“L’epilazione laser, come funziona e quali sono i vantaggi”

I peli sul corpo sono antiestetici e sbarazzarsene definitivamente è il sogno non solo di molte donne, ma anche di qualche uomo particolarmente attento al proprio aspetto estetico.

Cerette, rasoi, creme epilatorie, sono tutti metodi comunemente utilizzati per togliere i peli, i cui risultati però sono solo temporanei.

Tuttavia, oggi è possibile dire addio ai peli grazie ad una tecnica definitiva, efficace e indolore: l’epilazione laser.

Loading...

Ma come funziona?

A differenza della ceretta, nel corso della quale il pelo viene solo strappato, nella depilazione laser il follicolo viene distrutto dal raggio laser, la cui lunghezza d’onda è calibrata in modo tale da non arrecare alcun danno alla superficie della pelle.

In questo caso la melanina, ovvero il pigmento che conferisce colore al pelo, assorbe la luce che viene prodotta dal raggio laser e si riscalda a 60°, di conseguenza il bulbo pilifero viene distrutto, determinando una ricrescita lenta dei peli, se non inesistente.

Man mano che ci si sottopone al trattamento, i peli ricrescono meno velocemente e sempre più sottili, fino a diventare invisibili a occhio nudo.

Occorre precisare che questo tipo di depilazione garantisce risultati migliori in presenza di peluria scura su una carnagione chiara, ossia quando c’è abbastanza contrasto fra il colore dei peli e quello della pelle.

 

Prima di sottoporsi ad un’epilazione laser bisogna seguire alcuni importanti accorgimenti:

 

  • evitare di esporsi al sole a ridosso della seduta, in quanto ciò può portare alla comparsa di macchie cutanee scure sulla zona trattata;
  • non sottoporsi a ceretta né eliminare i peli con la pinzetta nel mese precedente al trattamento per non eliminare i bulbi piliferi, perché questi sono il “bersaglio” del laser, che colpisce e disattiva quelli che si trovano nella fase anagen (di ricrescita);
  • rasare i peli due giorni prima del trattamento, in modo che l’energia del laser non si disperda, assorbita dal pelo.

 

È importante sottolineare come i peli non verranno eliminati immediatamente alla prima seduta: occorre effettuare dai 5 a 10 trattamenti, di durata e frequenza variabile a seconda del tipo di luce laser, della sua potenza e frequenza, del tipo di pelle e di peli, dell’età del paziente e della zona trattata. Le sedute in genere sono pianificate con cadenza mensile o bimestrale, e la durata può variare da 15 minuti a 2 ore e oltre, in base alle zone da trattare.

Solitamente, tra gli effetti collaterali più comuni, si può notare dopo la seduta un arrossamento localizzato, che tende comunque a svanire entro qualche minuto o al massimo un’ora.

Questo tipo di epilazione è consigliata in special modo a chi è affetto da patologie legate al bulbo pilifero: una depilazione continua, infatti, effettuata con rasoio o ceretta, può comportare la nascita e lo sviluppo di cisti pilonidali e la comparsa di follicoliti irritative.

Dove viene eseguito questo tipo di trattamento?

L’epilazione laser per essere risolutiva deve essere effettuata con dispositivi medicali, quindi all’interno di studi medici specialistici. Nel corso della seduta è necessario che medico e paziente indossino degli occhiali protettivi specifici, per evitare rischi per gli occhi e danni alla retina.

Il dott. Fabio Quercioli effettua epilazione laser a Firenze: presso lo studio viene utilizzato un ottimo dispositivo di ultima generazione a diodo che, grazie alla sua lunghezza d’onda 808 nm, assicura un ottimo risultato di penetrazione e assorbimento del raggio laser da parte della melanina del bulbo  pilifero.

Questo tipo di trattamento, effettuato con questo tipo di laser, è adatto a diverse aree del corpo: da quelle più estese, come gambe, petto e schiena, a quelle più delicate, come viso, inguine e ascelle.

Dopo ogni seduta di epilazione laser è importante evitare di esporsi ai raggi solari, in quanto la pelle risulta essere particolarmente vulnerabile e sensibile alle radiazioni ultraviolente. Per questa ragione occorre proteggere le zone maggiormente esposte, come quella del viso, con un filtro di protezione alta, anche in inverno.

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...