Cartoline invernali mozzafiato da Marte

Sembra di vedere abeti che sbucano dalla neve, piste da sci non battute, la superficie ghiacciata di un lago come nei paesaggi invernali sulla Terra, ma invece sono immagini mozzafiato che arrivano da Marte. In particolare dall’inverno marziano. Le ha scattate la missione Mro (Mars Reconnaissance Orbiter) della Nasa, lanciata nel 2005 e tuttora in orbita intorno a Marte.

Il ghiaccio di anidride carbonica si scioglie intorno al bordo dei crateri del Polo Sud marziano (fonte: JPL/NASA)

Il ghiaccio di anidride carbonica si scioglie intorno al bordo dei crateri del Polo Sud marziano (fonte: JPL/NASA)

Le foto sono le protagoniste dell’ album di cartoline invernali da Marte realizzato dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa. Proprio come sulla Terra, spiega l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), la causa primaria di questi paesaggi più o meno invernali è il cambiamento di temperatura dovuto all’ avvicendarsi delle stagioni. All’arrivo dell’inverno, l’abbassamento della temperatura causa la precipitazione dell’anidride carbonica presente nell’ atmosfera marziana, provocando vere e proprie nevicate di ghiaccio secco e altri fenomeni associabili agli inverni terrestri. In alcune immagini, prosegue l’Inaf, si vede una distesa innevata simile ad una pista da sci non battuta causata dall’anidride carbonica presente nell’atmosfera marziana che si è condensata in ghiaccio per l’arrivo dell’inverno e si è depositata sulla superficie. Sul finire dell’inverno marziano l’anidride carbonica di trasforma in vapore, lasciando libero il terreno sottostante (fonte: NASA/JPL) Quelli che potrebbero sembrare pini scuri sulla neve non sono altro che tracce lasciate dall’anidride carbonica che, sciogliendosi, evapora e lascia intravedere il terreno scuro al di sotto. L’arrivo della primavera è protagonista anche di un’altra immagine, dove, sottolinea l’Inaf, la crosta di ghiaccio che ricopre le dune durante l’inverno inizia a fessurarsi. La sabbia viene soffiata sopra al ghiaccio formando dei depositi o lasciando tracce scure in corrispondenza delle fessure. Il risultato è che la superficie di Marte sembra un drappeggio di seta cangiante, con sfumature che vanno dal blu al viola, al rosso al bianco.

Loading...

Dune di ghiaccio nel Polo Nord marziano (fonte: JPL/NASA) Fonte:http://ansa.it/scienza/notizie/rubriche/spazioastro/2013/01/09/Cartoline-invernali-Marte_8045522.html?idPhoto=1

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

Per l’€™iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

 Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.