Alieni terroristi potrebbero attuare un attacco cibernetico?

Vla

Immagine gentilmente concessa da NRAO / AUI e NRAO

Fin dai tempi  HG Wells ‘1898  nel classico romanzo “La guerra dei mondi”, nei libri di fantascienza, film e persino videogiochi  gli autori si sono divertiti a raffigurare flotte aliene di invasione della Terra .

Loading...

Anche lo stimato astrofisico Stephen Hawking ha speculato su un invasione spaziale per la conquista della Terra.

Ma forse i bellicosi extraterrestri preferiscono attaccarci letteralmente alla velocità della luce.

Analisi: perchè gli alieni ci invadono?

In un articolo pubblicato sul io9.com , un collaboratore di George Dvorsky ha chiesto ad un paio di scienziati del SETI, se una trasmissione radiofonica aliena potrebbe contenere un virus progettato per infettare i nostri computer ed effettuare guai indicibili. Hanno detto che le probabilità sono piuttosto basse, ma non impossibili.

La frase “non impossibile” è fondamentale per ogni speculazione sul futuro. Tutti gli eventi immaginati che rispettano le nostre leggi attuali della fisica sono possibili, non importa quanto improbabile.

Questo è meglio descritto in una delle tre leggi di previsione di Arthur C. Clarke : “Quando un scienziato famoso ma anziano dice che qualcosa è possibile quasi certamente ha ragione. Quando dice che qualcosa è impossibile molto probabilmente ha torto.” 

Questa cautela è da mettere da parte sulla speculazione circa i cyberwars alieni, si tratta di salti giganteschi nella logica che spingono otre la frontiera della plausibilità.

Gli alieni dovrebbero in qualche modo avere una conoscenza intima della nostra tecnologia del computer. Non è un piccolo trucco, a meno che possono teletrasportarsi uno dei nostri personal computer sul loro pianeta.

Solo civiltà orbitanti intorno alle stelle entro 90 anni luce dalla Terra nemmeno sospetterebbero che noi abbiamo un programma SETI per la ricerca di vita aliena. Sono passati meno di 100 anni da quando le radiazioni elettromagnetiche prodotte artificialmente sono andate perse nel vuoto dalla nostra società.

I 10 Posti per trovare la vita aliena

Se assumiamo che una di queste ipotetiche civiltà vicine si  è impegnata in un cyber-attacco terroristico interstellare, ci vorrebbero decine di anni perchè il loro segnale raggiunga i nostri radiotelescopi alla velocità della luce. Nel frattempo la nostra tecnologia informatica si sarebbe sostanzialmente evoluta da quello che è oggi .

Le barriere del tempo e dello spazio cosmico garantiscono un firewall da attacchi informatici.

Oppure a meno che, gli extraterrestri sviluppato una sorta di capacità di intercettazione quantistica più veloce della luce che consentirebbe ai loro malware di arrivare  istantaneamente regolati per far saltare gli ultimi aggiornamento per la protezione Microsoft.

Più fondamentalmente, perché una civiltà avanzata dovrebbe sprecare tempo e risorse per minare la nostra tecnologia relativamente primitiva?

Tutto quello che si può immaginare (sarebbe divertente fare una storia di fantascienza)è se un virus alieno ha rilevato un sistema automatizzato di fabbrica di armi militari (come è stato fatto dagli hacker nel film del 1983 “Brainstorm” ) e riprogramma i robot di assemblaggio per sfornare un esercito di androidi assassini che sembrano dei terminator.

SETI @ home_Multi-Beam_screensaver

SETI Institute

Provate a immaginare se avessimo una sorta di macchina del tempo dove abbiamo potuto comunicare con gli antichi romani e ci teletrasportano i loro progetti per fare un drone Predator o addirittura una mitragliatrice.

Viaggi nei paradossi del tempo a parte, sarebbe del tutto impossibile per i Romani fabbricare tali dispositivi, anche se sono separati da noi solo da 2000 anni e non 10.000, 100.000 o 1 milione di anni. Questo più probabilmente è il gap evolutivo tra noi e gli  scienziati esperti extraterrestri, data l’età della nostra galassia.

Quindi, se si sta utilizzando SETI @ Home o Astropulse a caccia di ET non verranno rimossi dal computer. Le probabilità di virus alieni di entrare nel vostro hard disk come posso immaginare sono quasi impossibili.

Di Ray Villard

Fonte: http://news.discovery.com/space/could-terrorist-aliens-cyberattack-us-120705.html

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine facebook“ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter.

Segui anche il nostro blog http://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!

Loading...