Novità sui tagliaerba

Dai colossi della tecnologia come Amazon in Giappone e Google in California, ai maggiori aeroporti degli Stati Uniti, negli ultimi mesi molte società hanno assunto centinaia di nuovi dipendenti.
La curiosità è che molti dei nuovi assunti hanno quattro zampe e un morbido manto, perché si tratta di ovini, assoldati come “tagliaerba“.

L’aereoporto O’ Hare di Chicago, uno dei più tecnologici al mondo, ad esempio, invece di incaricare provetti giardinieri provvisti di macchinari da giardino, ha deciso di affidare il compito a 25 animali, quindi quattordici capre, cinque pecore, tre asini, due lama, e un agnellino nato, che hanno il compito di mangiare ben 50 ettari di vegetazione.

Negli aeroporti le zone da trattare sono spesso aree rocciose e scoscese, quindi non semplici da gestire con macchinari tradizionali.
Grazie alle piccole divoratrici di erba, si è risolto il problema logistico con un’impronta ecologista ad un prezzo economico.
Il gregge lavora sei mesi all’anno, tornando in fattoria durante il periodo più freddo.

L’O’ Hare si è già distinto per le sue iniziative ecologiche, con i suoi ettari di prati presenti sui propri tetti e i 28 alveari di api che producono miele acquistabile presso i terminal.
Gli animali “giardinieri” non saranno un pericolo per le zone sensibili dell’aereoporto perché lavoreranno in aree recintate lontane da piste e terminal, anzi, serviranno a tenere lontani uccelli e altri animali, che potrebbero creare problemi agli aerei in fase di decollo o atterraggio.

Loading...
Un’altro bell’esempio è l’aereoporto di San Francisco, dove operano da diversi mesi ben 400 capi tre pecore e capre, che danno un aiuto decisivo a tenere sotto controllo il problema degli incendi estivi eliminando i vegetali più a rischio, sia per le caldissime temperature che per l’azione dolosa dell’uomo.
Inoltre così facendo si preservano diverse specie di serpenti e rane in via di estinzione che vivono ai margini delle piste di atterraggio.

Questa soluzione sostenibile della manutenzione del verde è già stata adottata anche a Washington, presso il cimitero del Congresso, e sempre a San Francisco, su un campo da golf, ma tra i pionieri della pratica ecologica, c’è Google, che già nel 2009 aveva assoldato circa 200 capre per mantenere ordinato il terreno circostante il quartier generale di Mountain View, in California.

Anche in Italia le pecore sono state utilizzate come tagliaerba nei parchi pubblici di Torino al posto dei trattorini; oltre ad essere una risorsa con un doppio risultato, tagliare e concimare, evitano di fare rumore e risparmiano il viaggio per il trasporto del verde alle discariche, con conseguente riduzione delle emissioni di Co2!

Purtroppo questi versatili animali mangiano anche fiori e piantine ma, se fosse possibile, non sarebbe geniale adottare questo sistema anche per tagliare il prato nel giardino di casa?

 Copyright © Ilaria Benassi 2013 -Il mondo in un giardino– Riproduzione vietata

 

 

nuovo-logo-paginaRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere. Ecco il link della pagina: Pianeta blu   -Pianetablunews lo trovate anche su su twitter

 

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth
Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.