Perchè rimanere a casa? dal 25% al 50% delle persone contagiate da COVID 19 sono asintomatiche

Un nuovo studio islandese ha dimostrato che il 50% delle persone che risultano positive al test COVID-19 sono asintomatiche. Allo stesso tempo, negli Stati Uniti, il Center for Disease Control and Prevention stima che il 25% dei portatori di coronavirus non mostri alcun segno della condizione.

“Le informazioni che ora confermiamo sono che un numero significativo di persone infette in realtà rimane privo di sintomi. Questo numero può arrivare fino al 25% “, ha dichiarato il direttore del Centro, Dr. Robert Redfield, al NPR .

Loading...

Questi dati nuovi e inquietanti mostrano l’importanza dell’isolamento e della distanza fisica come potenti armi per prevenire la diffusione del virus.

Quarantena

Circa il 90% della popolazione americana vive in zone isolate, il che significa che le persone dovrebbero rimanere nelle loro case e limitare i loro passi il più possibile, secondo la CNN . I dati dell’Università di Hopkins indicano che ci sono 216.722 casi confermati nel paese, con 5.137 decessi.

Numerosi funzionari della sanità hanno parlato a favore della quarantena e affermano che sembra funzionare, soprattutto a King County, Washington, l’epicentro del coronavirus nel paese.

“Stiamo assistendo a riduzioni nei contatti da persona a persona che sono progressivamente migliorate e ci hanno portato a un punto in cui stiamo avendo un impatto molto positivo”, ha dichiarato il dott. Jeff Duchin, funzionario della sanità pubblica di Seattle e King County.

A New York, una città particolarmente colpita da COVID-19, l’ analisi della CNN ha rivelato che l’aumento medio giornaliero dei casi la scorsa settimana è stato del 17%, una forte riduzione rispetto al 58% registrato nei sette giorni precedenti.

59 mila vite salvate

Un sondaggio europeo su larga scala condotto da scienziati dell’Imperial College di Londra (Regno Unito) ha concluso che interventi precoci, come la distanza fisica e le severe restrizioni ai movimenti delle persone, hanno già salvato decine di migliaia di vite.

I ricercatori hanno studiato i dati degli interventi effettuati in 11 paesi europei, determinando che “insieme hanno avuto un impatto sostanziale sulla trasmissione” del coronavirus.

Si stima che, entro il 31 marzo, le azioni di questi 11 paesi avessero salvato “59.000 morti”.

Il Brasile ha 6.931 casi confermati e 244 morti, sebbene non stia conducendo test di massa sulla popolazione. Il numero di casi è aumentato in modo significativo nell’ultima settimana e mezzo. Con l’esempio di tante altre nazioni, l’ordine di rimanere a casa è essenziale in questo periodo. [ CNN ]

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...