Tau Ceti:in caso di scoperta di pianeta abitabile potrebbe essere l’obbiettivo di una futura missione

Interstellar-destinazioneTau Ceti di recente è finito in prima pagina dopo l’annunciato che un sistema di cinque mondi potrebbe essere in orbita intorno alla stella. Anche se i pianeti extrasolari devono ancora essere confermati, questa scoperta è profonda in quanto uno dei mondi, una “super-Terra” potrebbe trovarsi all’interno della cosiddetta zona abitabile.

La zona abitabile è considerata il luogo ideale nell’orbita di una stella per un mondo in grado di sostenere l’acqua liquida (non troppo caldo e non troppo freddo), una sostanza essenziale per l’evoluzione della vita come noi la conosciamo .

Se viene  dimostrata l’esistenza di questo mondo con studi di follow-up di altri osservatori che sono tenuti a confermare la sua orbita e le dimensioni di 4,3 volte  la massa  della Terra, questo nuovo pianeta diventerà famoso per essere il più piccolo scoperto all’interno della zona abitabile di un’altra stella.

Loading...

A portata di mano?

Non solo la “super-Terra” di Tau Ceti è un obiettivo curioso per gli astronomi alla ricerca di vita extraterrestre, la stella vicina potrebbe essere alla portata di una futura missione interstellare.

Tau Ceti potrebbe essere nel nostro proverbiale “cortile di casa cosmica”, ma è ancora a 12 anni luce dalla Terra. Le energie e la velocità necessarie per inviare un ipotetica (senza equipaggio) sonda in realtà non sono possibili con le tecnologie attuali, ma secondo Paolo Gilster, co-fondatore della Fondazione Tau Zero e autore del libro Centauri Dreams ( e scrittore per il blog con lo stesso nome ), una tale impresa non può rimanere “impossibile” per troppo tempo.

“Una ‘vela solare’ con il laser o con travi a vista di propulsione a microonde (lasciando il ‘carburante’ a casa) può essere in grado di farci raggiungere fino al 10% o giù di lì della velocità della luce, una missione per raggiungere  Tau Ceti impiegherebbe un po ‘più di un secolo, “Gilster detto a Discovery News.

“Le  prospettive di fusione del tipo studiato da Progetto Icaro (uno dei progetti gestiti dalla Onlus Icarus Interstellar ) sono anche una opzione, anche se le vele sono già state dimostrate nello spazio e sono più avanti nel loro sviluppo. “

C’è anche la possibilità di utilizzare e ottenere antimateria , sottolinea Gilster, ma dobbiamo ancora sviluppare un mezzo per generare abbastanza antimateria per essere utilizzata come combustibile interstellare. E poi c’è la questione delicata di memorizzare  e controllare le reazioni all’interno di un ipotetico motore ad antimateria.

Ma questo è il motivo per cui dovremmo essere alla ricerca molteplici vie di ricerca per quanto riguarda i modi possibili dei viaggi interstellari.

Alpha Centauri Bb: Un obiettivo Interstellare?

“Il Tau Zero Foundation spera di avanzare la prospettiva umana per il volo interstellare, definendo i problemi e mantenendo tutte le opzioni di propulsione sul tavolo. “E ‘semplicemente troppo presto per selezionare un sistema di propulsione unico.

“Invece, i progressi incrementali in tutto lo spettro delle possibilità ci aiuterà, nel corso del tempo, ad imparare i metodi ed offrirà le più solide prospettive. Vorremmo incoraggiare e, quando diventerà possibile, contribuire al finanziamento di tale ricerca.

“Un secondo obiettivo è quello di mantenere l’idea del volo interstellare di fronte al pubblico attraverso l’educazione, in modo che la ricerca in questione non è solo evidenziata ma supportata sia attraverso la filantropia e dal governo.”

Il pubblico richiederà ulteriori studi

La scelta dei metodi di propulsione è una cosa, ma i sostenitori interstellari sono d’accordo che quando rileviamo in buona fede un mondo abitabile ,con  una biosfera e la presenza di acqua allo stato liquido – il pubblico richiederà ulteriori studi.

E questo significa andare fisicamente lì.

“Nel caso in cui un pianeta abitabile attorno a una stella vicina, come Tau Ceti è confermata, il miglior passo successivo sarebbe un osservatorio spaziale specificatamente destinate a stelle vicine (gli obiettivi  Kepler sono molto più remoti, al fine di tastare il polso a livello statistico della popolazione dei pianeta ) “, ha detto Gilster.(Ricerche mirate sono state effettuate da SETI, nella speranza di rilevare un segnale radio da una civiltà aliena ipotetica nel sistema di Tau Ceti – ma nessuno ha rilevato alcuna trasmissione artificiale.)

“Ho spesso immaginato il giorno in cui gli scienziati  vedranno direttamente l’immagine di un  pianeta extrasolare,”   ha detto a Discovery News vice Robert Freeland dell’Icarus Project Leader durante un’intervista nel mese di ottobre , dopo la scoperta di un pianeta extrasolare in orbita intorno al piccolo Alpha Centauri (una stella binaria situata a soli 4,4 anni luce di distanza). “Saremo in grado di determinare l’atmosfera del pianeta e la temperatura superficiale dal suo spettro, e in tal modo sapere se potrebbe essere in grado di sostenere la vita come noi la conosciamo.

“Ho il sospetto che una volta che una tale scoperta verrà divulgata, la gente in tutto il mondo chiederà l’invio di una sonda per determinare se il pianeta ha la vita (di qualsiasi tipo)  o potrebbe essere adatto per accogliere gli esseri umani “, ha aggiunto Freeland.

“Tau Ceti si trova a  circa 12 anni luce di distanza, e con la strumentazione giusta, saremo in grado di fare una analisi spettroscopica delle atmosfere dei pianeti “, ha detto Gilster. “Se scopriamo biosignature che indicano la presenza di vita , questo  pianeta sarà una priorità per l’invio di eventuali sonde. Una sonda simile potrebbe andare nello spazio nei prossimi due decenni, se emergono i finanziamenti.”

Una nuova era

Gilster è realistico una sonda interstellare può andare fuori strada. Ma le tecnologie rivoluzionarie possono rapidamente migliorare la nostra capacità di inviare un emissario robotico (ed eventualmente una missione umana) su una stella vicina.

Siamo davvero in una nuova era delle esplorazioni spaziali. Non solo stiamo scoprendo una moltitudine di pianeti extra-solari, sta avanzando anche il ruolo della robotica nell’esplorazione dello spazio. E ‘solo una questione di tempo che queste macchine diventeranno così avanzate e completamente autonome, gli esseri umani saranno tagliati fuori dal giro. Per una sonda robotica interstellare, questa sarà una necessità, le enormi distanze interstellari rapidamente generano ritardi di anni di tempo impraticabili per inviare e ricevere i comandi.

La velocità della luce diventerà rapidamente un ostacolo frustrante (dopo tutto, una sonda su  Tau Ceti, impiegherebbe 12 anni ad inviare le prime immagini di ogni pianeta “abitabile”), la sonda sarebbe di per sé li ad esplorare in nome dell’umanità.

Ma come ogni concetto interstellare, è una questione di produzione di energia. Finchè non  troveremo un modo per superare questa sfida, saremo sempre in quarantena dai pianeti orbitanti attorno a stelle vicine promettenti e anche  quando ci saranno telescopi  più potenti che sbirceranno nelle loro atmosfere,saremo  ugualmente frustrati dal fatto che non riusciamo a vederli da vicino.

Ma con i continui sforzi di organizzazioni come la Zero Tau Foundation , Interstellar Icaro e il 100 anno di progetto Star Ship , la scienza dietro il viaggio interstellare rimarrà nella mentalità comune, che si spera progredisca spinta dell’umanità, intanto, si spera che cresca la motivazione per compiere  esplorazioni all’interno del  sistema solare.

Immagine di credito: iStock

Di Ian O’Neill

Fonte: http://news.discovery.com/space/tau-ceti-another-interstellar-target-121223.html

Pianeta bluRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina: Pianeta blu

Beautiful exotic planet earth

Ricordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.