Ha 85 anni e pulisce la spazzatura che gli altri non vogliono vedere su una spiaggia italiana

Tutte le azioni ambientali hanno valore, ancora di più quando ammirano e sorprendono. È il caso del lavoro di un uomo di 85 anni.

I rifiuti sono uno dei problemi ambientali più complessi che dobbiamo affrontare oggi come società. I rifiuti prodotti dall’uomo hanno un grande impatto sull’ambiente, contaminando il suolo, i mari e colpendo anche un gran numero di animali.

Tuttavia, è anche un dato di fatto che esiste un forte movimento attuale che cerca di invertire questa situazione; associazioni ambientaliste, grandi organizzazioni a favore della sostenibilità e un gran numero di attivisti. Ad esempio, un uomo di 85 anni in Italia porta avanti una battaglia personale contro i rifiuti negli oceani.

UN ATTEGGIAMENTO AMBIENTALISTA AMMIREVOLE

Fernando ha 85 anni e insieme al suo gruppo familiare, alla moglie e ai suoi 3 figli, dedica parte del suo tempo alla pulizia della spazzatura che si osserva su una spiaggia del nord-est d’Italia, chiamata Veneto. Questa bellissima spiaggia è la città natale di Fernando e lui sostiene di non sopportare di vedere come si accumulano i rifiuti sulla costa.

Quest’uomo attualmente vive a Milano; Ogni tanto però torna con la famiglia in Veneto e mentre cammina raccoglie i rifiuti della costa. Anche se è vero che lo fa in proprio e senza alcun compenso, fa anche parte di diverse associazioni ambientaliste che sostengono la sua causa .

Una delle associazioni a cui Fernando appartiene è “Plastic Free”, che sono stati proprio loro a far conoscere la sua storia, che ha ammirato molti e che può essere considerata un esempio da seguire. Fernando è il membro più anziano di questa associazione, ma non è l’unico; Lo segue a ruota un collega di 82 anni, a dimostrazione che non esiste un limite di età per essere utili e per dare un contributo importante alla società.

ESPANSIONE DELLA CONSAPEVOLEZZA ECOLOGICA

Molti pensano che l’ecologia sia una questione da nuove generazioni, ma la verità è che la sensibilità per l’ambiente non ha età. È essenziale comprendere che l’unico modo per avvicinarsi a una soluzione alla crisi ambientale che abbiamo è integrarsi tutti a favore dello stesso obiettivo.

L’ecologia deve smettere di essere una materia scolastica e diventare una consapevolezza che alla fine porta ad azioni concrete. Certamente l’ecologia deve essere insegnata alle generazioni più giovani, ma anche le grandi aziende, i media e anche le generazioni più anziane, come nel caso di Fernando, devono essere integrati nel lavoro ambientale.

Il lavoro che ci resta è molto duro, perché ora non si tratta solo di smettere di usare più plastica o meno legno; Si tratta anche di risolvere il problema accumulato in decenni di uso indiscriminato, inquinamento e mancanza di consapevolezza.

Quindi tutte le azioni che favoriscono questo obiettivo sono benvenute; anche se si tratta di attività come quella di Fernando, di raccogliere personalmente la spazzatura accumulata sulla spiaggia. Ebbene, queste azioni, oltre a collaborare all’obiettivo, diventano un esempio che crea e diffonde la consapevolezza ambientale , che è la speranza più grande per salvare il nostro bellissimo pianeta.

UN OTTIMO ESEMPIO!

Deliana Moreno

Fonte: www.bioguia.com

Seguici su Telegram Instagram Facebook | Pinterest | x