Scoperta sulla demenza senile e l’Alzheimer: un farmaco per il cancro è capace di combatterli

AlzheimerUn medicinale contro il cancro dà nuova speranza nella lotta contro la demenza senile ed il terribile morbo d’Alzheimer. A segnalarlo in Italia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti” associazione da sempre impegnata anche nel divulgare le scoperte scientifiche più recenti per ammalati e pazienti.La scoperta arriva dopo che gli scienziati hanno scoperto che la proteina tossica a lungo ritenuta responsabile d’innescare la demenza non è la vero colpevole. Invece, sarebbe un’altra proteina interamente che  attiva la distruzione delle connessioni vitali del cervello.La ricerca apre la strada ad un trattamento usando il nipotini, farmaco anticancro, che è già assunto da pazienti per combattere un tipo di leucemia.Ciò quando la proteina colpevole dei malfunzionamenti impedisce alle cellule di sgombrare un accumulo di “spazzatura” nel cervello.

I ricercatori della Georgetown University Medical Centre di Washington hanno scoperto che il nilotinib può aiutare a forzare le connessioni del cervello – chiamate neuroni – per cancellare l’accumulo.La ricerca, pubblicata online il primo novembre sulla rivista specializzata “Journal of Molecular Neurodegeneration”, è arrivata alla conclusione che i neuroni sono uccisi quando la proteina tau, che è stato sempre conosciuta per svolgere un ruolo nello sviluppo del morbo di Alzheimer, non riesce a funzionare. Il ruolo di Tau è quello di fornire una struttura simile a una pista di treno che permette alle cellule di cancellare l’accumulo di proteine indesiderate e tossiche. La ricercatrice Charbel Moussa ha detto: “quando il tau è anormale, queste proteine, che comprendono la beta amiloide, si accumulano all’interno dei neuroni. “Le cellule iniziano a rigettare le proteine come meglio possono, così che esse non possono esercitare i loro effetti tossici all’interno della cellula. Capire perché le cellule nervose muoiono nel morbo di Alzheimer è un obiettivo chiave nella ricerca dei trattamenti”. “Un farmaco che aiuta a tau fare il suo lavoro può aiutare a proteggere contro la progressione della malattia.” Lo studio suggerisce che è la proteina beta amiloide rimanente – ritenuta a lungo responsabile d’innescare la demenza – che non è spinta fuori che distrugge le cellule, piuttosto che le placche che accumulano all’esterno.

La dottoressa Moussa aggiunto: “quando  la tau non funziona, pera la cellula non è possibile rimuovere “l’immondizia”, che a quel punto include beta amiloide come grovigli di tau non funzionanti, e la cellula muore. La tau malfunzionante può verificarsi a causa di geni difettosi o attraverso l’invecchiamento. Quando gli individui invecchiano, per alcune tau è possibile un malfunzionamento mentre resta ancora abbastanza normale che tau aiutano a eliminare l’immondizia. In questi casi, i neuroni non muoiono. La Dott. ssa Moussa ha detto: “Ciò spiega le osservazioni cliniche di confusione degli anziani che hanno l’accumulo di placca ma senza demenza.” Tim Parry, ricercatore dell’Alzheimer Research UK, ha detto: “Capire perché le cellule nervose muoiono nel morbo di Alzheimer è un obiettivo chiave nella ricerca di trattamenti e questo studio aggiunge un importante indizio che punta alla proteina tau come una parte importante di questo processo”. Nel 2012 ricercatori di Cleveland, Ohio, hanno scoperto che il bexarotene farmaco anticancro  della pelle potrebbe anche aiutare contro la placca tossica dal cervello.

Loading...

Fonte:http://www.globochannel.com/2014/11/03/scoperta-demenza-senile-lalzheimer-farmaco-per-cancro-capace-combatterli/

 

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter. Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,

aspetta due secondi si aprirà un finestrella.
Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente
.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog https://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.