Estratti di vino rosso e tè verde possono interrompere percorso dell’Alzheimer nelle cellule

Sostanze chimiche naturali presenti nel tè verde e vino rosso può disturbare un passo fondamentale del percorso della malattia di Alzheimer, secondo una nuova ricerca presso l’Università di Leeds.

Xiaguan Te Ji Tuo Cha 2004.jpg

Lincang Tea Factory. Raw. da enwikipedia. creatore: [Iateasquirrel http://en.wikipedia.org/wiki/User:Iateasquirrel] distribuire e / o modificare questo documento seguendo i termini della GNU Free Documentation License. [Http://en.wikipedia.org/wiki/Image:Yinhao_

In esperimenti in fase iniziale di laboratorio, i ricercatori hanno identificato il processo che consente a grumi dannosi di proteine che si attaccano alle cellule cerebrali , causando la loro di morte. Sono stati in grado di interrompere questo percorso utilizzando gli estratti purificati di EGCG da tè verde e resveratrolo dal vino rosso .

Loading...

I risultati, pubblicati nel Journal of Biological Chemistry , offrono potenziali nuovi bersagli per lo sviluppo di farmaci per il trattamento della malattia di Alzheimer, che colpisce circa 800.000 persone nel solo Regno Unito, e per i quali non esiste attualmente alcuna cura.

“Questo è un passo importante per aumentare la nostra comprensione della causa e la progressione della malattia di Alzheimer”, spiega il ricercatore professor Nigel Hooper della Facoltà dell’Università di Scienze Biologiche. “E ‘un equivoco che il morbo di Alzheimer è una parte naturale di invecchiamento, è una malattia che noi crediamo in ultima analisi può essere curata attraverso ricerca di nuove opportunità di bersagli farmacologici come questo.”

La malattia di Alzheimer è caratterizzata da un distinto accumulo di proteina amiloide nel cervello, che forma  palline appiccicose di varie forme. Queste sfere amiloide  si attaccano sulla superficie delle cellule nervose nel cervello legandosi a proteine ​​sulla superficie cellulare chiamata prioni, provocando  il malfunzionamento  delle cellule  nervose e la successiva morte.

“Abbiamo voluto indagare se la forma precisa delle palle amiloide è essenziale per attaccarsi ai recettori prioni, come il modo in cui una palla da baseball si adatta perfettamente nel suo guanto,” dice il co-autore, il dottor Jo Rushworth. “E se è così, abbiamo voluto vedere se era possibile evitare che le palle di amiloide si attaccano ai prione modificano la loro forma, in quanto ciò avrebbe smesso di portare le cellule alla morte.”

Palle di amiloide  sono state messe in una provetta con cellule del cervello umano e animale. Il professor Hooper ha detto: “Quando abbiamo aggiunto gli estratti dal vino rosso e tè verde, le palle di amiloide non hanno più danneggiato le cellule nervose Abbiamo visto che questo era perché la loro forma è stata distorta,. in modo che non potevano più legarsi al prione e disturbare la funzione delle cellule.

“Abbiamo anche dimostrato, per la prima volta, che quando le palle amiloide bastone ad prioni, si innesca la produzione di amiloide ancora di più, in un circolo vizioso mortale”, ha aggiunto.

Il professor Hooper dice che i prossimi passi della squadra sono capire esattamente l’interazione ‘amiloide-prione che  uccide i neuroni.

“Sono certo che questo aumenterà la nostra comprensione della malattia di Alzheimer ancora di più, con la possibilità di rivelare ancora più bersagli farmacologici “.

Il dottor Simon Ridley, direttore della ricerca presso Alzheimer Research UK, leader nel  Regno Unito sulla  ricerca della demenza, co-finanziatore  dello studio, ha detto: “Comprendere le cause del morbo di Alzheimer è di vitale importanza se si vuole trovare un modo di fermare la malattia sul nascere. Mentre questi  risultati non dovrebbero essere un segnale per le persone di fare scorta di tè verde e vino rosso, ma  potrebbero fornire una nuova importante fonte  nella ricerca di nuovi trattamenti  efficaci. Con mezzo milione di persone colpite dal morbo di Alzheimer nel Regno Unito, abbiamo urgente bisogno di trattamenti in grado di arrestare la malattia -. che significa che è fondamentale investire nella ricerca per portare risultati come questi dal banco di laboratorio alla clinica ”

Fonte: http://medicalxpress.com/news/2013-02-green-tea-red-wine-alzheimer.html#ajTabs

 

Pianeta bluRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina: Pianeta blu

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.