Le carte conto: a cosa servono e quando convengono

Carte-contoSe si va in banca a chiedere informazioni su quelle che sono le carte conto, è molto probabile che il gentile impiegato, una volta interrogato, ci dirà che sono una via di mezzo tra un conto corrente ed una carta di credito. Nei prossimi paragrafi analizzeremo in dettaglio quali sono i punti in comune e quali le differenze tra queste tipologie di prodotto.

Carta conto e conto corrente

Loading...

Il punto in comune fondamentale tra una carta conto ed un conto corrente è (http://www.conticorrentiaconfronto.it/carte-prepagate-con-iban”)la presenza del codice iban. Questo significa che con una carta conto, come avviene con i conti correnti, sarà possibile riscuotere lo stipendio dal proprio datore di lavoro, nonché effettuare tutta una serie di pagamenti come i bonifici, le ricariche online e la domiciliazione delle utenze domestiche, ovvero il sistema che automatizza il pagamento delle bollette di casa senza costringerci ad andare a fare inutili file alla posta ogni mese.

Le differenze tra una carta conto ed un conto corrente sono due: la prima è l’impossibilità di (“http://www.affaritaliani.it/economia/banche-rosso080114.html“)andare in rosso, visto che, da una carta conto è possibile effettuare pagamenti solo se ci sono soldi depositati. La seconda differenza consiste nell’assenza delle garanzie del fondo interbancario; in pratica se la nostra banca fallisce, nel caso del conto corrente abbiamo diritto al rimborso delle cifre depositate fino ad un massimo di 100 mila euro, mentre nel caso di una carta conto non avremo nessun rimborso. Un’altra differenza minore, ma piuttosto importante, rispetto ai conti correnti è l’assenza di bolli governativi

Carta conto e carte di credito

Come anticipato l’altra grande funzionalità delle carte conto è quella che le vede come protagoniste alternative alle carte di credito tradizionali. Per essere precisi le carte conto possono essere paragonate più da vicino alle carte prepagate in quanto consentono di effettuare pagamenti sia in presenza nei vari esercizi commerciali presso i quali ne è abilitato il circuito, sia online per l’acquisto di biglietti aerei, accessori di elettronica e quant’altro.

La differenza tra una carta conto ed una carta di credito è il limite di spesa. Nel caso delle carte di credito il cliente può spendere un certo platfond mensile anche quando questo supera l’ammontare delle cifre depositate sul suo conto; in questo caso sarà poi tenuto a restituire questo passivo alla banca con gli interessi. Con le carte conto invece è possibile effettuare pagamenti solo per l’esatto ammontare della cifra disponibile sul proprio saldo.

Fonte:http://www.conticorrentiaconfronto.it/

Copyright © 2012 – 2014 Conticorrentiaconfronto.it

 

aspetta due secondi si aprirà un finestrella.
Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente
.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog https://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

 

Loading...