Cina: scoperto nuovo dinosauro gigante che riscrive la storia della specie

datangi Yongjinglong

Anche se probabilmente non era bravo a basket, questo gigante mangia-piante dalla Cina è ancora, senza dubbio, una scoperta notevole.

Identificato dai paleontologi provenienti dalla Cina e dagli Stati Uniti con il nome scientifico di “datangi Yongjinglong”, l’enorme animale preistorico apparteneva al gruppo dei Titanosauria, una famiglia di sauropodi (dinosauri dal collo lungo), che mangiavano i vegetali a foglia verde del periodo Cretaceo oltre 100 milioni di anni fa. I sauropodi sono tra gli animali più grandi nella storia del pianeta.

Loading...

Lo studio è stato finanziato dalla National Science Foundation naturale della Cina, cento talenti per il Progetto della Accademia Cinese delle Scienze, il Gansu Ufficio di geologia e risorse minerarie, e la National Science Foundation. I ettagli della scoperta di Yongjinglong sono stati recentemente pubblicati sulla rivista online PLoS One.

Il team è stato in grado di identificare il nuovo dinosauro sulla base di un numero di ossa rinvenute nel 2008, nella zona sud-orientale della provincia del Gansu Lanzhou, bacino nel nord-ovest della Cina.

Tra i fossili trovati erano presenti tre denti, otto vertebre, la scapola sinistra, e il raggio a destra e ulna del lungo collo del colosso.

datangi Yongjinglong“La scapola è molto lunga, quasi 2 metri, con i lati che erano quasi paralleli, a differenza di molti altri titanosauri le cui scapole piegavano verso l’esterno”, ha rivelato Li-Guo Li, che proviene dalla University of Pennsylvania.

La scapola era così lunga, infatti, che non sembra adattarsi alla cavità corporea dell’animale se inserito in un orientamento orizzontale o verticale, come è il caso con altri dinosauri. L’osso deve essere orientato ad un angolo di 50 gradi rispetto all’orizzontale. “

Descritto come un titanosauride di medie dimensioni, il Yongjinglong dei campioni che gli scienziati hanno scoperto è si crede sia stato un esemplare giovane dalle dimensioni inferiori a quelli di un esemplare di età adulta, che si stima abbia raggiunto tra i 50 a 60 piedi (15-18 metri) di lunghezza.

Li ha aggiunto che sono venuti a questa conclusione perché la scapola e il coracoide della scapola non condensati “lasciando il potenziale di crescita” nella sua età adulta.

Mentre il sauropode portava analogie con un altro titanosauro cinese, l’Euhelopus zdanskyi, le caratteristiche uniche dei fossili “hanno permesso loro di identificare Yongjinglong come una specie tutta nuova”.

Il dente più lungo che gli scienziati hanno scoperto raggiunge quasi i 15 centimetri di lunghezza, mentre un dente più corto ha rivelato due contrafforti (creste ossee), al contrario dei denti di Euhelopus (avente una sola cresta). Inoltre, le otto vertebre (uno dal collo, sette dal corpo) hanno anche rivelato la possibilità che il gigantesco erbivoro avesse sacche d’aria all’interno del suo corpo.

“Questi spazi sono insolitamente grandi in questa specie”, secondo lo studio co-autore Peter Dodson, professore presso la University of Pennsylvania. “Si ritiene che i dinosauri, come gli uccelli, avessero sacche d’aria nel loro tronco, nella cavità addominale e del collo, un modo di alleggerire il corpo.”

Per rispondere alle loro domande sulla genealogia di Yongjinglong, gli scienziati hanno confrontato i fossili contro altri esemplari provenienti da Cina, Africa, Sud America e Stati Uniti.

“Abbiamo utilizzato tecniche paleontologiche standard per confrontarla con filogenesi basate su altri campioni”, ha spiegato Dodson. “E ‘sicuramente molto più derivata di Euhelopus e mostra strette analogie con specie provenienti dal Sud America.”

Questa nuova scoperta ha anche migliorato il punto di vista dei ricercatori su esattamente quanto tempo (e dove) i sauropodi hanno proliferato nell’era mesozoica.

“Sulla base dei fossili degli Stati Uniti, si è pensato che i sauropodi prevalessero durante il Giurassico, estinguendosi nel Cretaceo”, ha ammesso Dodson.

“Ora ci rendiamo conto che, in altre parti del mondo, in particolare in Sud America e Asia, dinosauri sauropodi continuarono a fiorire nel Cretaceo, così il pensiero che fossero componenti minori non è più una visione sostenibile.”

Yongjinglong non è la prima meraviglia dal collo lungo dalla zona nella storia recente – nel corso dell’ultimo decennio, altri due titanosauri, Huanghetitan liujiaxiaensis e Daxiatitan binglingi, sono stati rinvenuti in una vallata a solo un chilometro di distanza.

Tuttavia, i risultati mostrano che Yongjinglong è evolutivamente il più avanzato dei sauropodi asiatici scoperti finora.

“Come recentemente nel 1997 solo una manciata di dinosauri erano conosciuti da Gansu”, ha detto Dodson. “Ora è una delle aree più importanti della Cina.”

“Questo dinosauro è un altro dei tesori di Gansu.” –  TJD, GMA News

Fonte: www.gmanetwork.com

Condiviso da: http://www.globochannel.com/2014/02/04/cina-scoperto-nuovo-dinosauro-gigante-che-riscrive-la-storia-della-specie/

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter.

Segui anche il nostro blog http://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.