Urinate frequentemente? Potrebbe essere un segno di cancro, questo è quello che dicono i medici

Ci sono molte cose che possono aumentare il rischio di cancro ovarico, ma ci sono anche segni come questo che spesso passano inosservati.

Il carcinoma ovarico è stato soprannominato il “killer silenzioso”, perché come in altri tipi di tumori, i sintomi possono apparire quando la malattia è già in fase avanzata e difficile da trattare.

Loading...

Gli esperti hanno scoperto che se il tumore ovarico viene rilevato all’inizio della malattia, la donna ha una probabilità di sopravvivenza del 95% e la malattia è completamente eliminata.

Secondo uno studio pubblicato dall’organizzazione non profit Target Ovarian Cancer , 9 donne su 10 non conoscono i fattori di rischio per il carcinoma ovarico o i possibili segnali.

Uno dei meno conosciuti è la frequente voglia di urinare , secondo la Mayo Clinic . Altri segni sono il gonfiore addominale, riempimento rapido quando si sta mangiando, perdita di peso spontanea, fastidio nella zona pelvica e stitichezza.

Un altro studio pubblicato sull’International Journal of Clinical Practice assicura che è normale urinare ogni quattro ore se si assumono circa 30 ml  di liquidi.

Ciò accade perché il cancro può crescere e causare pressione nella vescica o nell’addome senza essere notato immediatamente dagli operatori sanitari, spiegano.

Quindi se non bevi molta acqua e vai costantemente in bagno, dovresti andare dal tuo ginecologo per fare un controllo in modo da escludere il cancro alle ovai

 

 Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l’uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L’intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Fonti: 
Il sesto 
Vix

Fonte: www.bioguia.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...