Luci misteriose su Cerere, il 6 marzo l’arrivo della sonda Dawn, ma nessuna risposta fino ad Aprile

E’ quasi arrivato il momento: Venerdì 6 Marzo alle 13:20 ora italiana la sonda Dawn della NASA entrerà in orbita attorno al pianeta nano Cerere.

Loading...

I responsabili della missione hanno illustrato tutti i dettagli in una conferenza stampa al Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa in CaliforniaIn questi mesi l’attesa per il suo arrivo è stata aumentata dai molti gli enigmi che la sonda dovrà cercare di risolvere. Primo fra tutti i due punti luminosi fotografati in uno dei suoi crateri e attualmente senza risposta. Ma non è tutto, un’altro obbiettivo della sonda è scoprire l’eventuale presenza di acqua liquida nel sottosuolo, che aprirebbe scenari astrobiologici inesplorati.
Ma i riflettori sono tutti inevitabilmente sulle macchie bianche. Fin’ora soltanto ipotesi: riflessi di strutture formate da ghiaccio o sale. Se fosse vero sarebbe una caratteristica sorprendente e unica nel Sistema solare. Ma per ora nessuna certezza.

Le risposte non arriveranno subito: Cerere potra inviare i dati della missione dopo un periodo di oscuramento dietro il pianeta nano, da cui spunterà a fine Aprile.

Dopo il salto le ultime novità sull’enigma che sta appassionando il mondo.

Quei punti luminosi che interrogano gli esperti.

I punti luminosi di Cerere ‘sono estremamente sorprendenti e rappresentano una caratteristica unica in tutto il Sistema solare”, afferma Carol Raymond, fra i responsabili scientifici della missione.

 

I due punti luminosi sono vicini gli uni agli altri entro 57 miglia di larghezza (92 km), nel cratere che si trova a circa 19 gradi di latitudine nord di Cerere , che è il più grande oggetto nella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove.

 

Un punto è circa due volte più luminoso dell’altro, e la luminosità di ciascuno è “fuori scala,” ha detto Raymond, aggiungendo che forse contengono materiali altamente riflettenti, come ghiaccio o sali. Determinare la vera natura dei luoghi e delle macchie, tuttavia, richiederà una visione più ravvicinata. La prima orbita utile dovrebbe essere quella del 23 Aprile. Da allora in poi le osservazioni di Dawn su Cerere inizieranno sul serio, a quel punto, e si continuerà fino alla fine della missione, nel giugno 2016.

 

E ‘possibile i punti siano collegati con un scoperta del 2014 fatta con osservazioni dell’Herschel Space Observatory dell’Agenzia spaziale europea. Il telescopio aveva rilevato un esile pennacchio di vapore acqueo in due settori di longitudine, compreso il settore in cui si trovano i punti.

 

“Un meteorite potrebbe aver creato il cratere e sciolto il sottostante strato di ghiaccio su Cerere” provocando la vaporizzazione, ha detto Raymond.

 

E ‘anche possibile che i punti siano stati causati da eruzioni di vulcani di ghiaccio. Ma questa spiegazione appare improbabile, perché tale attività è generalmente associata ad un promontorio o crepa. Finora, non c’è alcune segno di queste caratteristiche nella zona.

 

Per il momento si esclude che si tratti di un fenomeno di vulcanismo, perchè questi punti non sembrano essere collocati in una montagna.

Articolo continua su:http://www.ufoonline.it/2015/03/04/luci-misteriose-su-cerere-il-6-marzo-l-arrivo-della-sonda-dawn-ma-nessuna-risposta-fino-ad-aprile/

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter.

Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà un finestrella.
Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente
.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog https://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...