Gli umani si stanno evolvendo: alcuni individui stanno sviluppando un’arteria mediana dell’avambraccio

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Anatomy ha dimostrato che l’ Homo sapiens (cioè noi) non ha ancora finito con l’evoluzione. Un’indagine dei ricercatori dell’Università di Adelaide ha scoperto che i nostri avambracci contengono prove convincenti che ci stiamo ancora evolvendo, anche se su piccola scala, poiché la prevalenza di un vaso sanguigno chiamato arteria mediana è aumentata in modo significativo dalla fine del 19 ° secolo.

Durante la fase embrionale del nostro sviluppo, l’arteria mediana è il vaso principale che trasporta il sangue all’avambraccio e alla mano. In passato, l’arteria mediana era scomparsa quando le arterie radiale e ulnare la sostituiscono mentre il bambino si sta ancora sviluppando nell’utero, essendo una caratteristica rara nell’avambraccio adulto, ma i risultati dei ricercatori rivelano che non solo l’arteria mediana non sta è scomparendo in alcuni individui ma che queste persone rappresentano un gruppo in continua crescita.

Loading...

Lo studio stima che circa uno su tre di noi conservi questa arteria mediana, una statistica che continuerà per i prossimi 80 anni, ma si prevede che la tendenza continuerà poiché l’arteria mediana diventerà sempre più comune come caratteristica permanente dell’avambraccio umano . Quando si scopre che più del 50 per cento delle persone soffre di “anormalità”, cesserà di essere anormale e diventerà la nuova norma per l’anatomia umana.

I ricercatori hanno definito questo cambiamento “microevoluzione”, poiché mentre, secondo le loro stime, gli esseri umani moderni si stanno evolvendo a un ritmo più veloce rispetto a qualsiasi fase negli ultimi 250 anni, il cambiamento è piccolo. Se avessimo fatto germogliare uno strato di pelle tra le braccia e il corpo che ci ha permesso di librarci in volo, in stile scoiattolo volante (la possibilità sarebbe una bella cosa) questo sarebbe ovviamente un esempio più significativo di evoluzione.

“Dal 18 ° secolo, gli anatomisti hanno studiato la prevalenza di questa arteria negli adulti e il nostro studio mostra che è chiaramente in aumento”, ha detto l’autore dello studio Dr Teghan Lucas in una dichiarazione . “La prevalenza era di circa il 10% nelle persone nate a metà degli anni 1880 rispetto al 30% in quelle nate alla fine del XX secolo, quindi si tratta di un aumento significativo in un periodo di tempo piuttosto breve, quando si parla di evoluzione.

“Questo aumento potrebbe essere il risultato di mutazioni di geni coinvolti nello sviluppo dell’arteria mediana o problemi di salute nelle madri durante la gravidanza, o entrambi in realtà. 

Non è chiaro quali benefici abbia portato la ritenzione di quest’arteria in linea con la teoria dell’adattamento della “sopravvivenza di Darwin del più adatto” , ma i ricercatori ritengono che sia una caratteristica anatomica benefica poiché aumenta l’afflusso di sangue complessivo all’avambraccio e alla mano. Si spera che possa essere utilizzato anche durante gli interventi chirurgici in sostituzione di vasi danneggiati in altre parti del corpo.

Secondo i ricercatori, questa microevoluzione arteriosa si unisce a una manciata di esempi che dimostrano come l’anatomia umana stia cambiando nel tempo, comprese le connessioni anormali del piede, una crescente assenza di denti del giudizio e una crescente presenza di un piccolo osso nella parte posteriore del l’articolazione del ginocchio chiamata fabella .

L’autore senior, il professor Maciej Henneberg, ha dichiarato: “Questa è la microevoluzione negli esseri umani moderni l’arteria mediana è un perfetto esempio di come ci stiamo ancora evolvendo perché le persone nate più di recente hanno una maggiore prevalenza di questa arteria rispetto agli esseri umani delle generazioni precedenti”.

Rachael Funnel

Immagine: Screenshot Youtube

Fonte: www.iflscience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...