Come facciamo a terraformare Venere?

How do we terraform Venus?

Rappresentazione artistica di una superficie di Venere. Credit: ESA / AOES

Potrebbe essere possibile terraformare Venere, un giorno, quando la nostra tecnologia sarà abbastanza avanzata. Le sfide per Venere sono totalmente diverse da quelle di Marte.

Ci sono molte ragioni reali per ammirare Venere da lontano, ma la mia preferita, è molto simile a quella di Marte,la possibilità di trasformarlo in un luogo di vacanza e di rifugio. Venere è un gemello virtuale della Terra. Ha una superficie solida e una gravità molto simile alla Terra.

Si può già immaginare da soli lì con un cappello da sole su un telo da mare. C’è sono solo alcune complicazioni. C’è una pressione atmosferica folle di 91 atmosfere, e quel che è peggio  non c’è ossigeno. E ‘un solo un enorme serbatoio di CO2 soffocante. Piove anche acido solforico.

Loading...

Quindi, al fine di terraformare Venere, abbiamo bisogno di diminuire la temperatura, ridurre lo spessore dell’atmosfera , e c’è la semplice questione di rendere l’aria respirabile.

Venere è così dannatamente caldo a causa dell’atmosfera densa di CO2, la prima cosa che dobbiamo fare è raffreddare il pianeta. Se si imposta un enorme ombra spaziale che blocca tutta la luce solare che colpire l’atmosfera, la temperatura scenderebbe. Il raffreddare sarebbe dicentinaia di gradi sino a congelare la CO2  e si accumula in cumuli a terra. Poi si potrebbe raccogliere il carbonio, seppellirlo o spararlo nello spazio.

Un’altra, altrettanto folle idea sarebbe quella di costruire città galleggianti in alto nell’atmosfera di Venere. Avrebbero bisogno di contenere le fabbriche che succhiavano il biossido di carbonio dall’atmosfera e suddividere in carbonio e ossigeno. Il carbonio dovrebbe essere manyenuto in strutture grafene, e l’ossigeno diventerebbe il gas di sollevamento per mantenere le città galla. Con la presenza di più città, si potrebbe bloccare la luce del sole e contribuire a raffreddare il pianeta.

Purtroppo, la lenta rotazione del pianeta è ancora un grosso problema. Una giornata solare su Venere è di 116 giorni terrestri di lunghezza. Si potrebbe accelerare la sua rotazione con passaggi ravvicinati di asteroidi, o utilizzare quell’aggengio spaziale folle per creare ombra e a sua volta creare un ciclo giorno / notte artificiale.

How do we terraform Venus?

5 febbraio 1974, la missione Mariner 10 della NASA ha preso questa prima foto di Venere . Credit: NASA

Si potrebbero anche scaricare enormi quantità di calcio e magnesio in atmosfera per sottrarre il carbonio a distanza. Purtroppo, ci sarebbe bisogno di più della massa di uno dei più grandi asteroidi che attualmente abbiamo a disposizione.

How do we terraform Venus?

Una vista radar di Venere ripresa dalla sonda Magellan, con alcune lacune compilate dal orbiter Pioneer Venus. Credit: NASA / JPL

Terraformare Venere è spaventosamente più difficile di terraformare  Marte. Ma è ancora possibile con sufficiente pianificazione, la tecnologia e la pazienza, e questo è piuttosto sorprendente.

Fonte:http://phys.org/news/2014-07-terraform-venus.html # JCP

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter.  Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,
aspetta due secondi si aprirà un finestrella.
Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

 

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.