Il bizzarro video di una scimmia che gioca ai videogiochi con la sua mente ha implicazioni drastiche per l’umanità

Neuralink, la startup di impianti cerebrali fondata da Elon Musk, capo di SpaceX e Tesla, ha pubblicato un nuovo video di una scimmia di nove anni chiamata “Pager” che gioca a Pong … con la sua mente.

Il video di tre minuti mostra Pager che impara a controllare un computer con la sua attività cerebrale. All’inizio, la scimmia utilizza un joystick per interagire con il computer, guadagnandosi un “gustoso frappe alla banana, consegnato con una cannuccia”. Il narratore afferma che Pager ha due dispositivi Neuralink impiantati nel suo cervello, uno in ciascun emisfero; i dispositivi, che Musk chiama “Fitbit “.

Loading...

Nella prima parte del video, viene mappata l’attività cerebrale di Pager: come usa i suoi muscoli per controllare il joystick. Mentre Pager suona, il narratore spiega che i dispositivi Neuralink nel suo cervello stanno leggendo la sua attività cerebrale, che viene decodificata da un computer. Quando la squadra disconnette il joystick, Pager continua a giocare e l’impianto cerebrale gli permette di giocare a “MindPong”, come l’ha soprannominato Neuralink.

Guarda il video completo qui sotto:

Musk ha detto in un tweet giovedì che il primo prodotto della startup consentirebbe “a qualcuno paralizzato di usare uno smartphone con la mente più velocemente di qualcuno che usa i pollici”:

“MindPong è una prima dimostrazione delle potenziali capacità di N1 Link”, ha affermato la società in un comunicato stampa. “Tuttavia, è importante ricordare che è una piccola parte di ciò che il nostro dispositivo mira a ottenere”.

Nel comunicato stampa sul sito web Neuralink, l’azienda afferma che “il nostro primo obiettivo è restituire alle persone paralizzate la loro libertà digitale: comunicare più facilmente tramite testo, soddisfare la loro curiosità su Internet, esprimere la loro creatività attraverso la fotografia e l’arte, e , sì, giocare ai videogiochi ”. [ CNet ]

Se riusciamo a fare tutto più velocemente con il cervello che con le dita, come dice Musk, non è difficile immaginare che questa tecnologia sostituirà le nostre mani come dispositivi di input in futuro rendendo mouse e tastiere completamente obsoleti. Potremmo non aver più bisogno di schermi come li conosciamo oggi. Occhiali come i Google Glass potrebbero offrire uno schermo che solo l’utente può vedere. Ancora di più Neuralink o un concorrente creeranno sicuramente impianti che proiettano immagini direttamente nella corteccia visiva, eliminando completamente qualsiasi tipo di schermo che gli occhi debbano vedere, più o meno come nel film Anon del 2018.

Oggi siamo – tutti – una specie di cyborg. Abbiamo una corteccia cerebrale attaccata che è il nostro smartphone, che espande radicalmente le nostre capacità cognitive: siamo situati in qualsiasi regione con GPS, comunichiamo in ogni momento con una o milioni di persone contemporaneamente e abbiamo accesso a tutta la conoscenza dell’umanità nel palmo delle nostre mani. Come saranno questi nuovi umani che avranno tutto questo potere senza nemmeno bisogno di alzare un dito dipende dalla nostra immaginazione.

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...