Comete polverizzate intorno a una giovane stella

Il disco di polveri delle comete che circonda la giovane stella Fomalhaut, visto dal telescopio europeo Herschel (fonte: ESA/Herschel/PACS/Bram Acke, KU Lovanio, Belgio)

Il disco di polveri delle comete che circonda la giovane stella Fomalhaut, visto dal telescopio europeo Herschel (fonte: ESA/Herschel/PACS/Bram Acke, KU Lovanio, Belgio)

Un anello di comete polverizzate circonda una giovane stella: potrebbe essere un ritratto del Sistema Solare giovanissimo, quando gli scontri fra comete e altri corpi celesti che si stavano formando erano molto frequenti .Un anello di comete ridotte in polvere da migliaia di collisioni circonda una giovane stella: le sue immagini sono state catturate dal telescopio spaziale europeo Herschel e potrebbero essere un ritratto del Sistema Solare giovanissimo, com’era quando gli scontri fra le comete e altri corpi celesti che si stavano formando erano molto frequenti.
Le immagini inviate a Terra da Herschel hanno permesso di analizzare la composizione della cintura di polveri e detriti che circonda la stella Fomalhaut e il risultato della ricerca è pubblicato sulla rivista Astronomy & Astrophysics. Lo studio, condotto dal gruppo dell’università belga di Lovanio, coordinato da Bram Acke, indica che i detriti provengono dalle collisioni che distruggono migliaia di comete ghiacciate ogni giorno. La stella Fomalhaut, spiegano gli esperti, è molto giovane, ha poche centinaia di milioni di anni ed una massa grande due volte quella del Sole. La sua cintura di polveri è stata scoperta negli anni ’80, ma le immagini del satellite dell’Agenzia Spaziale Europea (Esal hanno permesso di osservarla per la prima volta nel lontano infrarosso e più nei dettagli.
Le osservazioni mostrano che le temperature nella fascia sono comprese fra -230 e -170 gradi e che la polvere ha le proprietà termiche caratteristiche di particelle solide delle dimensioni di pochi milionesimi di metro. Ma questo ha creato un paradosso, perché osservazioni del telescopio spaziale Hubble suggeriscono invece che i grani sono dieci volte più grandi: una caratteristica che sembra essere incompatibile con la temperatura della fascia misurata da Herschel. Per risolvere il paradosso, i ricercatori suggeriscono che i grani di polvere devono essere grandi aggregati soffici, simili a particelle di polvere rilasciate dalle collisioni fra comete nel nostro Sistema Solare. Questo renderebbe i dati coerenti con le corrette proprietà termiche delle polveri osservate. Tuttavia, questo porta a un altro problema: la luce di Fomalhaut dovrebbe soffiare fuori dalla cintura e molto rapidamente piccole particelle di polvere, ma i grani sembrano rimanere in quantità abbondante nella fascia. L’unico modo per superare questa contraddizione è ipotizzare che la cintura venga alimentata da continue collisioni tra gli oggetti in orbita attorno a Fomalhaut, che producono continuamente nuove polveri e detriti. Per sostenere la fascia, il tasso di collisioni dovrebbe essereimpressionante: ogni giorno, secondo lo studio, l’equivalente di due comete del diametro di 10 chilometri oppure 2.000 comete del diametro di un chilometro dovrebbero collidere fra loro, producendo piccole e soffici particelle di polvere. Di conseguenza nella cintura dovrebbero trovarsi tra 260 miliardi e 83.000 miliardi di comete, a seconda delle loro dimensioni.

Loading...

Fonte: http://ansa.it/scienza/notizie/rubriche/spazioastro/2012/04/13/visualizza_new.html_184518220.html

 

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina:

https://www.facebook.com/pages/Pianeta-blu/190882504295322

Loading...