L’antenato di tutti gli animali

L’animale più antico del mondo – un microscopico fossile a forma di “spugna”  – è stato scoperto in Africa. Potrebbe essere l’antenato di tutti gli esseri viventi

paleontologia,biologia

Un’immagine al microscopio elettronico di Otavia antiqua. Immagine per gentile concessione di Anthony Prave, University of St. Andrews

Loading...

Otavia antiqua, così si chiama la minuscola “creatura”, scoperta in Namibia, in rocce che hanno ben 760 milioni di anni. “I suoi fossili sono molto piccoli, come dei granelli di sabbia, ma ne abbiamo trovati a centinaia”, spiega Anthony Prave, il geologo della University of St. Andrews (Regno Unito) che ha condotto la ricerca.

“In effetti, osservando al microscopio le sezioni sottili delle rocce, abbiamo visto migliaia di esemplari, il che fa supporre che fossero molto diffusi”. E anche se microscopiche, queste spugne si sono rivelate molto importanti. Essendo il primo organismo pluricellulare, Otavia può essere infatti considerato il precursore di tutto ciò che definiamo “animale”, dinosauri ed esseri umani compresi.

Piccoli ma resistenti

Prima di questa nuova scoperta, l’essere vivente più antico dotato di cellule specializzate, di tessuti e organi distinti, era un’altra spugna primitiva, datata 650 milioni di anni.

Secondo gli autori della scoperta, pubblicata sul South African Journal of Science, Otavia viveva in un ambiente lagunare, in acque calme e basse, e si nutriva di alghe e batteri. Risucchiava le “prede”

attraverso i pori che ricoprivano il suo corpo tubolare, e poi le digeriva in una cavità al suo interno. Da qui i nutrienti venivano assorbiti direttamente dalle cellule. E sembra che questo semplice sistema abbia funzionato a lungo.

Sulla base dei resti fossili, pare infatti che Otavia sia riuscita a superare almeno due periodi glaciali particolarmente intensi, conosciuti come “Terra a palla di neve”, durante i quali il nostro pianeta fu completamente ricoperto dai ghiacci.

Nonostante questi intensi cambiamenti climatici,”i fossili di Otavia, sia quelli più antichi che quelli più recenti, hanno mantenuto sempre la stessa forma ovoidale con grandi aperture verso l’esterno”, spiega Prave. In pratica, per tutta la durata della loro esistenza sulla Terra – 200 milioni di anni – questi animaletti non si sono evoluti molto: erano veramente fatti per durare.

fonte:http://www.nationalgeographic.it/scienza/2012/02/09/news/scoperto_lantenato_di_tutti_gli_animali-840529/

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.