Un gigantesco studio di 24.000 sogni mostra che sono davvero una continuazione della realtà

Qual è l’origine dei sogni? I sogni hanno un significato? Questa domanda è molto vecchia, ripetuta e teorizzata da migliaia di anni.

In passato, la tendenza era quella di interpretare i sogni come presagi e / o connessioni con il mondo spirituale. Al giorno d’oggi tendiamo a dare spiegazioni più tangibili ai sogni e a collegarli alla nostra vita durante la veglia, cioè al loro rapporto con ciò che sperimentiamo durante il giorno.

Loading...

Continuazione della vita reale

“La ricerca ha ripetutamente fornito un forte supporto a quella che gli scienziati del sonno chiamano“ l’ ipotesi della continuità del sogno ”: la maggior parte dei sogni è una continuazione di ciò che sta accadendo nella vita di tutti i giorni. Si scopre che la vita di tutti i giorni influisce sui sogni (ad esempio, l’ansia nella vita porta a sogni con affetti negativi) e viceversa (ad esempio, il sogno influisce sulle capacità di problem solving) “, affermano i ricercatori coordinati da Alessandro Fogli, informatico presso l’Università Roma Tre in un recente studio.

Queste teorie della psicologia hanno la loro origine nel lavoro di Sigmund Freud, tra gli altri, nel secolo scorso. Queste opere hanno creato l’idea che i sogni abbiano significati misteriosi che potrebbero essere rivelati se osservati con gli eventi che si sono verificati durante la veglia.

Castle Hall & Van system per analizzare il significato del sogno

In questa modalità di analisi dei sogni, gli specialisti assistono i loro clienti nell’interpretazione dei loro sogni utilizzando resoconti sui sogni, indizi, simboli e altre strutture che possono essere collegate alle loro vite.

Uno dei metodi con la migliore reputazione nell’interpretazione dei sogni è il sistema Hall & Van de Castle, che analizza i sogni in base ai loro personaggi, alle relazioni di questi personaggi e agli effetti delle loro interazioni su questi personaggi, inclusi molti altri aspetti.

Una difficoltà con il sistema Hall & Van de Castle è la lentezza del processo altamente laborioso e graduale per identificare gli elementi dei sogni. Pertanto, i ricercatori hanno cercato soluzioni computazionali in grado di accelerare il compito.

Nell’ultimo studio, i ricercatori hanno trovato un modo per fare proprio questo: mappare i sogni di molte persone su larga scala analizzando 24.000 sogni da un enorme database di rapporti sui sogni noto come DreamBank.

Lo strumento di analisi dei sogni al computer

“Abbiamo progettato uno strumento che classifica automaticamente i rapporti sui sogni, rendendo operativa la scala di analisi dei sogni ampiamente utilizzata da Hall & Van de Castle. Abbiamo convalidato l’efficacia dello strumento in rapporti sui sogni scritti a mano … e testato quella che gli scienziati del sonno chiamano “ipotesi di continuità” su questa scala senza precedenti “, hanno detto gli scienziati.

Il software che elabora i sogni creato dal team ha semplificato il sistema Hall & Van de Castle, analizzando il testo dei report dei sogni con un focus sui personaggi, le loro interazioni sociali e le parole che evocano emozioni.

La precisione del nuovo metodo rispetto agli esperti

“Queste tre dimensioni sono considerate le più importanti per aiutare nell’interpretazione dei sogni perché definiscono la spina dorsale della trama di un sogno: chi era presente, quali azioni sono state intraprese e quali emozioni sono state espresse”, affermano i ricercatori.

Confrontando il risultato del nuovo strumento con i risultati degli specialisti dei sogni, hanno trovato una corrispondenza del 75%. C’è spazio per migliorare, ma il risultato è molto promettente nella ricerca sui sogni.

I sogni hanno un significato?

Gli scienziati hanno persino scoperto indicazioni che supportano l’ipotesi di continuità, ovvero l’idea che i sogni siano un’estensione della vita quotidiana. Gli scienziati dicono che i rapporti sui sogni avevano numerosi “indicatori statistici” che evidenziano ciò che le persone avevano sperimentato nella vita mentre erano sveglie.

Se sei curioso puoi sfogliare le analisi degli scienziati attraverso questi sogni reali riportati su questo sito (in inglese).

Sebbene non sia la tecnologia definitiva per l’analisi dei sogni e delle loro origine, gli scienziati affermano che questo tipo di approccio in futuro potrebbe “costruire tecnologie che colmino l’attuale divario tra vita reale e sogni”.

Fonte:hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...