Gli scienziati possono realizzare cellule leucemiche che si uccidono a vicenda

La leucemia, un gruppo di tumori  che colpiscono il midollo osseo e il sangue, è notoriamente difficili da trattare, spesso recidivi e diventano resistenti al trattamento. Ma un nuovo studio, pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences, potrebbe offrire una speranza, rivelando che è possibile portare le cellule leucemiche ad uccidersi a vicenda.

Più precisamente, i ricercatori dello Scripps Research Institute (TSRI) hanno interpretato una tecnica che convince le cellule della leucemia  a trasformarsi in cellule immunitarie, riscrivendo la loro programmazione biologica. La chiave, per così dire, è un anticorpo umano estremamente raro. Ma i ricercatori dove lo trovano, e come funziona?

Gli anticorpi sono proteine ​​prodotte naturalmente dal sistema immunitario del corpo umano. Essi agiscono come alleati dei globuli bianchi , individuano gli invasori stranieri come i microbi e li neutralizzano direttamente o li codificano per la distruzione.

Loading...

Recentemente, gli scienziati stavano cercando di trovare terapie anticorpali per trattare le persone con deficit di cellule immunitarie in cui il midollo osseo non produce abbastanza globuli bianchi. Speravano di trovare anticorpi che attivano i recettori sulle cellule del midollo osseo immature che potrebbero causare cambiamenti in cellule mature. Negli ultimi anni, sono riusciti a fare questo. Quello che non si aspettava di vedere, però, era che una manciata di questi anticorpi in crescita indotta attivano cellule del midollo osseo immature in tipi completamente diversi, come le cellule che normalmente si trovano nel sistema nervoso.

La leucemia mieloide acuta (LMA) è un tipo particolarmente aggressivo di leucemia che attacca le cellule mieloidi del corpo; queste cellule si occupano di infezioni batteriche, parassiti e prevengono la diffusione di danni ai tessuti. Chi soffre di AML producono troppi globuli bianchi nel loro midollo osseo, che interferisce con la normale produzione di altri tipi di cellule del sangue.

I ricercatori hanno invaso un campione di sangue umano ricco di cellule AML pericolosi con questi anticorpi in crescita e, e quello che hanno trovato era notevole: gli anticorpi hanno trasformato le cellule AML in cellule dendritiche, cellule di supporto chiave all’interno del sistema immunitario. Con più di esposizione agli anticorpi, queste cellule sono state maturate ulteriormente in cellule che assomigliano e si comportano in modo simile alle cellule che danno la caccia e uccidono le minacce del corpo, compresi i virus, batteri e cellule tumorali.

Questi “natural killer” (NK),  hanno mostrato la capacità di estendere i loro tentacoli nei loro fratelli cancerosi, distruggendo il 15% di in un campione in un solo giorno. Incredibilmente, queste cellule NK sembrano solo impegnarsi in un fratricidio, il targeting è solo sul primo tipo di cellule AML, non su altri tipi di cellule tumorali.

I ricercatori sperano che questa tecnica – che hanno chiamato “terapia fratricidin” – può essere utilizzato per trasformare una serie di cellule tumorali in cellule NK specifiche al fine di curare un paziente del suo cancro e guarirlo.

Fonte:http://www.iflscience.com/health-and-medicine/scientists-can-now-make-leukemia-cells-kill-each-other

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.