Centinaia di mummie trovate sepolte intorno alla più antica piramide del mondo

Un incredibile nascondiglio di mummie è stato trovato in Egitto vicino a una delle piramidi più antiche del mondo. Gli archeologi polacchi ne hanno scoperte diverse centinaia sul sito. Il ritrovamento dei corpi mummificati dovrebbe aiutare i ricercatori a comprendere meglio un sito molto importante e anche le credenze religiose degli antichi egizi.

Le mummie sono state scoperte da una squadra di archeologi polacchi del Dipartimento di Egittologia presso la Facoltà di Studi Orientali dell’Università di Varsavia diretta dal Dr. Kamil Kuraszkiewicz. Avevano lavorato nella zona vicino alla Piramide di Djoser , vicino all’antica capitale di Menfi, nel Basso Egitto.

La maggior parte delle mummie trovate vicino alla piramide di Djoser furono messe a riposo solo con modeste disposizioni

La maggior parte delle mummie trovate vicino alla piramide di Djoser furono messe a riposo solo con modeste disposizioni. (J. Dąbrowski / PCMA )

Gli esperti dell’Università hanno studiato la posizione per quasi 20 anni e hanno fatto numerose scoperte importanti. Negli ultimi anni, hanno trovato le “tombe dei nobili dell’epoca della sesta dinastia, risalenti al XXV-XXI secolo aC”, secondo  Polonia. In .

Loading...

 

Trovare le mummie della piramide di Djoser

La squadra polacca ha trovato i cadaveri mummificati nella necropoli di Saqqara , adiacente alla piramide più antica del mondo. Questa era una zona sepolcrale che si credeva fosse la necropoli per gli abitanti di Menfi.

Il monumento più famoso di questo cimitero è la piramide di Djoser, che è un tempio a gradini, progettato dal leggendario visir Imhotep . Risale al 27 ° secolo aC ed è comunemente considerata la prima piramide mai costruita.

Step Pyramid of Djoser a Saqqara

Step Pyramid of Djoser a Saqqara  (BigStockPhoto )

I cadaveri mummificati sono stati trovati lo scorso settembre in una posizione tra l’antica piramide a gradoni e il cosiddetto “fossato asciutto”, un profondo fossato che circonda l’area sacra della piramide “, secondo il sito web di First News . Nelle antiche credenze egiziane, il fossato (trincea) era un tipo di struttura simbolica che il faraone doveva attraversare nel suo percorso verso la vita immortale. Alcune delle sepolture sono state trovate in questo fossato simbolico.

Centinaia di mummie

Gli archeologi hanno scoperto diverse dozzine, o forse centinaia, di mummie che si trovano in uno stato povero – le loro bare di legno e altri materiali organici sono in gran parte decaduti. Secondo First News , “la maggior parte delle mummie che hanno scoperto sono state sepolte con modeste disposizioni”. Ciò è in contrasto con le elaborate sepolture dei membri dell’élite e indicherebbe che quelli sepolti nel sito provenivano dal basso nella gerarchia sociale.

I cadaveri mummificati sono stati trovati lo scorso settembre in una posizione tra l’antica piramide a gradoni e il cosiddetto “fossato asciutto”, un profondo fossato che circonda l’area sacra della piramide “, secondo il sito web di First News . Nelle antiche credenze egiziane, il fossato (trincea) era un tipo di percorso simbolico o struttura che il faraone doveva attraversare nel suo percorso verso la vita immortale. Alcune delle sepolture sono state trovate in questo fossato simbolico o “fossato”.

I frammenti rimanenti dei cofanetti indicano che non erano molto ben fatti. E le mummie erano state imbalsamate solo in modo molto semplice e avvolte in bende prima di essere depositate in tombe scavate nella sabbia. La First News riporta che un simbolo dell ‘Anubis blu, ritenuto un protettore delle tombe, è stato trovato sulla base delle bare.

Anubis blu

Anubis blu. ( J. Dąbrowski / PCMA )

Non c’è nessuno degli ornamenti e delle decorazioni che sono associati alle sepolture di nobili, burocrati e faraoni.

È interessante notare che gli archeologi hanno trovato un geroglifico molto malamente scritto su uno dei cofanetti. L‘iscrizione è stata probabilmente creata da qualcuno che non sapeva scrivere perché non ha senso e alcuni dei segni non si trovano in nessun altro luogo. Il Dr. Kuraszkiewicz è citato da First News affermando che la persona artigiana che lo dipingeva apparentemente non sapeva leggere e forse cercò di riprodurre qualcosa che aveva visto prima.

La piramide di Djoser mummie fino a 2.600 anni

Sembra che in una data passata una maschera funeraria scolpita sia stata rubata da tombaroli dalla stessa bara. Le mummie che sono state dissotterrate sono state datate provvisoriamente al periodo dal VI secolo aC al I secolo d.C.

La scoperta dei cadaveri mummificati permetterà ai ricercatori di comprendere l’evoluzione delle pratiche funerarie egiziane e le credenze sull’aldilà. Le mummie sembrerebbero suggerire che le classi più povere condividessero molte delle stesse pratiche funebri dei ricchi e dei potenti, ma le esprimessero in modo più modesto e umile.

Murale della preparazione della mummia egiziana al Museo Egizio Rosacrociano

Murale della preparazione della mummia egiziana al Museo Egizio Rosacrociano. ( CC BY NC SA 2.0 )

Questa scoperta mostra anche quanto fosse importante la necropoli di Saqqara e che fosse usata da tutte le classi per le sepolture nel corso di molti secoli.

Immagine in alto: la maggior parte delle mummie di Saqqara erano mal conservate e avevano bare funerarie. Fonte:   J. Dąbrowski / PCMA

Di  Ed Whelan

Fonte: www.ancient-origins.net

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...