RITROVATI IN BRASILE TUNNEL GIGANTI SCAVATI DA ENORMI ANIMALI ESTINTI

Animali giganti popolavano la terra prima  della comparsa dell’Homo sapiens , e hanno lasciato indizi incredibili della loro  esistenza, come i tunnel giganti in Brasile. Si ritiene che i responsabili di questi tunnel sono armadilli e bradipi giganti, di  più di una tonnellata di peso, che si estinsero 10.000 anni fa.

Questi tunnel ,chiamati Paleotocas, cominciarono ad essere studiati solo all’inizio degli anni 2000, e hanno attirato l’attenzione per  le loro dimensioni e il gran numero, soprattutto nel Mezzogiorno.Questi tunnel  sono stati scoperti da vari ricercatori come Heinrich Frank, un geologo e professore presso l’Università Federale di Rio Grande do Sul, e Amilcar Adamy, geologo per il  Mineral Resources Research Company (CPRM), Rondônia.

Loading...

Heinrich Frank , il ricercatore di riferimento in tutto il mondo su questo tipo di studi,dice:”Per la maggior parte dei fossili di vertebrati, abbiamo solo le ossa, abbiamo indizi su come vivevano, come si comportavano, se vivevano da soli o in gruppo, ecc.Ma di questi antichi animali giganti abbiamo ritrovato le tane.E’ molto raro per la paleontologia trovare questo tipo di informazioni  sulla specie estinta “.

Ci sono diversi tipi di Paleotocas. Fino ad oggi, ne sono stati ritrovati circa 2000, per lo più in Rio Grande do Sul. Decine sono a Santa Catarina e alcuni sono in Paraná e São Paulo. L’ultimo è stato scoperto  la scorsa settimana. Molti sono ostruiti da sedimenti  dovuti agli agenti atmosferici e ,secondo un disegno di legge è impossibile accedervi, ma almeno 50 di essi possono essere esplorati. Sono stati identificati tre tipi di altezza di apertura: 80 cm, 1,2 m e 2 m. La profondità varia, ma può arrivare fino a 60 m.

Immagine di credito: Wikimedia Commons

I paleotocas erano probabilmente scavati da bradipi giganti come glossotherium e scelidotherium , che abitavano le Americhe nel Pleistocene. E ‘anche possibile che i fori siano stati scavati dagli armadilli giganti.

Rio Grande do Sul

immagine di credito: Heinrich Frank

Il giorno in cui ha scoperto il suo primo paleotocas, Heinrich Frank stava guidando su una strada in un pomeriggio di Venerdì quando passava da una costruzione nel tratto vicino alla città di Novo Hamburgo. Un particolare  attirò la sua attenzione: la collina  che veniva scavata dal team di costruzione presentava un buco molto particolare.

Frank,incuriosito,decise di tornare in quel luogo, un paio di settimane più tardi per indagare ulteriormente. Il foro era effettivamente l’ingresso di un tunnel  di circa quattro metri di profondità.Inoltre, ha identificato segni di artigli sul soffitto del tunnel.

Esplorando l’area con i suoi studenti, Frank ha trovato decine di altri tunnel. Alcuni sono stati completamente riempiti dai detriti a causa dell’interferenza del tempo e  dell’acqua, mentre altri sono ancora liberi.

Rondônia

immagine di credito: CPRM

Amilcar  Adamy, CPRM,aveva sentito delle voci sull’esistenza di una strana grotta nello stato di Rondônia nel 2010. Era Impossibile contattare il proprietario del terreno dove si trovava la grotta, e così non poteva studiare il sito. Solo cinque anni dopo, lui e il suo team sono stati in grado di tornare al sito per l’analisi. [ IFLScience , Discover Magazine ]

Fonte: hypescience.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...