loading...

Ricompensato con un “Nobel alternativo” l’uomo che ha fermato il deserto

deserto

Un contadino del Burkina Faso è riuscito a fermare il deserto dopo un’iniziativa che ha richiesto decenni e alla fine ha ottenuto il meritato riconoscimento.

Yacouba Sawadogo ha ignorato coloro che decenni fa lo hanno etichettato come un pazzo per aver piantato alberi nel deserto. La strada era difficile, ma ne è valsa la pena, perché è vissuto per vedere un terreno verdeggiante dove centinaia di animali e piante vivono.

(Fonte: The Right Livelihood Award)

La storia di Yacouba

Yacouba Sawadogo, un contadino del Burkina Faso, è conosciuto come “l’uomo che ha fermato il deserto”. Insieme a Mathieu Ouédraogo, un altro agricoltore locale, Yacouba iniziò a sperimentare tecniche per riabilitare terreni abbandonati nel 1980 . Entrambi usavano tecniche tradizionali come i buchi di Zaï.

I buchi di Zaï sono stati usati per cercare di ripristinare la terra sterile . Yacouba ha introdotto un innovazione che consiste nel riempire di  letame e altri rifiuti biodegradabili, per fornire una fonte di nutrienti per la vita della pianta . Il letame attira le termiti, che costruendo i loro tunnel, aiutano ad aerare e rompere la terra molto più di quanto farebbe il buco.

Le termiti hanno creato una rete di gallerie che fanno durare più a lungo l’acqua sulla terra . Questa maggiore permanenza di acqua nel terreno favoriva lo sviluppo delle piante. Fu allora che Yacouba pensò di piantare alberi nei limiti delle sue coltivazioni per favorire l’umidità, abbassando la temperatura nelle zone dove una volta c’erano foreste.

Con questa iniziativa, gli alberi che hanno piantato hanno cominciato a crescere, hanno favorito l’umidità del terreno, alzato il livello della falda freatica, abbassato la temperatura del terreno con la loro ombra e aiutato a regolare il clima.

Nel corso del tempo, una specie di foresta  stava diventando una foresta sempre più diversificata, grazie agli stessi alberi è agli uccelli che portano i semi ed è anche migliorata la qualità del suolo.

Riconoscimento

Questa settimana attraverso il suo sito web, il premio Right Livelihood Award , noto come il “Nobel alternativo”, ha annunciato il  premio per l’agricoltore Yacouba Sawadogo “per attivare la terra sterile nella foresta e dimostrando come gli agricoltori possono rigenerare il loro suolo un uso innovativo della conoscenza indigena e locale “.

Sawadogo ha detto: “Mi sento molto onorato di ricevere il premio Right LivelihoodQuello. Mi permetterà di persistere nei miei sforzi per proteggere la foresta e la fauna selvatica, spero che la legittimità fornita da questo premio  aiuterà ispirare e incoraggiare molti altri per rigenerare le loro terre a beneficio della natura, delle comunità locali e delle generazioni future. ”

fonti:

Wikipedia

Il giusto premio per il sostentamento

Fonte: www.bioguia.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

loading...