Zeus e Gesù Cristo: la loro connessione scioccante

È possibile che Zeus e Gesù siano la stessa cosa?

Un numero significativo di storici sta iniziando a credere che il nome Gesù sia in realtà derivato dal nome greco Zeus al posto del nome ebraico che un tempo si credeva fosse Jehovah o Yahweh.

Il nome Gesù è molto nuovo rispetto a Zeus, che era un dio già stabilito per secoli prima dell’introduzione di Gesù come figlio di Dio, e per molti – un’estensione di Dio stesso.

Loading...

Tutto ciò che leggerete da qui in avanti non dovrebbe essere interpretato come un fatto, ma come una diversa via di pensiero che si spera aprirà la vostra mente e vi lascerà  fare le vostre ricerche nel modo. Con la mitologia, in particolare la mitologia greca, poche informazioni che esistono possono essere considerate dei fatti. Tuttavia, tutto ciò è abbastanza interessante.

Quello che segue è una rottura delle connessioni tra Zeus e Gesù e come i due potrebbero essere la stessa divinità.

Zeus e Gesù Cristo

Gesù è considerato da quasi tutti gli storici come una persona reale. Era un predicatore ebreo e un leader religioso che usava la parola di Dio per insegnare ai suoi discepoli i modi migliori per comportarsi e condurre una vita felice e fruttuosa.

Gli insegnamenti di Gesù erano estremamente rivoluzionari all’epoca. Tanto che alla fine fu arrestato da quelli che gli erano più vicini e consegnato al governo romano. Fu poi perseguitato e infine crocifisso sotto Ponzio Pilato.

Il dibattito inizia dopo la sua morte. Gesù sarebbe diventato Gesù Cristo dopo che miracolosamente è risorto dai morti secondo i suoi seguaci più devoti. Si credeva che questo miracolo fosse la base del cristianesimo.

Zeus è il dio del tuono e il re di tutti gli dei greci. Nato da Cronos e Rea, Zeus sarebbe stato padre di molti dei principali dei della mitologia greca tra cui Afrodite, Atena ed Ermes, tra molti altri. Vivendo in cima al Monte Olimpo, questo sovrano supremo avrebbe assegnato ruoli a ciascuno degli altri ben noti dei greci. A differenza di Gesù, Zeus era onnipotente dalla nascita ed era sempre visto come onnipotente.

Zeus e connessione con Gesù

Il nome Gesù esiste solo da circa 400 anni. Questo perché prima di allora, la lettera J non esisteva nella lingua inglese . Nella letteratura e nelle scritture prima dell’introduzione della lettera J, la figura conosciuta come Gesù veniva chiamata Iesus.

Iesus può effettivamente essere visto nella Bibbia originale King James. Il nome Iesus stesso è una versione modernizzata e occidentalizzata di Iesous, che letteralmente si traduce in Hail Zeus.

Prima della nascita del cristianesimo, quelli della persuasione greco-romana erano contro ogni e qualsiasi influenza ebraica. Si crede che quando arrivò il momento per l’ascesa del cristianesimo, i greci avrebbero accettato un nuovo dio solo se fosse stato modellato su Zeus, molto venerato e già affermato.

Originariamente, il nome del Messia era pronunciato Yeshua o Yehoshua .

Il nome “Gesù” deriva dalla traslitterazione di Yeshua in greco e poi è stato tradotto in inglese.

Con questa informazione, sembra che i Greci abbiano fatto tutto il possibile per rimuovere le radici ebraiche di questo Figlio di Dio e invece hanno fatto di Iesus una rivisitazione del già venerato Zeus.

Il Messia come noto nella scrittura ebraica sarebbe in effetti cancellato a questo punto come l’origine del Gesù moderno. Tutto da questo punto in poi sarebbe un rafforzamento e cementazione del rapporto tra Gesù moderno e la divinità greca, Zeus.

Ciò non esclude gli sforzi originali per creare una nuova religione basata sul Yahweh o Jehovah ebraico, ma sembra che tutti i progressi per farlo siano stati completamente superati dalle influenze greco-romane. Gesù tradotto da Ioesus dal latino in realtà non significa nulla in ebraico. La parola semplicemente non esiste.

Per secoli si è creduto che Gesù Cristo fosse di origine ebraica, ma in realtà potrebbe essere una manifestazione di Zeus stesso.

Somiglianze tra Zeus e Gesù Cristo

La storia della nascita di Gesù Cristo fu che nacque in una mangiatoia situata in Israele. Zeus nacque in una grotta sull’isola di Creta. Gesù nacque in una grotta per sfuggire a Erode, il Re dei Giudei, che voleva impedire a Cristo di usurparlo. Zeus nacque in una grotta per nasconderlo da suo padre, Cronos, che voleva mangiarlo per impedirgli di usurparlo come Re degli Dei.

Gli animali che dormivano accanto al neonato Gesù gli offrivano il loro calore e protezione.Uno degli animali presenti e costantemente dalla parte di Gesù era una capra. Nella tradizione greca, una capra chiamata Amalthea e un’aquila, un piccione, un cane, un maiale e anche uno sciame di api rimasero accanto al neonato Zeus e giurarono di fornirgli nutrienti e protezione per i prossimi anni.

Gesù fu crocifisso, morì, fu sepolto e risuscitò dai morti come Gesù Cristo. Diversi miti cretesi includono che Zeus moriva ogni anno, solo per rinascere ogni volta.

Ad un certo punto, il Messia ebraico ha cambiato il suo nome in Gesù o “ave Zeus” per onorare il re degli dei greci. Il compleanno di Zeus era il 25 dicembre e a Gesù fu dato questo stesso giorno di nascita per onorare il dio del tuono.

Zeus e Gesù come è conosciuto religiosamente sono straordinariamente simili quando si tratta di aspetto facciale. Entrambi hanno capelli lunghi e barbe lunghe.

L’aspetto di Gesù come è accettato oggi è in realtà basato su ideali greci. Con la tecnologia che circondava la scientifica antropologica  tra la fine degli anni ’90 e gli inizi del 2000, gli esperti hanno scavato teschi di uomini che erano vivi durante il tempo di Gesù. I loro risultati hanno portato a un’immagine drasticamente diversa di quello che sembrava realmente Gesù.

Il risultato legale era un uomo dalla pelle scura e dagli occhi castani con un naso schiacciato che assomigliava a qualcuno di origine mediorientale. Questo era lontano dall’immagine che la maggior parte ha del Gesù raffigurato storicamente con gli occhi azzurri, le serrature fluenti e l’aspetto del viso che assomigliava a qualcuno di discendenza greca o romana.

Nelle prime chiese cristiane si potevano trovare statue di divinità greche tra cui Zeus. Costanti riferimenti alla testa del Monte Olimpo potrebbero essere visti sparsi per le colonne portanti del cristianesimo. Sembra che questi accenni dell’influenza di Zeus siano qui fin dall’inizio del cristianesimo, ma siano stati spazzati sotto il tappeto o semplicemente dimenticati.

Le chiavi principali della connessione di Zeus e Gesù Cristo

Non si può negare che ci fosse davvero una forte spinta a creare una nuova religione dagli insegnamenti del Messia ebraico. Ad un certo punto, però, sembra che la polena della religione sia stata intercettata dai greci e dai romani e fatta per essere un’estensione diretta del dio greco, Zeus.

Gesù in realtà non ha alcuna traduzione in termini di lessico ebraico. Gesù traduce dal greco letteralmente “ave Zeus”. Gli insegnamenti del cristianesimo rimangono invariati. Tutta la morale e i principi degli insegnamenti del Messia sono ancora praticati fino ad oggi.

Sfortunatamente, sembra che la pietra angolare della religione sia stata dirottata dai leader greco-romani e fatta a immagine del dio del tuono, Zeus. Solo perché il prestanome della religione sembra essere completamente diverso da quello che una volta era accettato, non toglie l’impatto che la religione ha fatto sul mondo.

Gli storici più radicati in questo primo cambiamento della rappresentazione cristiana di Dio vi diranno che il vero nome del Messia non è Gesù, ma in realtà Yahuwshuwa ha’Mashiyach. Tuttavia, questo nome non prenderà mai piede, poiché il nome Gesù è ancora cementato nel cristianesimo e continuerà per il resto del tempo.

JC Zuzierla

Fonte: www.ancient-code.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...