mostra una mascella di un animale phehistoric trovato in Venezuela, a Caracas il agosto 30, 2013

Il paleontologo Ascanio Rincon mostra ossa di animali preistorici trovati in Venezuela, a Caracas nel mese di agosto 2013.

La sua squadra trova in paleontologia una missione per aumentare la consapevolezza di ciò che si trovava sul pianeta milioni di anni fa e di incoraggiare le persone a prendersi cura della Terra di oggi.

“Stiamo distruggendo quel poco che è rimasto delle foreste, oceani, deserti, stiamo distruggendo i nostri ecosistemi e accelerando l’estinzione”, ha detto Rincon.

Il ricercatore,  voleva essere un paleontologo da quando aveva otto anni, ha esortato le giovani generazioni a prendere il testimone.

“La paleontologia è divertente. Sembra che non ha alcuna utilità, ma ha implicazioni economiche. Con un record fossile, siamo in grado di determinare l’età di un giacimento di petrolio”, ha detto.

Di María Isabel Sánchez

© 2013 AFP
Fonte:http://phys.org/news/2013-09-oil-emerges-venezuela-jurassic.html

 

 

nuovo-logo-paginaRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

Ecco il link della pagina: Pianeta blu   -Pianetablunews lo trovate anche su su twitter

 

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.