Perché quando vai a letto ti senti come se stai per cadere?

Dovrebbe essere uno dei momenti più rilassanti della giornata. Si sale sul letto, per stare in un posto confortevole e accogliente, e  si inizia a sentire  il cervello rallentare … e poi improvvisamente si verifica la sensazione scioccante di una caduta. E ‘come se salti un gradino mentre scendi le scale, lasciando la gamba a mezz’aria per appena un po’ più a lungo del previsto. Non è piacevole.

Coricarsi con questa sensazione è il fenomeno noto come “spasmo ipnico” e può talvolta essere accompagnato da un’allucinazione visiva. 

Loading...

Quindi, cos’è?

Lo spasmo ipnico si verifica quando i muscoli, di solito nelle gambe (anche se possono essere osservati in tutto il corpo), involontariamente si contraggono rapidamente, quasi come un tic o spasmo. Anche se le ragioni di questo  fenomeno non sono così ben comprese, la prospettiva evolutiva suggerisce che ci sono almeno due importanti funzioni  correlate,la prima  è ancora attuale oggi.

In primo luogo, questo risveglio improvviso ci permette di controllare il nostro ambiente per l’ultima volta, l’opportunità di assicurarci che è davvero tutto a posto prima di andare a dormire. 

Un’altra funzione evolutiva suggerisce di verificare la stabilità della  posizione del  nostro corpo prima di andare a dormire, soprattutto poichè   i nostri antenati hanno iniziato ad addormentarsi  sugli alberi.

L’altra teoria principale suggerisce che lo spasmo ipnico è soltanto un sintomo del nostro sistema fisiologico attivo prima di cedere, anche se a volte con riluttanza, per la nostra unità sonno, passando dal controllo motore attivo e volitivo ad uno stato di rilassamento ed eventuale paralisi del corpo. In sostanza, lo spasmo ipnico può essere un segno dello switch eventuale in corso tra il sistema di attivazione reticulare del cervello (che utilizza neurotrasmettitori di eccitazione per aiutare la veglia) e il nucleo preoptic ventrolaterale (che utilizza neurotrasmettitori inibitori per ridurre lo stato di veglia e favorire il sonno).

Quando Jerks Go Bad

Anche se nella maggior parte dei casi è un fenomeno normale e naturale, lo spasmo ipnico può essere un’esperienza sconcertante e spaventosa. In casi estremi – sia in termini di frequenza o di velocità e la violenza dell’evento – può tenere la gente sveglia, impedendo  di entrare nel normale processo di inizio del sonno, con conseguenza, nel lungo termine, di una forma di insonnia sonno ad esordio .

Come lo spasmo ipnico è legato all’ attività motoria, tutto ciò che  mantiene il sistema nervoso attivo durante la notte è destinato ad aumentare le probabilità di avere uno spasmo ipnico- e forse anche  intenso.

La caffeina (o altri stimolanti) e / o attività fisica intensa nei livelli serali e l’alto stress e ansia di notte sono associati con una maggiore probabilità di un spasmo ipnico spontaneo e dovrebbero, ove possibile, essere evitati. Altre associazioni includono essere stanchi o affaticati, privati ​​del sonno o  un sonno irregolare. Qui, mantenere un regolare modello di sonno / veglia può aiutare.

Infine, dal punto di vista nutrizionale, è stato suggerito, che le carenze di magnesio, calcio e / o ferro possono anche aumentare le possibilità di vivere uno spasmo ipnico spontaneo. Detto questo, è stato anche suggerito che gli spasmi ipnici possono essere evocati attraverso la stimolazione sensoriale, durante il periodo di insorgenza del sonno, quindi,dovete fare  in modo che l’ ambiente in cui dormite  sia fresco, il buio e il  silenzioso possono essere utili nel ridurre la frequenza e l’intensità di questi stimoli.

Vi è una piccola ricerca sul tema, che vede gli spasmi ipnici come un fenomeno normale, il che rende difficile suggerire un “trattamento” definitivo. Tuttavia, sappiamo che quando si invecchia il numero di spasmi ipnici  dovrebbe diminuire in modo naturale. Il problema principale da considerare è se lo spasmo ipnico a voi o al vostro partner a letto sta causando un problema. Se lo è, allora è tempo di vedere uno specialista del sonno. La difficoltà è che ci sono un certo numero di disturbi del sonno, come apnea del sonno , che hanno sintomi simili allo spasmo ipnico.

Jason Ellis , professore scienza del  sonno , Northumbria University, Newcastle

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su The Conversation . Leggi l’ articolo originale .

Fonte: www.iflscience.com

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

Per l’€™iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

 Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...