Il cacciatore di asteroidi brasiliano di 8 anni è ufficialmente l’astronomo più giovane del mondo

Quando Nicole Oliveira stava appena imparando a camminare, ha alzato le braccia per raggiungere le stelle nel cielo.

Oggi, a soli otto anni, è conosciuta come l’astronoma più giovane del mondo, alla ricerca di asteroidi attraverso un programma affiliato alla NASA, partecipando a seminari e incontri internazionali con le principali figure dello spazio e della scienza in tutto il Brasile.

Loading...

Nella sua stanza, piena di poster del Sistema Solare, razzi in miniatura e pupazzi di Star Wars, Nicolinha, come è affettuosamente chiamata, lavora al suo computer studiando le immagini del cielo su due grandi schermi.

Il progetto, chiamato Asteroid Hunters , mira ad avvicinare i giovani alla scienza, dando loro la possibilità di fare le proprie scoperte spaziali.

È amministrato dall’International Astronomical Search Collaboration , un programma scientifico cittadino affiliato alla NASA, in collaborazione con il Ministero della Scienza del Brasile.

Raggiante di orgoglio, Nicolinha ha detto all’AFP di aver già trovato 18 asteroidi.

“Li chiamerò come gli scienziati brasiliani, o membri della mia famiglia, come mia madre o mio padre”, ha detto l’allegra ragazza con i capelli castano scuro e una voce acuta.

Se le sue scoperte saranno confermate, che potrebbero richiedere diversi anni, Oliveira diventerà la persona più giovane al mondo a scoprire ufficialmente un asteroide, battendo il record del diciottenne italiano Luigi Sannino.

“Lei ha davvero l’occhio. Identifica immediatamente i punti nelle immagini che sembrano asteroidi e di solito avverte i suoi colleghi quando non sono sicuri di averne trovato uno”, ha detto Heliomarzio Rodrigues Moreira, professore di astronomia di Oliveira  in una scuola privata della città di Fortaleza nel nordest del Brasile, che frequenta grazie a una borsa di studio.

“La cosa più importante per lei è condividere le sue conoscenze con altri bambini contribuendo alla diffusione della scienza”, ha aggiunto Moreira.

Nicole Oliveira lavora al computer nella sua casa di Fortaleza, in Brasile. (Jarbas Oliveira / AFP)

Passione per l’astronomia

La famiglia di Nicolinha si è trasferita a Fortaleza dalla loro città natale di Maceió, a circa mille chilometri di distanza, all’inizio di quest’anno dopo che Nicolinha ha ricevuto una borsa di studio per frequentare la prestigiosa scuola. Suo padre, un informatico, è riuscito a mantenere il suo lavoro da telelavoro.

“Quando avevo due anni, alzava le braccia al cielo e mi chiedeva: ‘Mamma, dammi una stella’”, ha detto sua madre, Zilma Janaca, 43 anni, che lavora nell’artigianato.

“Ci siamo resi conto che questa passione per l’astronomia era seria quando ci ha chiesto un telescopio come regalo di compleanno quando ha compiuto quattro anni. Non sapevo nemmeno cosa fosse un telescopio”, ha aggiunto Janaca.

Nicolinha era così determinata a prendere un telescopio che ha detto ai suoi genitori che lo avrebbe scambiato per tutte le sue future feste di compleanno. Anche così, questo regalo è stato molto costoso per la famiglia e la ragazza l’ha ricevuto solo quando ha compiuto 7 anni e tutti i suoi amici hanno risparmiato denaro per l’acquisto, ha detto sua madre.

Sul suo canale YouTube , Nicolinha ha intervistato personaggi influenti come l’astronoma brasiliana Duilia de Mello, che ha partecipato alla scoperta di una supernova chiamata SN 1997D.

L’anno scorso, Oliveira si è recato a Brasilia per incontrare il ministro della Scienza e astronauta Marcos Pontes, l’unico brasiliano finora ad essere stato nello spazio.

Per quanto riguarda le sue ambizioni, Nicolinha vuole diventare un ingegnere aerospaziale.

“Voglio costruire razzi. Mi piacerebbe andare al Kennedy Space Center della NASA in Florida per vedere i loro razzi”, ha detto.

“Vorrei anche che tutti i bambini in Brasile avessero accesso alla scienza”, dice.  [Science Alert]

Fonte:   hypescience.com 

 

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...