WISE scopre milioni di buchi neri

Studio WISE scopre milioni di buchi neri

Con l’indagine a raggi infrarossi di tutto il cielo WISE (Wide-field Infrared Survey Explore) ha identificato milioni di candidati quasar.Immagine di credito: NASA / JPL-Caltech / UCLA

La missione WISE ha portato ad una miniera di ritrovamenti di buchi neri supermassicci e galassie estreme chiamate hot dog,e polveri oscuranti galassie.

Loading...

Le Immagini dal telescopio hanno rivelato milioni di polverosi candidati buchi neri in tutto l’universo e circa 1.000 oggetti più polverosi che si pensa che possono essere tra le più brillanti galassie mai trovate. Queste potenti galassie, che bruciano vivacemente con luce infrarossa, sono soprannominate hot dog .

Hashima Hasan, scienziato programma WISE della NASA a Washington ha spiegato “che WISE ha esposto un serraglio di oggetti nascosti trovando stelle fredde simili a sfere,buchi neri e galassie che si nascondono dietro a mantelli di polvere.”

WISE ha scansionato l’intero cielo due volte in luce infrarossa, completando la sua indagine nei primi mesi del 2011. Come visore notturno di sondaggio al buio, il telescopio cattura milioni di immagini del cielo. Tutti i dati della missione sono stati rilasciati al pubblico, permettendo agli astronomi di studiare e fare nuove scoperte .

Gli ultimi risultati aiutano gli astronomi a comprendere meglio come le galassie e i buchi neri nei loro centri crescono  e si evolvere insieme. Ad esempio, il gigantesco buco nero al centro della nostra galassia, la Via Lattea , chiamata Sagittarius A *, dispone di 4 milioni di volte la massa del nostro sole ed è passato attraverso frenesie alimentari periodiche in cui il materiale cade verso il buco nero, si riscalda e si irradia nei suoi dintorni. I più grandi buchi neri centrali, fino ad un miliardo di volte la massa del nostro sole, può anche spegnere la formazione stellare nelle galassie.
Studio WISE scopre milioni di buchi neri
Il cielo intero come mappato dal WISE a lunghezze d’onda infrarosse viene mostrato qui, con in una rappresentazione artistica del satellite WISE . Immagine di credito: NASA / JPL-Caltech / UCLA

In uno studio, gli astronomi del WISE utilizzato per identificare circa 2,5 milioni  di buchi neri attivamente alimentati , che risalgono a distanze di oltre 10 miliardi di anni luce. Circa due terzi di questi oggetti non erano mai stati rilevati prima, perché la polvere blocca la luce visibile. WISE vede facilmente questi mostri, i buchi neri mentre crescono riscaldano la polvere, provocando la luce in luce infrarossa.

Daniel Stern della NASA Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California, autore principale dello studio WISE dei buchi neri, sta preparando un altro progetto per lo studio dei buchi neri utilizzando il NuStar

Wise è per esplorare il cielo intero,mentre NuStar ci sta dando un aspetto completamente nuovo sull’ alta energia a raggi X di luce e di apprendere che cosa li rende così”.

In due altre riviste, i ricercatori del WISE riferiscono di trovare ciò che sono tra le  più brillanti galassie conosciute, uno degli obiettivi principali della missione. Fino ad ora, hanno identificato circa 1.000 candidati.

Questi oggetti estremi possono avere più di 100 miliardi di volte più luce del nostro sole. Ma c’è cosi tanta polvere, tuttavia, che appaiono solo nelle lunghezze d’onda di luce infrarossa catturata dal WISE. NASA Spitzer Space Telescope  ha contribuito dimostrano che, oltre ad ospitare buchi neri supermassicci che fanno spuntini a base di gas e polvere, e su nuove stelle.

“Queste galassie polverose,  sono così rare che WISE ha dovuto acquisire le immagini delll’ intero cielo per trovarli”, ha detto Peter Eisenhardt, autore principale dello studio sul primo di queste  galassie polverose luminose, e scienziato del progetto WISE al JPL. “Stiamo anche vedendo le prove che in queste regioni possono essersi formati prima i loro buchi neri che la maggior parte delle loro stelle. Le «uova» possano essere venute prima dei ‘polli’ “.

Più di 100 di questi oggetti, che si trova a circa 10 miliardi di anni luce di distanza, sono stati confermati con il WM Keck Observatory sul Mauna Kea, nelle Hawaii, così come l’Osservatorio Gemini in Cile, Palomar telescopio da Hale vicino a San Diego di 200 pollici, e il multiplo Telescope Observatory Mirror vicino a Tucson, in Arizona

Le osservazioni WISE, in combinazione con i dati a lunghezze d’onda ancora più a lungo a infrarossi dal dell’Osservatorio Submillimeter Caltech in cima a Mauna Kea, hanno rivelato che queste galassie estreme sono più di due volte più calde come altre brillanti galassie. Una teoria è la loro polvere viene riscaldata da una raffica di attività estremamente potente dal buco nero supermassiccio.

Tutti e tre i lavori sono in corso di pubblicazione sulla rivista Astrophysical Journal.

I tre articoli di riviste tecniche, tra cui PDF, può essere trovato alla arxiv.org/abs/1205.0811 , arxiv.org/abs/1208.5517 e arxiv.org/abs/1208.5518 .

Read more at: http://phys.org/news/2012-08-wise-survey-uncovers-millions-black.html#jCp

Fonte: http://phys.org/news/2012-08-wise-survey-uncovers-millions-black.html

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina: Pianeta blu

Immagine del profilo

Da oggi su facebook trovate una  nuova pagina di pianeta blu: Beautiful exotic planet earth.

La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Questa pagina non ha alcuna finalità di lucro o politica.

ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

Loading...