La quiescenza del Toba è finita?


Nel luogo in cui gli eventi catastrofici di 70.000 anni fa hanno avuto luogo, vi è ora un paesaggio idilliaco con un pittoresco lago al suo centro.
L’area ha grande bellezza, la gente cordiale e molte potenziali attrazioni turistiche. Solo il leggero tremore occasionale, o sbuffo di fumo e di alcune sorgenti calde da un piccolo accenno dell’inferno che si nasconde sotto.
In effetti,Toba è stato probabilmente il luogo dove la lotta moderna dell’Homo sapiens più pericolosa e feroce per la sopravvivenza ha avuto inizio.
Innumerevoli altre specie hanno affrontato la prova stessa – e molte non ce l’ha fatta pharmacieinde.com.
Fig. 2-1. Topografia di oggi intorno al lago Toba, il sito dell’ultima grande eruzione Toba 70.000 anni fa.

Il Lago Toba è circondato da due piccoli vulcani attivi come pure diverse aree e sorgenti termali.
Queste caratteristiche indicano che vi è attività di sotto della superficie oggi e che la pressione è in aumento.
L’isola Samosir purtroppo è la prova della la spinta del volume di magma verso l’alto dal basso.
Sembra che il Toba periodicamente produca grandi eruzioni e che esploderà di nuovo ma non si sa quando.

Caratteristiche vulcaniche intorno al lago Toba oggi:
la zona grigia indica la depressione topografica
area verde Aree coperte da duomi lavici.
1 caldera Sibandung: in 73.000 anni fa (Young Toba Ash)
2 Haranggaol caldera: in 500.000 anni fa (Middle Toba Ash)
3 caldera Sibandung: in 800.000 anni fa (Old Toba Ash)
Gli eventi altri eventi non erano grandi come l’evento di 73.000 anni fa
ma erano ancora grandi eruzioni di almeno VEI 7.
V1 Tandukbenua (Sipisopiso) – giovane andesitico vulcano
V2 Pusubukit vulcano – giovane andesite vulcano
D1 Pardepur cupole di dacite
D2 Tuk-tuk cupola di riolite
HS Sorgenti Calde.

Foto satellitari dell’area del Toba



Il meccanismo delle sue gigantesche eruzioni è il seguente.
Nel corso di poche migliaia di anni,il magma sale dal basso, un cono vulcanico si sviluppa sulla superficie e questo aumenta la pressione aumenta fino a quando il vulcano esplode in una grande eruzione.
L’eruzione si esaurisce quando la pressione dal basso è diminuita. Si forma una depressione che gradualmente si riempie con l’acqua piovana e forma un lago per alcune migliaia di anni.
Poi la pressione magma inizia a salire di nuovo dal basso e un’isola è spinto verso l’alto nel lago. Questa è la situazione oggi con l’isola di Samosir.

I flussi di lava – flussi di lava di 1.000 mc. km,che coprirono una superficie di Sumatra si propagarono da costa a costa 20.000 a 30.000 km quadrati e spessi da 50 e 150 m (a volte fino a 400 m) nei pressi della caldera mentre 50 m era lo spessore in media.
La temperatura della lava, prima dell’eruzione è stata di circa 750 ° C.
La temperatura del materiale che emerge nel momento in cui si fermò si pensa che fosse stato di circa 550 ° C e in pochi giorni raffreddato a circa 100 ° C – ma sotto la superficie è rimasta caldo più a lungo.
Fig. 3-3. I campi di lava prodotti dal recente evento di Sumatra. Adattato da ref. WI Rose et al, 1990.

Utilizzando un tempo dell’ eruzione di 9-14 giorni (rif. WI Rose, 1990) con un volume di materiale eiettato in un tasso medio 8 x 10 12 g / s è stato calcolata una quantità di 8 milioni di tonnellate di materiale al secondo (rif. WI Rose, 1990).
Le aree direttamente interessate dalla caduta di cenere dall’esplosione Toba devono essere speculative, ma un sitoin India centrale, per esempio, oggi ha uno spessore non inferiore a 6 m (20 ft) (rif. Acharya SK et al., 1993).
La maggior parte del sud-est asiatico, parti di Sunda, isole Andamane e Nicobare, insieme con tutto il subcontinente indiano e dello Sri Lanka erano coperti da cenere profondo.
Tale caduta pesante avrebbe sterminato la maggior parte delle piante e la vita animale nelle zone colpite.
La profondità delle ceneri riduce gradualmente verso ovest, ma può ancora essere prevista fosse stata notevole in Medio Oriente e parte dell’Africa orientale.
La brusca caduta della temperatura dell’acqua di mare è stato determinata con l’isotopo dell’ossigeno metodo(O 18 / O 16) .
I diversi metodi utilizzati in una varietà di materiali Toba sono d’accordo su una ruvida datazione della manifestazione: in modo definitivo, ha avuto luogo qualche tempo tra77.000 e 69.000 anni fa.

Loading...

A quando la prossima eruzione?
E se Toba eruttasse oggi come fece in passato? Sarebbe una catastrofe.
Robock e i suoi colleghi hanno valutato che una megaeruzione abbasserebbe le temperature globali di circa 17°C per diversi anni, seguiti da decenni per un recupero delle condizioni normali. Questo colpirebbe pesantemente la popolazione umana riducendo drammaticamente la produzione agricola e la vegetazione, provocando mancanza di viveri, inedia e morte.
Due anni dopo lo Tsunami, il vulcano Toba ha ripreso la sua attività con tremori armonici,segnali di movimento del magma che potrebbero premonire entro un futuro prossimo equivalente di un secolo,un decennio,o forse molto di più,di una nuova eruzione.


Fonte: http://expianetadidio.blogspot.it/2012/05/il-ciclo-di-quescienza-del-toba.html

 

 

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina:

https://www.facebook.com/pages/Pianeta-blu/190882504295322

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.