Tartaruga ritrovata in soffitta dopo 30 anni: l’incredibile storia di Manuel

La tartaruga Manuela era scomparsa da 30 anni quando, dopo la morte del padrone di casa, si era deciso di mettere ordine in soffitta ed era stata ritrovata proprio lì, viva e vegeta

La piccola Nathalye De Almeida aveva spesso sentito sua madre parlare di una tartaruga da compagnia di nome Manuela, che aveva avuto da bambina nei primi anni ’80. Sfortunatamente, queste storie sono sempre state attraversate da un velo di nostalgia, in questo caso perché un giorno del 1982, quando la madre di Nathalye aveva solo 8 anni, Manuela era scomparsa all’improvviso. All’epoca, la famiglia della piccola aveva pensato che la tartaruga si fosse allontanata di casa. Non fu più ritrovata, fino a qualche anno fa.

Infatti, 30 anni dopo, nel 2013, quando il nonno di Nathalye De Almeida era appena morto, tutti si sono riuniti nella casa di famiglia per sistemare le proprie cose. Il defunto aveva lasciato una soffitta molto disordinata, e mentre la stanza veniva svuotata e le sue cose venivano spostate per essere smistate, qualcuno notò qualcosa di strano. Lì, nella scatola di un vecchio recinto di legno, c’era una tartaruga che riconobbero immediatamente: era Manuela.

Siamo rimasti scioccati! Mia madre è entrata piangendo perché non ci credeva. Avevano trovato Manuela!“, racconta Nathalye ai giornalisti della rivista americana The Dodo, specializzata in animali. Incredibilmente, la tartaruga era riuscita a sopravvivere per tre decenni intrappolata in soffitta. Secondo la sua famiglia, avrebbe resistito mangiando larve di termiti di cui la stanza brulicava in alcuni punti.

Come si può immaginare, tutta la famiglia è stata felicissima di ritrovare Manuela, soprattutto perché non avevano più riponevano più alcuna speranza in un tale esito. Era viva e vegeta, e lo è ancora. Quasi 10 anni dopo essere stata ritrovata, e 40 anni dopo esserne stata denunciata scomparsa, Manuela non è mai stata meglio. L’unico cambiamento evidente è che è stata identificata come una tartaruga maschio e ora si chiama Manuel.

Da quel momento inaspettato, Nathalye De Almeida si è presa cura di Manuel quotidianamente, assicurandosi che non gli manchi nulla. “Manuel sta andando molto bene. È cresciuto molto. L’ho portato a vivere con me perché ho molto affetto per lui“, ha confidato. La nuova padroncina di Manuel ha detto che riceve ancora molte domande sulla tartaruga miracolata e sulla sua riscoperta dopo tanti anni in soffitta. L’incredibile storia e il ‘viaggio’ di Manuel stupiscono molte persone in tutto il mondo. Ma una cosa è certa, non è mai scomparso dal cuore della madre di Nathalye De Almeida: “Lei gli fa visita ogni settimana, felice di vedere la figlia con lui. Lei lo nutre, lo accarezza e lo bacia. Fa parte della nostra famiglia. Lui è uno di noi“.

A cura di Monia Sangermano

Fonte: www.meteoweb.eu

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews