Ibuprofene: allerta globale, rivelati i gravi danni causati dal farmaco

L’ibuprofene può aggravare le infezioni che afferma di trattare, e uno studio in Europa è stato ordinato dopo aver rilevato 337 complicanze dovute all’uso del farmaco.

L’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari di Francia (ANSM) ha messo in guardia medici e pazienti sui rischi che l’uso di delibuprofene e di un farmaco simile, il ketoprofene , comporta nel trattamento di alcune infezioni. Inoltre, ha chiesto alle autorità europee una ricerca approfondita su questi due farmaci.

L’ibuprofene è stato consolidato negli ultimi decenni come il farmaco più utilizzato, dopo il paracetamolo, contro i casi lievi di dolore, infiammazione e febbre. Ma sostengono che potrebbe aggravare le stesse infezioni che devono essere trattate con il suo uso, e un ampio studio europeo è stato richiesto dopo aver rilevato 337 complicanze dovute all’uso del farmaco .

Loading...

Nel 2015, l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) aveva già messo in guardia sui rischi cardiovascolari di questo stesso farmaco, disponibile in commercio in molti paesi e ampiamente utilizzato, specialmente nei bambini.

Secondo il recente rapporto dell’agenzia francese, le segnalazioni di angina, rinofaringite, otite, tosse, infezione polmonare e persino lesioni cutanee e varicella potrebbero peggiorare con l’uso di ibuprofene .

I centri regionali di Tours e Marsiglia hanno concluso che vi sono numerose infezioni, in particolare infezioni da streptococco, che possono essere aggravate dall’assunzione di questi due farmaci . Queste complicazioni sono state osservate dopo brevissimi periodi di trattamento (da due a tre giorni) quando l’ibuprofene o il ketoprofene erano stati prescritti o usati nell’automedicazione per la febbre, i problemi benigni dovuti alle infiammazioni di pelle, respirazione, orecchio e gola. .

Lo studio è iniziato nel 2000 e, durante lo sviluppo, i ricercatori francesi hanno analizzato 337 casi di complicanze infettive gravi con ibuprofene e ketoprofene  di cui 49 che hanno portato a ricoveri,  e anche qualche decesso.

Precedenti studi si erano concentrati sulle dosi somministrate, che ne raccomandavano una riduzione.Questi lavori hanno concluso che nella maggior parte dei casi non è necessario utilizzare la dose più venduta in Spagna (600 milligrammi per gli adulti) e che sono sufficienti 400 milligrammi. L’uso di ibuprofene è stato anche collegato a disturbi cardiaci, intestinali e vascolari.

Martial Fraysse , presidente dell’Ordine Farmacia Ile de France (regione di Parigi) e membro dell’Accademia di Farmacia ha spiegato perché ha aspettato così tanto tempo per lanciare questo avvertimento. Ha detto, infatti, più di 20 anni fa, che il settore scoraggia l’uso di alcuni di anti – infiammatori come l’ibuprofene o ketoprofene nei bambini e nei giovani adulti dopo aver scoperto gravi effetti collaterali sulla popolazione.

“Per vent’anni abbiamo rilevato due morti l’anno, così come le complicanze infettive gravi. Siamo di fronte a due batteri, pneumococchi o streptococchi, che hanno brutalmente amplificato i loro effetti  utilizzando questi anti-infiammatori. Essi non devono essere utilizzati come pure anche in brevi periodi a causa del pericolo che essi contengono”.

Allo stesso modo, l’ANSM ha dato regole di buon uso di questo anti – infiammatori, compreso l’uso in ”  dose minima efficace con la durata più breve ” per interrompere il trattamento non appena scompaiono i sintomi e non prolungarlo  più di tre giorni nel caso di febbre o più di cinque se c’è dolore, oltre a evitarlo in caso di varicella.

E TU, COSA NE PENSI DI ANALIZZARE LA RELAZIONE TRA RISCHIO E BENEFICIO DI QUESTO FARMACO COSÌ AMPIAMENTE USATO NEL MONDO?

fonti:

Infobae

iProfesional

Io sono Carmine

Fonte: www.bioguia.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...