Sorprendenti nuove prove suggeriscono che Stonehenge fu costruita in Galles poi trasportata e ricostruita 500 anni dopo in Inghilterra

Gli archeologi hanno trovato i fori esatti in un affioramento roccioso nel Galles dei lastroni di Stonehenge, rivelando che essi sono stati estratti 500 anni prima di essere assemblati nel famoso cerchio di pietre che si trova ancora oggi nel Wiltshire, in Inghilterra. La drammatica scoperta suggerisce che l’antico monumento fu eretto nel Galles e in seguito smantellato, trasportato e rimontato a più di 140 miglia di distanza a Salisbury Plain.

The Guardian riporta che la scoperta è stata fatta nel corso di un progetto gestito dalla University College di Londra (UCL), in collaborazione con le università di Manchester, Bournemouth e Southampton, tra gli altri, per indagare sulle cave di Preseli Hills nel Pembrokeshire, Galles.

E ‘noto da tempo che i lastroni,un termine usato per indicare tutte le pietre “straniere”, che non sono native della piana di Salisbury hanno origine nel sud-ovest del Galles. Il loro nome si riferisce in realtà alla dolerite maculata, una roccia ignea che sembra blu in caso di rottura ed è macchiato di piccole palline di feldspati e altri minerali  ottenuti nella matrice fusa quando le rocce si formavano nelle ere geologiche. Quasi un secolo fa, nel 1923, il petrografo eminente, Herbert Thomas, è stato in grado di identificare la loro origine come le colline Preseli.

Loading...

Ora gli archeologi sono stati in grado di identificare una serie di fori in affioramenti rocciosi che corrispondono esattamente alle dimensioni dei lastroni, la forma e la consistenza delle pietre blu di Stonehenge a Carn Goedog e Craig Rhos-y-Felin, a nord delle colline Preseli.

Bluestones a Carn menyn in Galles

Bluestones a Carn menyn in Galles (di pubblico dominio)

I fori sono stati datati al radiocarbonio – da gusci di noce e carboncino da fuochi nella cava dei lavoratori – al 3.400 aC a Craig Rhos-y-Felin e 3.200 aC Carn Goedeg. Tuttavia, i lastroni non sono stati montati a Stonehenge fino al 2.900 aC, che solleva la questione del motivo per cui sono stati estratti secoli prima del loro utilizzo nel famoso monumento di pietra nel Wiltshire, in Inghilterra.

“Ma le pietre del Neolitico avrebbero potuto impiegare quai 500 anni per arrivare a Stonehenge, sembra piuttosto improbabile, a mio avviso,”dice il Prof Mike Parker Pearson, direttore del progetto, al Guardian. “E ‘più probabile che le pietre sono state utilizzate in un monumento locale, da qualche parte vicino le cave, che è stato poi smantellato e trascinato via a Wiltshire.”

Una ipotesi è che l’attuale datazione di Stonehenge è sbagliato e in realtà è molto più antica.Tuttavia, il professor Pearson ritiene che “è più probabile che stavano costruendo il proprio monumento [in Galles],  da qualche parte nei pressi delle cave si trova la prima Stonehenge e che quella che stiamo vedendo a Stonehenge è un monumento di seconda mano.”[via The Guardian]

Disegno ricostruzione di Stonehenge come poteva sembrare a 1000 aC da Alan Sorrell

Disegno ricostruzione di Stonehenge come poteva sembrare nel 1000 aC da Alan Sorrell

Molto dibattito archeologico è stato speso su come i lastroni sono arrivati ​​a Stonehenge – sia da sforzo umano,  (ciascuna del peso di diverse tonnellate a testa) o attraverso l’acqua e trascinandoli attraverso terreno, o se sono stati depositati nella piana di Salisbury naturalmente dall’azione glaciale. Anche se un piccolo numero di archeologi ancora crede in quest’ultima teoria, la maggior parte ora credono che i lastroni sono stati portati con mezzi umani perché il movimento glaciale nella regione non supporta il trasporto di massi erratici nel modo richiesto.L’ultima scoperta certamente suggerisce che le pietre sono state intenzionalmente trasportate in Inghilterra.

Stonehenge, Wiltshire, in Inghilterra.  2014.

Stonehenge, Wiltshire, in Inghilterra. 2014.Diego Delso, Wikimedia Commons, Licenza CC-BY-SA 3.0

Secondo The Guardian, il team di ricerca starà effettuando indagini geofisiche, scavi di prova e analisi di fotografia aerea nella zona tra le due cave in Galles per identificare l’area in cui un cerchio di pietre come quello di Stonehenge è stato originariamente montato. I ricercatori hanno accennato al fatto che essi abbiano già trovato una posizione promettente e che una grande scoperta può seguire nel 2016.

Foto di presentazione: Il famoso monumento di Stonehenge nel Wiltshire, in Inghilterra.  Howard Ignatius / Flickr

Di Aprile Holloway

Fonte:http://www.ancient-origins.net/news-history-archaeology/startling-new-evidence-suggests-stonehenge-was-first-built-wales-then-020646

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

 Pianetablunews lo trovi anche su google plus
 Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.