Sulla Terra avvengono 100 fulminazioni al secondo con 2000 morti ogni anno: come proteggersi?

Credit: Renato Sansone - MeteoWeb

fulmini sono un fenomeno molto comune sulla superficie terrestre. Ogni secondo nel mondo si scagliano oltre 100 fulminazioni, con un’energia straordinaria. Ognuno può contenere fino ad un miliardo di volt di elettricità.  Tale enorme scarica elettrica è causata da uno squilibrio tra cariche positive e negative. Durante una tempesta le particelle di acqua, ghiaccio o neve presenti all’interno della nube collidono, aumentando questa differenza di potenziale e caricando negativamente la base delle nubi temporalesche. Gli oggetti a terra, come i campanili, gli alberi e la terra stessa, si caricano invece positivamente, andando a generare un’enorme differenza di potenziale elettrico al quale la natura cerca di “rimediare” facendo passare corrente tra le due cariche. Le cariche negative si insinuano progressivamente verso il basso dal fondo di un cumulonembo, generando un canale attraverso il quale viene trasferita elettricità. L’espansione dell’aria dovuta a questo canale genera un fortissimo rumore che noi percepiamo come il tuono, udibile sempre successivamente in quanto il suono ha una velocità decisamente minore rispetto a quella della luce (340 m/s contro i 300.000 Km/s della luce). Con un semplice calcolo veniamo quindi a conoscenza che il tuono perderà circa tre secondi per ogni chilometro di distanza. Un esempio pratico per calcolare la distanza di un fulmine è contare i secondi tra la scarica e il tuono e moltiplicare per 300 per conoscere la distanza in metri. Nonostante l’infinità di scariche elettriche presenti in ogni momento nel mondo, l’origine del fenomeno non è del tutto chiara. Sono state studiate varie cause che includono i parametri atmosferici (vento, umidità, attrito e pressione atmosferica), ma anche l’impatto di particelle provenienti dal vento solare e l’accumulo di particelle solari. I fulmini non si verificano soltanto tra nube e suolo o tra nubi: ne vengono osservati generalmente anche in presenza di incendi boschivi estremi, nelle eruzioni vulcaniche e in tempeste di neve.

Credit: Renato Sansone - MeteoWeb

COME PROTEGGERSI – L’aria immediatamente accanto ad una scarica elettrica viene surriscaldata cinque volte la temperatura della superficie del Sole, permettendo all’aria di crescere rapidamente e di vibrare. Le scariche elettriche generate non sono solo spettacolari, ma anche notevolmente pericolose. Ogni anno, circa 2000 persone vengono uccise da un fulmine in tutto il mondo. Qualcuno riesce a sopravvivere, ma a patto di sopportare disturbi notevoli, quali perdita di memoria, vertigini, ustioni, debolezza, intorpidimento, o altri gravi disturbi che alterano la vita.  Generalmente si descrive il fulmine come una singola scarica, ma sono molto frequenti i casi in cui si verificano una serie di scariche in rapida successione. L’intervallo di tempo tra una scarica e l’altra oscilla tipicamente tra i 5 e i 500 millisecondi. Per proteggersi dai fulmini sono necessarie varie accortezze che a dire la verità un pò tutti conosciamo. Vale a dire non proteggersi sotto un albero, non toccare oggetti che conducano elettricità e calore, non farsi il bagno a mare, privarsi di catenine e oggetti metallici a contatto con il corpo, non stazionare su terreni pianeggianti dove il corpo possa fungere da antenna, non utilizzare il telefono di rete fissa durante una tempesta, ecc. Se si dovesse sentire un formicolio tra i capelli è necessario piegarsi sulle ginocchia in modo da non creare terreno fertile al fulmine per colpirci. Uno dei luoghi comuni notoriamente più diffusi è il fatto che in auto le gomme possano proteggerci. Ciò non è vero se l’auto avesse i finestrini aperti, in quanto solo nel caso in cui questi fossero chiusi agirebbe come una gabbia di Faraday, così come le finestre di un’abitazione. Importante spegnere sorgenti elettromagnetiche come i telefonini nei casi più eclatanti. Questi accorgimenti possono salvare molte vite umane, perché se è vero che la possibilità di essere colpiti resta notoriamente bassa, specie se ci si trova in città, è anche vero che prevenire è meglio che curare.

Di Renato Sansone

Loading...

Fonte: http://www.meteoweb.eu/2012/03/sulla-terra-avvengono-100-fulminazioni-al-secondo-con-2000-morti-ogni-anno-come-proteggersi/123515/

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina:

https://www.facebook.com/pages/Pianeta-blu/190882504295322

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.