Non esistono i buchi neri secondo una nuova ricerca

buracos negros nao existem

I misteriosi buchi neri sono gli oggetti più scuri e densi nell’universo, neanche la luce riesce e sfugire .

Loading...

Molto è stato teorizzato su di loro, ma una recente ricerca può portare tutto questo campo di studio sottosopra: durante l’unione di due teorie apparentemente contrastanti, Laura MersiniHoughton, professore di fisica presso l’Università del North Carolina a Chapel Hill (USA), ha detto che è matematicamente dimostrato che i  buchi neri non esistono.

“Sono ancora sotto shock“, ha detto MersiniHoughton. Stiamo studiando questo problema [di fondere due diverse teorie] da oltre 50 anni e questa soluzione ci molto da pensare.

I due casi citati dalla MersiniHoughton è la teoria della gravità e della meccanica quantistica.

Buchi neri contraddittori

Gli scienziati ritengono che i buchi neri si formano quando una stella massiccia collassa sotto la propria gravità in un singolo punto nello spazio (per capire cosa significa, immagina la terra che viene schiacciata in una palla delle dimensioni di una nocciolina). Questo singolo punto viene chiamato singolarità.

Si crede anche che ci sia una membrana invisibile conosciuta come l’orizzonte degli eventi che circonda la singolarità. Attraversando questo orizzonte non si potrebbe mai più tornare indietro questo è il punto in cui la forza gravitazionale di un buco nero è così forte che nulla può sfuggire.

Il motivo per cui i buchi neri sono così bizzarri è che metteno due teorie fondamentali dell’universo una contro l’altra.

La teoria della gravità di Einstein prevede la formazione di buchi neri, ma una legge fondamentale della teoria quantistica afferma che nessuna informazione dell’universo può scomparire. Gli sforzi per combinare queste due teorie portano ad un assurdo matematico, noto come il “paradosso della perdita di informazioni nei buchi neri.”

 

Tentativo combinazione 

Nel 1974, Stephen Hawking  ha utilizzanto la meccanica quantistica per dimostrare che i buchi neri emettono radiazione. Da allora, gli scienziati hanno rilevato le impronte digitali nel cosmo che sono coerenti con questa radiazione, individuando una lista crescente di buchi neri nell’universo.

Esistono allora i buchi neri, giusto?Secondo MersiniHoughton, no.

Lei descrive un nuovo scenario. La fisica è d’accordo con Hawking che, quando una stella collassa sotto la propria gravità, produce la cosiddetta radiazione di Hawking. Tuttavia, nel suo nuovo lavoro, MersiniHoughton dimostra che attraverso il rilascio di questa radiazione, la stella lancia anche la massa. Così, la stella si restringe e non ha più la densità necessaria per diventare un buco nero.

Secondo il ricercatore, prove sperimentali potrebbero un giorno fornire la prova fisica se o non ci sono buchi neri nell’universo. Ma per ora, la matematica dimostra definitivamente che non esistono.

Il suo articolo non è stato rivisto da altri scienziati e pubblicato in una rivista scientifica. Tuttavia, fornisce soluzioni numeriche esatte al problema del paradosso di informazioni nei buchi neri, ed è stato fatto in collaborazione con Harald Peiffer, un esperto di relatività numerica, dell’Università di Toronto (Canada).

Un precedente studio di HoughtonMersini offre soluzioni approssimate al problema ec è stato pubblicato sulla rivista Physics Letters B. E ‘probabile che il loro nuovo articolo venga  rivisto e pubblicato a breve.

Se non esistono i buchi
Molti fisici e  astronomi credono che il nostro universo ha avuto origine da una singolarità che ha dato inizio all’espansione con il Big Bang. Tuttavia, se non ci sono buchi neri, non ci sono singolarità.
Se MersiniHoughton ha ragione, i fisici dovranno rivedere le loro idee circa il Big Bang.[Phys]

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter. Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,

aspetta due secondi si aprirà un finestrella.
Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente
.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog https://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...