Trovato vicino al Cairo il tempio del sole egiziano perduto: “il più grande ritrovamento in 50 anni”

In una nuova elettrizzante scoperta, gli archeologi hanno trovato i resti di quello che credono sia uno dei sei templi del sole mai costruiti dai faraoni della quinta dinastia. La scoperta fatta ad Abu Gorab, a sud del Cairo e a nord del sito archeologico di Abusir, viene salutata come una delle più importanti degli ultimi decenni. Due dei sei templi del sole sono già stati trovati e l’ultima scoperta ne fa tre. Sono passati 50 anni o più da quando è stato scoperto il secondo tempio del sole egiziano, e l’ultima scoperta sta causando molta eccitazione.

Gli archeologi credono di avere prove abbastanza forti di aver portato alla luce un terzo tempio del sole. Stranamente, le rovine del 3° tempio del sole giacciono sotto i resti del successivo tempio del sole Nyuserre, costruito da Nyuserre Ini, il sesto sovrano della V dinastia durante il periodo dell’Antico Regno.

Loading...

Il dottor Massimiliano Nuzzolo, assistente professore di Egittologia presso l’Accademia delle Scienze di Varsavia, ha dichiarato al Telegraph :

“Sapevamo che c’era qualcosa sotto il tempio di pietra di Nyuserre. Il fatto che ci sia un ingresso così grande farebbe pensare a un nuovo edificio. Allora, perché non un altro tempio del sole, uno dei templi del sole mancanti?”

Riproduzione artistica di un tempio del sole egizio della V dinastia. (National Geographic / Windfall Films / MCPR )

La quinta dinastia: costruttori dei templi di Ra Sun

I templi del sole dell’antico Egitto erano dedicati al potente dio del sole Ra, che era anche il dio creatore del pantheon egizio. Questi templi avevano lo scopo di conferire lo status di divinità ai faraoni che li costruirono. I templi del sole hanno quindi concesso loro lo status di dio mentre erano ancora in vita.

Le piramidi

d’altra parte sono state costruite come luoghi di riposo finale per garantire che i faraoni risorgessero come dei nell’aldilà , dice il Sole spiegando lo scopo dei templi del sole rispetto a quello delle piramidi. Fonti primarie del periodo menzionano da sei a sette diversi templi del sole costruiti dai faraoni della quinta dinastia .

I sei re associati all’aver costruito i templi del sono Userkaf , Sahure , Neferirkare , Reneferef o Neferefre , Nyuserre e Menkauhor . L’ottavo faraone della dinastia, Djedkare Isesi , sembra aver interrotto bruscamente la pratica.

Fino alla recente scoperta , erano stati trovati solo i resti di due di questi templi, quello commissionato dal faraone Userkaf ad Abusir e quello commissionato dal faraone Nyuserre Ini della stessa dinastia ad Abu Gorab.

Manufatti appena scoperti ad Abu Gorab relativi alla scoperta del tempio del sole della terza quinta dinastia. (National Geographic / Windfall Films / MCPR)

Manufatti appena scoperti ad Abu Gorab relativi alla scoperta del tempio del sole della terza quinta dinastia. (National Geographic / Windfall Films / MCPR )

Il tempio più antico di Abu Gorab

Questo è esattamente ciò che rende l’ultima scoperta ad Abu Gorab così eccitante. Il terzo tempio del sole si trova sotto il tempio di Nyuserre, che regnò per 25-30 anni alla fine del 25esimo secolo a.C.

Gli archeologi che scavavano nel tempio di Nyuserre avevano notato una base più antica fatta di mattoni di fango, che indicava l’esistenza di un altro edificio nel sito, 50 anni fa. Hanno poi scoperto la base profonda 60 cm di un pilastro di calcare bianco che ha suggerito che la struttura originale fosse piuttosto impressionante.

Tuttavia, ci sono voluti altri 50 anni per trovare ulteriori prove, sotto forma di una serie di barattoli di birra pieni di fango. Questi manufatti erano una chiara prova che questo non faceva parte del tempio fuori terra ma parte di un tempio completamente diverso e più antico.

I barattoli di birra pieni di fango erano l'ultima prova dell'esistenza di un precedente tempio del sole nel sito. (National Geographic / Windfall Films / MCPR)

I barattoli di birra pieni di fango erano l’ultima prova dell’esistenza di un precedente tempio del sole nel sito. (National Geographic / Windfall Films / MCPR )

Secondo Mail Online , il dottor Nuzzolo ha dichiarato: “Ora ho molte prove che quello che stiamo scavando qui è uno dei templi del sole perduti”.

I vasetti di birra pieni di fango erano offerti dagli antichi egizi nei loro siti più sacri e la loro scoperta qui insieme ai resti architettonici ha confermato che avevano trovato il tempio del sole della quinta dinastia. I faraoni della V dinastia regnarono per circa 150 anni dall’inizio del 25 ° secolo aC alla metà del 24 ° secolo aC.

I templi del sole furono tutti costruiti secondo lo stesso schema. Ognuno aveva un ampio cortile con un pilastro o un obelisco allineato con l’asse est-ovest del sole. Come le piramidi, avevano un’entrata e un’uscita separate e furono tutte costruite sulla riva occidentale del fiume Nilo. Sebbene per lo più distrutte, le loro rovine suggeriscono che si trattasse di luoghi di culto all’aperto piuttosto che chiusi.

Quest’ultimo ritrovamento dall’Egitto conferma che questa antica civiltà, centro di studi e finanziamenti archeologici da più di un secolo, non ha svelato tutti i suoi segreti e che molte scoperte sensazionali rimangono per ora nascoste.

Immagine in alto: Abu Gorab è il sito in cui è stato scoperto il tempio del sole della 3a V dinastia egizia sotto un tempio del sole più giovane! Fonte: National Geographic / Windfall Films / MCPR

di Sahir Pandey

Fonte:   www.ancient-origins.net

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...