Record di UFO su New York durante il lockdown

Gli UFO preferiscono New York. È una delle curiosità che emergono dal database del National UFO Reporting Center, un’organizzazione privata statunitense che studia gli avvistamenti di oggetti volanti non identificati attiva dal 1974. La metropoli americana che ha affrontato il più lungo e difficile lockdown di tutti gli Stati Uniti è stata quella con il maggior numero di avvistamenti registrati finora in questo 2020 (per molti versi da dimenticare), tra luci verdi abbaglianti, suoni insoliti e astronavi dalle strane forme.

NEL DISEGNO, UN CLASSICO "DISCO VOLANTE"
NEL DISEGNO, UN CLASSICO “DISCO VOLANTE”

Insomma, facendo della facile ironia, si potrebbe dire che la Grande Mela, chiusa per mesi ai turisti di tutto il mondo, ha compensato con i viaggiatori provenienti da altri pianeti– sempre ammesso che gli oggetti volanti non identificati siano davvero oggetti volanti extraterrestri. In ogni caso, tra gennaio e settembre il numero delle segnalazioni di fenomeni anomali in cielo è sensibilmente aumentato, tanto da superare la quota dell’intero 2019: si è passati da 151 a 184. Tante le testimonianze arrivate al centro ufologico, per le quali però non c’è garanzia di veridicità. «Le evidenti bufale sono state omesse, tuttavia la maggior parte dei resoconti sono stati postati seguendo il testo inviato da chi li ha scritti», precisa il sito, a scanso di equivoci. Insomma, si tratta di segnalazioni non verificate.

Loading...

Ad esempio, un testimone oculare di Staten Island ha raccontato di aver percepito una sensazione di forte calore alla testa mentre stava camminando per strada. «Ho alzato lo sguardo e ho visto qualcosa volare in aria», ha spiegato. Un altro cittadino, sempre a Staten Island, alla fine di agosto avrebbe visto quattro UFO- due simili a degli orb, altri due a forma di disco- muoversi silenziosi, emettendo  una fioca luce bianca tra le nuvole e li avrebbe anche fotografati. A febbraio, invece, un uomo si trovava in Hyde Park quando ha notato «oggetti delle dimensioni di tre stelle, pensavo che fosse la cintura di Orione fino a quando non si sono mossi verso nord-est partendo dal lato occidentale… Erano anche in formazione  all’incirca alla stessa altezza degli aerei di linea, senza luci lampeggianti, rumori o tracce di vapori».

A NEW YORK, AVVISTAMENTI UFO IN AUMENTO NEL 2020
A NEW YORK, AVVISTAMENTI UFO IN AUMENTO NEL 2020

Sono numerosi i racconti di oggetti visti volare con velocità o forme insolite, come questo riportato sempre al NUFORC: «Eravamo sul tetto di casa per vedere le stelle di notte, quando a un certo punto è apparso un oggetto strano con una luce verde. Volava a bassa quota. Poi abbiamo sentito il suono simile a quello di un aereo, ma non era un aereo». Accanto a varie segnalazioni di puntini luminosi in movimento nel cielo e allineati in fila indiana, gli esperti del centro ufologico americano hanno appuntato una possibile spiegazione: si tratterebbe degli Starlink, i satelliti per le telecomunicazioni con i quali Elon Musk sta riempiendo l’atmosfera terrestre. Ma non mancano le segnalazioni più folli corredate di immagini, come un video ripreso il 22 maggio 2020 che mostrerebbe addirittura un alieno grigio (o qualcuno che voleva sembrarlo) camminare a passo rapido in un parco di Utica.

Nell’archivio online continuamente aggiornato del NUFORC, a battere tutti gli altri Stati per numero di avvistamenti è tuttavia la California, che supera abbondantemente i 10 mila casi. Tra gli episodi più recenti, spicca questo postato all’inizio di settembre e avvenuto a San Rafael:«Verso le 23:50, uscendo dall’autostrada 101, ho notato un oggetto nel cielo a circa 250-300 piedi di altezza sopra un centro commerciale dall’altra parte della strada rispetto alla mia posizione. L’oggetto era leggermente ovale, tremolante, di color arancione. A prima vista, ho pensato che fosse una luce su una gru, finché l’oggetto non ha iniziato a muoversi. Poi ho pensato che potesse essere un elicottero. Ho abbassato il finestrino per sentirlo, tuttavia l’oggetto non ha fatto rumore. L’ho tenuto  in vista mentre ho continuato il mio viaggio per tre isolati lungo la strada verso casa.

I SATELLITI STARLINK SPESSO LASCIANO GLI OSSERVATORI SBALORDITI
I SATELLITI STARLINK SPESSO LASCIANO GLI OSSERVATORI SBALORDITI

Quando sono sceso dalla macchina, l’oggetto ha iniziato a spostarsi verso la mia posizione ed è sceso leggermente in quota. Sono entrato immediatamente a casa mia e ho fatto uscire mio figlio di 14 anni a vedere cosa stavo guardando (…) L’oggetto ha continuato a librarsi sull’incrocio vicino a casa per circa 30 secondi, poi è schizzato in cielo a una velocità sorprendente. a continuato a salire fino a scomparire. Circa 10-15 minuti dopo, ho visto altri due oggetti che si libravano nella stessa posizione, sembravano essere identici al primo e mantenevano sempre la stessa distanza l’uno dall’altro. Sia io che mio figlio li abbiamo fotografati e poi (…) entrambi hanno iniziato la stessa manovra che aveva fatto il primo. Stimiamo che le dimensioni degli oggetti fossero circa quelle di una piccola automobile. Tremolavano nell’oscurità e non avevano altra struttura visibile.»

UNA LUCE NEI CIELI DI LOS ANGELES
UNA LUCE NEI CIELI DI LOS ANGELES

A giugno, poi, una coppietta che stava osservando le stelle ad Antioch ne ha osservata una dal comportamento decisamente bizzarro, dato che l’oggetto tondeggiante e luminoso osservato inizialmente tra Saturno e Giove ha iniziato a muoversi avanti e indietro, ingrandendosi e rimpicciolendosi, spostandosi  a destra e sinistra, cadendo verso il basso come una meteora e poi ricomparendo al punto di partenza, per ricominciare da capo nell’aumentare e ridurre la sua luminosità. Un “gioco” durato una decina di minuti, fino a quando la strana stella non è partita ad alta velocità verso ovest sparendo dalla vista. Invenzioni? Suggestioni? Oppure questo 2020 ha altre sorprese da riservarci?

Di Sabrina Pieragostini

Foto anteprima di Reimund Bertrams da Pixabay

Fonte:www.extremamente.it

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...