Perché l’esercito degli Stati Uniti ha deciso di collaborare con un’organizzazione UFO?

Un team di ricercatori UFO ha recentemente affermato di essere venuto in possesso di materiale proveniente da un veicolo spaziale alieno. 
Questo materiale non aveva quelle caratteristiche strutturali tipiche dei tradizionali metalli terrestri o leghe ufficialmente riconosciute. Queste dichiarazioni erano state più o meno ridicolizzate dalla stampa e dalla comunità scientifica. Eppure, nonostante tutto, l’esercito americano ha deciso di collaborare ufficialmente con un gruppo di ufologi americani.To The Stars Academy of Arts & Science (TTSA) ha annunciato il 19 ottobre 2019 un accordo di cooperazione in materia di ricerca e sviluppo con il comando strategico delle forze armate statunitensi. La partnership inizialmente vedrà l’organizzazione ufologica aiutare l’esercito americano a sviluppare e migliorare le capacità operative dei suoi veicoli terrestri. To The Stars Academy of Arts & Science afferma che il progetto si baserà sulle recenti innovazioni e ricerche ottenute attraverso la scienza dei materiali, ingegneria metrica spazio-temporale, fisica quantistica, propulsione dell’energia del fascio e camuffamento attivo in modo da migliorare la sopravvivenza e l’efficienza dei sistemi d’arma dell’esercito statunitense. Questa notizia segue di pochi giorni la pubblicazione di una serie di foto da parte del TTSA che mostravano diversi oggetti dall’aspetto metallico, interpretati come dei detriti recuperati da uno schianto UFO.”La nostra collaborazione con il TTSA risulta particolarmente entusiasmante e poco tradizionale poiché attraverso essa intendiamo lavorare su dei materiali innovativi e tecnologie rivoluzionarie in modo da migliorare le capacità dei nostri sistemi di terra“, ha affermato il dott. Joseph Cannon del comando del futuro del esercito americano.”In merito al Land Vehicle Systems Center, siamo entusiasti di questa partnership e sulle potenziali e future innovazioni tecniche“.Steve Justice è l’ex capo dei sistemi avanzati del programma Skunk Works di Lockheed Martin, il centro aeronautico per la ricerca avanzata e sperimentale che ha prodotto l’F117 Stealth Fighter e una serie di altri aerei da combattimento. Steve Justice, ora è incaricato di guidare il team tecnologico e aerospaziale di To the Stars attraverso il quale studiare questi materiali “esotici” attualmente nelle mani del gruppo di studio. “La struttura e la composizione di questi materiali non e’ associabile ad alcuna applicazione militare o commerciale a noi nota. “”Al momento disponiamo di numerosi campioni di materiali in fase di analisi da parte di laboratori convenzionati e prevediamo di ampliare lo scopo di questo studio. “Parlando della nuova collaborazione con le forze armate statunitensi, egli ha così dichiarato: “Questo accordo di ricerca cooperativa ci fornisce competenze aggiuntive e di fondamentale importanza, necessarie per sviluppare quelle tecnologie avanzate rientranti nei nostri campi di studio e di breve e lungo termine. “”Sebbene i militari abbiano specifici interessi circa future prestazioni militari di tali materiali, gran parte del lavoro dovrebbe avere un doppio scopo atto a supportare gli obiettivi prefissati dal TTSA verso la commercializzazione di nuovi prototipi aerei e verso le future missioni spaziali diventate ormai di forte interesse pubblico. “A seguito della recente conferma da parte della Marina degli Stati Uniti che gli oggetti volanti non identificati ripresi da un gruppo di aerei da combattimento della US NAVY rappresentano la prova esauriente che alcuni UFO sono assolutamente reali e che l’esercito americano ne fosse a conoscenza al punto da utilizzare la tecnologia di questi misteriosi dispositivi nei loro segretissimi progetti avionici.

Fonte: misteroufo.blogspot.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Pianetablunews

Loading...
Loading...