Per la prima volta, gli scienziati sono stati in grado di comunicare con persone che sognavano

Questo è stato ottenuto durante la cosiddetta fase REM, in cui i sogni sono vividi e la tua esperienza è assoluta. Pertanto, è stato possibile stabilire un contatto durante il momento più intenso durante il sonno.

Succede che, per la prima volta, gli scienziati sono riusciti a comunicare con persone che stavano sognando . È qualcosa di assolutamente senza precedenti, perché quando sognano, le persone tendono a disconnettersi completamente dal loro ambiente.

Loading...

ROMPERE LA BARRIERA DEL SOGNO NON È FACILE

Un sognatore è intrappolato nell’universo dei sogni. Ti disconnetti letteralmente dal mondo che ti circonda. Pertanto, sembra impossibile che qualcuno (dall’esterno del sogno) possa comunicare con il sognatore.

Per realizzare questa comunicazione, sono stati condotti diversi esperimenti nel Laboratorio del Sonno e della Memoria dell’Istituto Tecnologico di Buenos Aires (ITBA). Ci voleva una squadra speciale per ottenere risultati.

In questo modo, si spera di ottenere informazioni sensibili dai sogni delle persone. Questo è qualcosa che il creatore della psicoanalisi , Sigmund Freud , avrebbe senza dubbio apprezzato nei suoi studi sulla mente umana.

LA PROCEDURA PER COMUNICARE CON I SOGNATORI

Tutti i dati sono stati raccolti a Buenos Aires, ma in realtà hanno partecipato 36 persone in diversi paesi: USA, Germania, Francia e Olanda. Fin dall’inizio, le persone hanno cercato di entrare nel sonno REM.

 Il REM (Rapid Eye Moviment) è una fase in cui gli occhi della persona si muovono velocemente e il tuo corpo entra in completa armonia con ciò che sta sognando.

 Era necessario indurre il sonno attraverso la narcolessia .

 I dormienti hanno ricevuto una serie di elettrodi : vicino agli occhi, sul cuoio capelluto e nella zona del mento.

 Tutta questa impalcatura tecnologica ha permesso di monitorare le onde cerebrali .

 Prima di addormentarsi, i partecipanti ricevevano istruzioni: dovevano rispondere alle domande mediante movimenti dei bulbi oculari .

 La prima domanda è stata se fossero già nella fase del sonno , alla quale hanno risposto con un gesto premeditato.

 Uno dei partecipanti è stato anche in grado di fare una semplice operazione matematica nel bel mezzo di un sogno, rispondendo alle domande con il gesto dei suoi occhi.

 Al risveglio, i partecipanti hanno affermato che le voci delle persone intorno a loro sono state ascoltate come voci fuori campo durante il sonno.

Infine, i numeri: il 18% dei test ha dato una comunicazione chiara, il 17% ha dato risposte incomprensibili e il 60% non ha avuto risposte. Il 5% non ha dato risultati. I numeri sembrano bassi, ma è un primo tentativo.

Forse è un modo per capire dall’interno il significato dei sogni più comuni. Allo stesso tempo, in futuro, potresti essere in grado di entrare pienamente nei sogni degli altri .

Potresti anche essere interessato: perché i milionari della Silicon Valley stanno costruendo bunker in Nuova Zelanda?

Hai sentito parlare di un esperimento del genere? Forse sembra uscito da un film di fantasia. Tuttavia, è un esperimento che ha già dato i suoi primi risultati.

Foto di Mystic Art Design da Pixabay

Fonte :LA NACION

Hernán Lameda

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...